Q Storie

L'intervista

Marcello Gandini: l'uomo che disegnò il futuro

Con la Countach, creò la prima supersportiva dell’era moderna: ecco i suoi ricordi e le sue idee sull’elettrificazione

di F. Buraschi, E. Deleidi |

In questo articolo

  • Le ragioni della passione del genere umano per l’auto, secondo Gandini: il dono dell’ubiquità, abbinato a un senso di protezione.
  • Un esempio di massima espressione di libertà creativa, per il designer torinese? La Citroën DS di Flaminio Bertoni.
  • Le differenze nella concezione di due dei suoi capolavori, le Lamborghini Miura e Countach.

Per visualizzare questo contenuto nel migliore dei modi ti suggeriamo
di aggiornare il tuo browser all’ultima versione disponibile.

Aggiorna il browser