Primo contatto

Corvette Stingray
Prezzi da sportiva, look da supercar: abbiamo guidato "l'europea" - VIDEO

Corvette Stingray
Prezzi da sportiva, look da supercar: abbiamo guidato "l'europea" - VIDEO
Chiudi

C'è un prima e un dopo. E quel momento di passaggio è lei, nome in codice C8. Colpita e affondata? No, risorta. La Corvette, a 67 anni dalla sua nascita, sposta il motore dal cofano anteriore a quello posteriore e si reincarna in un corpo nuovo, per giocare un altro campionato. L’avevamo guidata a febbraio dell’anno scorso a casa sua, in America, ma ora abbiamo fatto i primi chilometri sulle strade del Vecchio Continente. E qui, in Europa, viene fuori ancora più vigoroso il suo standing da supercar. La nuova e rivoluzionaria Corvette è disponibile anche in Italia, a un prezzo che non ha eguali se consideriamo l'architettura, il motore e i cavalli (482) che propone: la coupé parte da 90.100 euro, la spider da 96.760.

Corvette Stingray C8: rapporto euro/libidine imbattibile

Tutt'altro che estrema. Il colpo d’occhio è di quelli giusti: bassa, affilata, spigolosa, scenica come solo certe elette sanno essere. Il layout a motore centrale-posteriore ha stravolto linea, volumi, proporzioni e abitabilità: il posto guida avanza di ben 42 centimetri. Ma, attenzione, l’accessibilità e la vivibilità a bordo non vengono meno: non è estrema. Da subito colpiscono il cockpit con volante squadrato e le forme dei pannelli laterali che convergono - curvando - verso il parabrezza: ti senti quasi come se fossi dentro a un'astronave. E anche i colori, in pieno stile americano che esaspera tinte accese e contrasti, enfatizzano questa sensazione "aereospaziale". Ma il sedile non è così basso, anzi, e ci sono tutti gli accorgimenti del caso rivolti al confort.

Coinvolgente. Corvette è, e rimane, una sportiva umana, usabile, perfino confortevole se vogliamo. Però, quando il suo V8 aspirato si anima, lo fa a gran voce. Il sound è davvero coinvolgente e sale pieno, corposo, con una forza che il traction control sembra fatichi a contenere (6.162 cm3 permettono questo). I 613 Nm si sentono nella schiena e si traducono in un sorriso per chi è al volante, nonostante il peso (1.730 kg dichiarati) sia un po' elevato per una sportiva. Le sei modalità di guida (due delle quali sono customizzabili e consentono di regolare di fino il controllo di trazione) mettono a proprio agio il guidatore in qualsiasi condizione.

04-Corvette-Stingray-2021

Su strada. Per lo 0-100 km/h bastano 3,5 secondi e la velocità massima è di 296 km/h, mentre il cambio automatico doppia frizione a otto rapporti è preciso e veloce, specie quando lo controlli dai paddle. Lo sterzo è diretto, ma non è una lama affilata da vera supercar. Quest’auto non imbarazza sulle strade normali e non mette in difficoltà chi non ha esperienza di guida sportiva. Idem per la frenata, potente ma sempre molto gestibile.

Scelta sportiva.
 La Corvette ha avuto il coraggio di cambiare, anzi, di svoltare. Perché il layout a motore anteriore aveva raggiunto il suo limite, secondo i progettisti americani. La scelta di stravolgerla è però legata anche al mondo delle competizioni: per poter continuare a battagliare in pista con le altre GT, serviva un cambio di passo. E la Stingray ha davvero cambiato passo, ma senza rinnegare nulla del suo posizionamento storico. Rimane una sportiva affascinante, vestita a festa (cioè da supercar), ma non costa come un abito di alta moda.

COMMENTI

  • Roberto, ma quanto ti è piaciuta questa Corvette? Non ti ho mai visto così “eccitato”!!! 😂
  • ma la versione base per l'Europa è molto più accessoriata rispetto a quella base americana? Che negli USA il prezzo di partenza è di 62mila$!!!!
  • ovvio... in USA costa $62.000, che equivalgono a €53.000 ed in italia costa quasi il doppio... tutto questo ha senso...
     Leggi le risposte
  • È un'auto che si compra se ti piace lo "stile yankee", che comprende scelte spesso non alla portata della nostra logica. Ad esempio : che logica ha quella striscia di una ventina di tasti tra il guidatore e il passeggero con i 2 display del clima agli estremi? Vorrei vedere il genio che l'ha progettato cercare il tasto che gli serve mentre guida. Ma poi la logica dei display del clima; il guidatore deve sporgersi mentre il passeggero deve girarsi per cambiare temperatura. Boh
  • Sicuramente fa molta scena, avrà anche un bel sound, ma quel volante non si può guardare! Costa il 30% in meno di una 911, ma davvero non c'è confronto...
     Leggi le risposte