Primo contatto

Porsche 911 GT3 Touring
Al volante della sportiva senz’ala - VIDEO

Porsche 911 GT3 Touring
Al volante della sportiva senz’ala - VIDEO
Chiudi

Era pressoché scontato, visto il successo della precedente generazione, che la Porsche riproponesse il pacchetto Touring anche sulla serie 992. La GT3 è infatti la noveundici più passionale, sanguigna e pura che ci sia, ma non è detto che tutti digeriscano il suo body kit pronto corsa, specie se vestito con colori sgargianti. Ecco allora la più naturale delle evoluzioni: via l’alettone posteriore fisso, rimpiazzato da un più raffinato elemento mobile che fuoriesce sopra i 100 km/h, e un paio di tocchi mirati per donarle più eleganza, con le cornici dei finestrini cromate e la parte centrale del paraurti anteriore in colore carrozzeria. Un dress code da aperitivo al tramonto, insomma, senza perdere però nemmeno un briciolo dell’animo GT che caratterizza questa Porsche.

Porsche 911 GT3 Touring: l’eleganza va di corsa

GT3 senz'ala. Quella su cui sto per salire, una GT3 Touring di un sobrio blu metallizzato, conserva infatti tutte le caratteristiche tecniche della sorella a cui piace tanto la pista: dal sei cilindri boxer 4 litri aspirato con 510 cavalli alle novità che riguardano il telaio, l’aerodinamica e la riduzione del peso. Non è stata toccata nemmeno la taratura degli ammortizzatori, dove invece mi sarei aspettato un piccolo intervento considerate le velleità da all rounder di questa versione Touring. Tuttavia, dopo aver percorso circa trecento chilometri nella regione della Mosella, peraltro sulle strade dove si svolge il rally di Germania, sono sempre più convinto che la GT3 possa essere, volendo, anche l’unica auto di un garage dei sogni, e non soltanto il secondo o terzo giocattolo da weekend.

Doppia anima. L’essere duttile è da sempre una delle doti più spiccate della Porsche 911. E lo è anche nel caso di un modello piuttosto estremo come la GT3, capace di prestazioni notevolissime in pista ma allo stesso tempo estremamente godibile su strade aperte. Non è così scontato, se ci pensate, che un propulsore pensato anche per scopi agonistici e capace di raggiungere i novemila giri sia così fluido e malleabile a mille giri. Come pure il cambio Pdk, migliorato tantissimo in quest’ultima generazione: se usato in modalità track non fa rimpiangere un vero sequenziale, tuttavia quando si va a spasso infila i rapporti senza che i passeggeri se ne accorgano.

2021-porsche-911-gt3-touring-34

Più confortevole. Ma è soprattutto la qualità della vita a bordo che rende fruibile questa 911 anche fuori dagli autodromi. I sedili, per esempio, sebbene siano dei gusci a prova di g laterale, offrono un elevato confort e un ottimo sostegno; sulla Touring, per inciso, la parte centrale è di tessuto e non di scamosciato come sulla GT3 standard. Poi ci sono le sospensioni, con la regolazione elettronica Pasm: la posizione normale è più che adeguata alla quasi totalità delle strade, con un valido assorbimento nei limiti di una vettura la cui destinazione d’uso principale punta verso altri lidi. Eppure, non raggiunge mai livelli di sgradevolezza anche in caso di sconnessioni importanti. Semmai, l’unico fastidio, è quello di dover prendere le misure con l’avantreno: in caso di asfalto imperfetto, la combinazione fra sterzo diretto, ruote larghe e nuovo avantreno a quadrilateri fa sì che il muso tenda a seguire molto la strada, quindi sono richieste due mani ben salde al volante. È comunque un comportamento a cui ci si fa presto l’abitudine.

Manuale o Pdk. Come nel caso della GT3 standard, anche la Touring prevede la doppia scelta di trasmissione senza alcun sovrapprezzo: Pdk o manuale a sei rapporti; in quest’ultimo caso, la frizione è relativamente leggera e gli innesti pressoché perfetti. Dentro cambiano invece le finiture, con materiali specifici – e più eleganti – che rivestono la plancia e i pannelli porta. Nessuna differenza nemmeno in termini di prezzo: GT3 e GT3 Touring costano uguali, da 176.855 euro.

COMMENTI

  • Spettacolare !!!
  • Qualcosa è andato storto nel mondo dell'auto (e in molti altri, a dire il vero): hai gioielli come questa e poi la gente fa la fila per la Cayenne. Ma, d'altronde, oggi si preferisce la trap alla musica, quindi di che ti stupisci?
  • Questa è una macchina!