Primo contatto

Jeep e-Hybrid
Renegade e Compass, non chiamatele ibride leggere - VIDEO

Jeep e-Hybrid
Renegade e Compass, non chiamatele ibride leggere - VIDEO
Chiudi

Di sistemi ibridi in giro ce ne sono un bel po’, ma non sono tutti uguali. Grazie, direte voi, ma sappiate che per distinguerli con precisione occorre masticare la materia. Tutto questo per sottolineare che il nuovo motore 1.5 e-Hybrid dentro il cofano delle Jeep Renegade e Compass, sebbene impieghi un elettrico a 48 volt, non va affatto confuso con un ibrido leggero, cioè i cosiddetti mild hybrid che sono la porta d’accesso (in variante a 12, 24 o 48 volt) verso il mondo dell’elettrificazione.  

Jeep Renegade e Compass e-Hybrid: non chiamatele ibride leggere

Un motore in famiglia. Nel caso di quest’ultima categoria, l’apporto si limita alla funzione di generatore/starter, per recuperare un po’ di energia e veleggiare in rilascio a motore acceso. Il nuovo powertrain di Stellantis, invece, è in grado di far marciare l’auto in puro elettrico, mossa che lo rende a tutti gli effetti un full hybrid. Per quanto tempo, e in che modalità, sono a Torino per scoprirlo. E questo primo contatto assume ancor più valenza se si considera la grande diffusione che avrà questo 1.5 su altri modelli del Gruppo, a partire dalle Fiat 500X e Tipo fino ad Alfa Romeo Tonale, che avrà pure una versione dedicata con turbina a geometria variabile. Diciamo che questo propulsore è stato progettato con astuzia, perché non presenta una elevatissima complessità a livello di elettrificazione, ma riesce comunque a far sì che il motore termico resti spento abbastanza per contribuire alla riduzione dei consumi e delle emissioni. Basti pensare che il sistema viene catalogato come un P2.5, dove in questa scala di identificazione dei powertrain ibridi P0 e P1 sono i mild hybrid con funzioni limitate e impossibilità di muovere l’auto con il solo elettrico, mentre P5 definisce i motori elettrici installati all’interno delle ruote stesse, soluzione non ancora adottata in produzione. Un P4, per restare in casa Jeep, è ad esempio il 4xe di Compass e Renegade, che è un ben più complesso plug-in con motore elettrico anteriore e uno al posteriore che muove il retrotreno.

Jeep_eHybrid

Ibrido astuto. Il 1.5 turbobenzina da 130 CV e 240 Nm, è accoppiato a un cambio a doppia frizione a 7 rapporti al cui interno è ospitato il motore elettrico a 48 volt con 15 kW di potenza. Questo agisce direttamente su uno degli alberi della trasmissione (quello delle marce pari) ed ecco che in questo modo dà moto alle ruote. L'energia arriva da una batteria a 48 volt di seconda generazione con capacità di 0,8 kWh, ospitata all'altezza dei due sedili anteriori per non rubare spazio iinterno. Avvio la Renegade, e difatti l’unico componente che prende vita è il motore elettrico. Anche mentre imbocco il viale d’uscita del Centro stile Jeep la marcia è in Ev, con tutti i benefici del caso. Insomma, per tutti quei movimenti in cui non è richiesta una spinta mostruosa, tipo le manovre di parcheggio, la marcia in colonna in tangenziale o una tranquilla partenza da fermi, tutto viene assolto dal motore elettrico. Viene da sé che la potenza relativamente contenuta di quest’ultimo, 15 kW, faccia sì che quando viene richiesta una maggior spinta entri in causa il 4 cilindri 1.5 turbobenzina. Per sfruttarne appieno in benefici insomma, come nel caso di tutte le elettrificate, bisogna avere il piede leggero: durante le varie ripartenze al semaforo, con il piede di velluto, sono riuscito a tenere spento il 1.5 fino a oltre 30 km/h. E nel traffico, quando si viaggia a singhiozzo a passo d'uomo, ci si trova quasi sempre con il solo supporto elettrico.  L'interazione fra i due propulsori è piuttosto armoniosa, d'altronde è presente anche un belt starter elettrico proprio per rendere più fluide possibili le riaccensioni del termico; certo, la sua attivazione è avvertibile, ma non in maniera tale da disturbare. Bene anche il lavoro del cambio a doppia frizione, che ho trovato molto più preciso e puntuale rispetto, per esempio, all'automatico della Compass 4xe plug-in. Elettrico a parte, il 1.5 è un propulsore piacevole, specie perché piuttosto pronto e progressivo ai bassi regimi. E quando gli si chiedono gli straordinari, viene in aiuto il boost elettrico che è ben percepibile, ma soltanto con il pedale in kickdown. A livello di consumi, punto saliente, avremo certezze a breve quando le Jeep arriveranno presso il nostro Centro prove. La Jeep dichiara un risparmio del 15% circa rispetto al 1.3 T4, con medie Wltp dichiarate che oscillano fra i 16,5 e i 18 km/litro.

