Primo contatto

BMW
iX M60, una lettera che scuote

BMW
iX M60, una lettera che scuote
Chiudi

Non state a cercare dettagli estetici che la differenzino dalle altre BMW iX. La M60 non ne ha. Eppure, del pianeta M, è la più potente di sempre: arriva a 619 CV e 1.100 Nm. Attenzione però, abbiamo detto del pianeta M, e non fra le M. Perché è bene sapere che la M seguita da un singolo numero è un concetto ben preciso (M2, M3, M4, M5…), come se parlassimo di un atleta pro, mentre la M inserita in una sigla, anche numerica, è paragonabile a una dose di anabolizzanti iniettata in un corpo normale. Allenato sì, ma “normale”. Ed è curioso che sia il mondo elettrico a scrivere questo primato.

Riscrive spazio-tempo. La iX M60 è la già sconvolgente iX portata a una forma strepitosa. È più potente (passa dai 523 CV della xDrive 50, a ben 619 CV), ha una modalità di guida sport dedicata, raggiunge i 250 km/h e vanta pure il launch control, grazie al quale impiega solo 3,8 secondi per completare lo 0-100 km/h (vengono in aiuto 85 Nm in più in questa modalità). Un tempo strabiliante, vista la massa in gioco: oltre due tonnellate e mezza.

2022-BMW-iX-M60-04

Loft tecnologico. Ma ancora più stupefacente è cosa trasmette quest’auto finché la guidi nell’altra modalità, la Efficiency. Ti ritrovi in una meravigliosa bolla in cui ami perderti. Silenzio assoluto, confort e fruibilità totali. Avanzi del centimetro che vuoi in manovra e in colonna governi l’acceleratore come con poche altre auto. È immensa, quasi 5 metri, eppure la gestisci come una forchetta per arrotolare gli spaghetti. C’è un'efficienza nello scaricare a terra i kW che lascia interdetti. Nel traffico fluttui libero di pensare a tutt’altro. Vivi un ambiente arioso, isolato con l’esterno, di fronte a uno schermo curvo che percorre quasi tutta la plancia, non hai pulsanti o quasi e attorno a te c'è un sacco di spazio. Ansia da autonomia? Oltre 500 km (dichiarati) grazie a una batteria di ben 111,5 kWh (che si ricarica, dal 20 all’80%, in 35 minuti a una presa fast). Le assistenze alla guida? Impeccabili… E azionabili velocemente, mediante pochi e intuitivi pulsanti. Lo avevamo detto, provando la iX “normale”: quest’auto è un cambio di paradigma. Gira pagina col passato. Può turbare il suo aspetto dirompente, con certi tagli spiazzanti, ma poco dopo tutto il resto sembra preistoria.

2022-BMW-iX-M60-21

Tutto in un click. Torniamo al pianeta M, però, perché settando la modalità Sport la strumentazione cambia, aumenta il carico dello sterzo e le sospensioni si irrigidiscono, mentre la reattività sotto al piede destro aumenta. Diventa più affilata in curva, la iX. Se dai giù tutto, poi, si scatena l’inferno: la nuca picchia contro il poggiatesta, lo stomaco si chiude e un boato sordo-futurista ti conquista il cervello. Ti ritrovi su una nave che però guizza come un offshore… Paradosso. All’atto pratico, tutto ciò è frutto di due motori più potenti, di gomme e cerchi dedicati, di sospensioni ad aria e di una gestione della trazione e dell’assetto più sofisticata. Parlando di suggestioni, invece, c’è la cura Hans Zimmer, compositore di caratura internazionale che ha creato un sound artificiale poco indicato per i deboli di cuore (provare per credere).

Trait d’union. Se questa è la cura M in un corpo “normale”, la iX, non osiamo pensare cosa possa essere quella che sarà la vera M alla spina, ovvero la XM che arriverà a fine anno. A Monaco hanno avuto coraggio, non c’è che dire. Questa transizione era un’opportunità troppo ghiotta da non cavalcare per innovare la propria identità, e loro sono andati addirittura oltre. Ricordiamoci di questo momento.  

COMMENTI

  • La stampa internazionale la promuove senza eccezioni come la migliore EV in commercio ma all'italiano medio sembra interessare solo se il lato A sia bello o brutto. E nel frattempo bmw ha esaurito la produzione per il 2022 ed ha liste di attesa di minimo 8 mesi per questa vettura. Chissà chi ha ragione.
     Leggi le risposte
  • Tutto il resto sempra preistoria? Quattroruote sempre peggio. Preistoria sara la BMW che sólo dopo 15 anni che Tesla fa elettriche con un autonomia piu o meno in regola, pero com un desing da vomito e con un peso leggerissimo di cuasi 3000 kg. Allá faccia del futuro va.
  • Se questo è il futuro dell'auto, auguri. Ve lo regalo tutto. E poi ci domandiamo del perché ci si disaffeziona. Spiace per il buon Roberto che ce la mette tutta con la prosa per ammaliare, ma il mio encefalogramma resta orizzontale.
  • Quanto ha di autonomia? 100 km a velocità costante di 130 km/h?? Ma x favore
  • Più il motore elettrico è potente più energia elettrica occorrerà per la ricarica senza contare il peso batterie e acciai a iosa.E questa sarebbe una macchina ecosostenibile come dicono tutti i CEO? E chi ha una vettura da 80 cv di 20 anni addietro dovrà tenerla ferma o cambiarla perchè non è ecosostenibile ?
  • la fiera dell'orrore. No, non posso permettermela, ma ciò non toglie che non possa giudicare. Non la comprerei nemmeno fossi più ricco di Musk. E poi con tre tonnellate da portare in giro, accelerazione a parte, cosa può avere di sportivo? Almeno che la fisica come la matematica siano una opinione.
  • Il listino BMW sta diventando un museo degli orrori. Tranne la Bentayga, mai tanto cattivo gusto era stato messo su ruote, roba da far rimpiangere Arna e Multipla
  • Incredibile come per le auto elettriche venga sempre e solo messo in evidenza lo 0-100, come se il piacere di guida fosse solo una accelerazione fulminea. Poi 3 tonnellate, quando sono su un passo di montagna, mostrano tutti i limiti della fisica, e addio piacere di guida.
     Leggi le risposte
  • Praticamente una XBox 360 con le ruote e i sedili in pelle. Il secondo joipad è compreso ( chiedo per un amico) ? Auto affascinante ma molto brutta poi di sicuro a qualcuno piacerà.
  • Sconvolgente! Dopo Edsel, Arna, Scorpio II, Duna, altra competitor per il segmento Ugly. Ma perché farlA così indiscutibilmente BRUTTA. Un conto è un’auto dalla linea personale, altra cosa è farla brutta, con sproporzioni evidenti nei volumi. Un patrimonio di tecnica e meccanica mal vestito, che comunque troverà estimatori solo grazie all’unico elemento bello, il marchio dell’elica. I chiedo se risponda a canoni stilistici orientali.
  • In realtà la M più potente è la M5CS
     Leggi le risposte