Jeep_eHybrid_8

Dentro più sostenibile. Il debutto delle versioni e-Hybrid porta con sé anche una inedita edizione speciale, sia su Renegade sia su Compass, che si chiama Upland. La potrete riconoscere dalla tinta azzurra con tetto nero a contrasto, oltre che per alcune finiture color bronzo sul frontale, sulle ruote (da 17” su Renegade, da 18” su Compass) e sui loghi. Questo allestimento pone l’accento sulla sostenibilità, perché l’abitacolo impiega materiali riciclati: alcune componenti interne arrivano dal riutilizzo delle plastiche dei proiettori e il rivestimento dei sedili è l’ormai noto (perché già impiegato su Fiat 500 e Lancia Ypsilon, per esempio) Seaqual Yarn, un mix di fibre naturali e riciclate che impiega anche la plastica recuperata dal mare.

Rate da 249 euro. Per quel che riguarda i prezzi, la Renegade 1.5 e-Hybrid viene proposta nelle versioni Limited e S, rispettivamente a 32.200 e 36.200 euro. Più ampia, invece, l’offerta della Compass, per la quale sono disponibili cinque allestimenti con cifre che spaziano dai 36.200 euro della Longitude ai 43.450 euro della S. In entrambi i casi è prevista la formula di finanziamento Jeep Excellence di FCA Bank che permette di entrare in possesso della Renegade e-Hybrid con 249 euro al mese e della Compass con 319 euro per quattro anni, a fronte di un anticipo e di una maxirata finale.

COMMENTI

  • Peccato che per la Compass non ci sia un motore più potente e adatto alla vettura, secondo me una grossa mancanza e che lato mio me la fa escludere da un possibile acquisto.
  • Ma il cambio automatico deriva sempre dal TCT di casa Fiat? Prima era a 6 marce.
  • Condivido il commento di jenna argentu. Sono delle "sole" solo per aumentare il prezzo. Cmq essendo per il termico puro non mi interessano se non a livello accademico/tecnico. Poi vorrei sapere che significato ha il collegamento solo con le marce pari, infine un fuoristrada vero non può avere il cambio automatico, ma deve essere manuale per poter avere la corretta trazione in passaggi criici come i guadi o le sabbie fini
     Leggi le risposte
  • Leggere il "bar sport Quattroruote" è sempre uno spasso!
  • Non capisco perchè non inserire batterie più potenti, consentendo a questi due suv tanto amati, di mettersi in concorrenza con le plug in, percorrendo così i classici 50 km in modalità solo elettrica, selezionabile con un selettore in plancia.
  • Chi fa chilometri comprerà diesel. Spero in una prova 4R comparativa tra ibrida e diesel.
  • Aspettiamo i dati sui consumi, confrontati con la versione T4. .
  • Rispondo qui a Gallerani perchè s'è persa la replica sotto al suo commento. ..... C'è c'è il motore elettrico all'anteriore.... le ibride "full" prevedono 2 MGU, la prima svolge soprattutto la funzione di generatore (ma anche di motore) altrimenti la seconda potrebbe funzionare solo finchè la batteria è carica e poi stop, invece anche quando la carica si esaurisce, la trazione posteriore continua a funzionare attraverso l'energia elettrica prodotta dalla prima MGU.....
  • Visitato Serratore a Como Grandate. Sconto 5000 euro con finanziamento. Ma, voi di 4R, una parolina sui consumi rilevati, almeno dall’indicatore?
  • Ho un dubbio: mi sembra che il 4xe di Renegade e Compass preveda la trazione elettrica, con relativo motore, al posteriore e non ci sia un "motore elettrico anteriore" come affermato nellarticolo
     Leggi le risposte
  • Personalmente lo trovo solo un palliativo per rientrare nei limiti di inquinamento inferiore , con vantaggi per l'utente veramente limitato al solo utilizzo in città. Un po' poco direi. Oggi ho una Jeep Renegade 4x4 diesel , ottima macchina direi , a parte la lentezza del cambio automatico. Se dovessi cambiarla , sono più orientato per una full elettrica che non un ibrido, considerando anche il fatto personale , che a breve avrò il fotovoltaico con batterie ad accumulo e wall box a casa. Vedremo l'evoluzione.
  • È un sistema che fa ciò che promette. Vale a dire muovere l'auto con il solo motore elettrico. Chiaramente con soli 20cv non ci fai le corse ma riesci a muoverti in condizioni di traffico rallentato senza usare il termico. Chi usa molto l'auto in città potrebbe non pensarla come te Gennargentu. Io sono uno di quelli. Frequentemente percorro pochi chilometri, una decina, tutti i giorni con medie inferiori ai 20 kmh. Sai che differenza passa da andare solo benzina a solo elettrico e non ottenuto da una presa. La sola la prendi quando non sai cosa hai davanti
  • Davvero c'è qualche sprovveduto che intende regalare soldi alla Fiat per questi finti ibridi dall'affidabilità per cui è ben nota la casa produttrice in oggetto.? Rivolgersi a Toyota o in seconda battuta ai coreani che fanno ibride da anni con la I maiuscola pare brutto? Ok, ognuno sperpera il proprio danaro come crede...
     Leggi le risposte
  • prezzi folli, autonomia in full elettrico inesistente, consumi ridotti solo in città e in determinate condizioni... non chiamatele ibride leggere, chiamatele "sole"
     Leggi le risposte