Sicurezza

Richiamo Aston Martin
La vicenda si complica

Richiamo Aston Martin
La vicenda si complica
Chiudi

Sembrava uno dei soliti richiami che affollano il mondo dell'automobile. Ma il recall dell'Aston Martin relativo a un difetto del pedale dell'acceleratore sta diventando sempre più intricato, nonché fonte d'imbarazzo per la Casa più snob sul globo terracqueo. Ricostruiamo la vicenda.

Componente potenzialmente pericoloso. Qualche settimana fa, da Gaydon parte un richiamo monstre per 17.500 macchine costruite a partire dal maggio 2007: considerati i volumi industriali del marchio, praticamente due terzi della produzione (la Vanquish, chissà perché, è esclusa). Il problema sta in una componente plastica del pedale del gas, realizzata non secondo gli standard e quindi potenzialmente pericolosa. La Casa, prontamente, dà la colpa ai fornitori cinesi, accusati di aver contraffatto il materiale: secondo i documenti forniti all'americana Nhtsa, la produzione del pezzo è stata affidata alla Fast Forward Tooling di Hong Kong, che avrebbe girato la commessa alla Shenzhen Kexiang Mould Tool, che si sarebbe rivolta alla Synthetic Plastic Raw Material di Dongguan, fornitrice della sola plastica.

Botta e risposta. Primo colpo all'immagine del marchio, da sempre sinonimo di produzione artigianale. La cosa si complica quando i cinesi, offesi, ribattono all'accusa degli inglesi. La prima bordata arriva dall'agenzia di stampa nazionale Xinhua, che spara a palle incatenate: "Il richiamo dell'Aston Martin vuole far credere che il problema sia nella scarsa qualità delle nostre industrie, ma la verità è che si è voluto dare la colpa al made in China per coprire errori altrui". La dose viene rincarata dal People's Daily, il giornale governativo più diffuso in Cina, che definisce l'Aston "non professionale". Finita lì? Manco per sogno.

Scarico di responsabilità. L'ondata di indignazione cresce, ché il governo di Pechino s'è seccato da tempo delle accuse straniere di maneggi poco etici. Ed entra in campo la famosa azienda supposta colpevole. Intervistato dai giornali cinesi, il capo della Shenzhen Kexiang Mould's – tale Zhang Zhiang – afferma che l'Aston non fa parte dei propri clienti e fa pure lo spiritoso: "Se avessi saputo di essere fornitore di una tale società, avrei passato le mie vacanze in America, e non nella provincia del Guangdong". In più, si scopre che l'azienda di Hong Kong è un semplice ufficio di rappresentanza: di chi, bene non si sa.

Danno d'immagine. Ora, è assai probabile che qualcuno, nella catena dei fornitori, abbia fatto il furbo, effettivamente producendo un'imitazione spuria e illegale della plastica conosciuta come DuPont Zytel 70G33. Ma per Gaydon il contraccolpo a livello d'immagine è devastante: partendo da un beau geste nei confronti della clientela, ha fatto in modo di rendere pubblico il proprio ricorso agli sweatshop cinesi per risparmiare qualche centesimo su automobili costosissime e senza neppure controllare la qualità della fornitura. Un'altra gatta da pelare per Andrea Bonomi, il cui ufficio PR sembra alquanto in difficoltà quando si tratta di gestire problemi di portata internazionale.

Gian Luca Pellegrini

COMMENTI

  • IMHO hanno fatto bene a sputtanare il cinese che gli ha venduto la patacca, così ora possono annunciare il richiamo ( 2milioni di danno, nulla in pratica) e soprattutto che riporteranno la fornitura in madrepatria. Ibtw non ci sono stati nè morti nè feriti ( nemmeno sospetti come per toyota) quindi i nuovi padroni potranno dire di avere la coscienza a pposto e buona notte.
  • Vuoi che andiamo a vedere i fornitori di Mercedes, bmw, audi, porsche?
  • A me, come ad altri tantissimi clienti, è successo qualcosa di simile con la Fiat Croma. Il pedale della frizione si è letteralmente spezzato, cadendo sul tappeto dell'auto. Tale componente è stato modificato in silenzio e senza alcun richiamo. Ho segnalato la cosa a numerosissime testate di settore e il risultato è stato un silenzio assordante.
     Leggi risposte
  • ovviamente son colpe pregresse, non dell'era Bonomi. Suggerisco però cautela perchè se crisi sta diventando, è difficile influenzare l'opinione circa il risicare di AM che si è consolidata. Il sinonimo Made in China = scarsa qualità sta certamente mutando, ma nell'allora 2007, che AM si fornisse lì fa più specie. Cautela nel comunicare. E che abbiate il quadro chiaro delle colpe.
  • Conveniva farlo in legno........................
  • a dire il vero sono tutte le marche a servirsi di fornitori cinesi, ed anche tra i piu' economici, per poter avere i margini ai quali sono legati. Il problema del particolare Aston è che il materiale nel tempo sia logorato anticipandone la rottura, dopo varie sostituzioni la casa produttrice ha capito il problema, gestendo male la comunicazione. Nessuno è indenne da questo, se la garanzia è 2 anni
     Leggi risposte
  • A tutti può capitare di cometere dei erori ,ma il modo di gestire la faccenda e impensabile per i giorni nostri con tanto di officio stampa e tanti altri "scienziati" della comunicazione. Poi Bonomi era parso un gran Signore !Poteva chidere scusa per erori passati promettendo più attenzione con la nuova proprietà...Ci voleva Moggi li ha dire chi e cosa dichiarare !
  • Tutti a denigrare la Aston ora... hanno motori arretrati di una decina di anni, pure come linea(e pianale) sono rimasti fermi al 2004-5, ma però restano sempre auto di gran classe e chi la possiede di certo non la vende x un richiamo o una diatriba stupida...d'altro canto il Sig. Ziosi ha detto una grande verità, che il made in China è ovunque, sull'abvbigliamento basta che il 5% sia italiano che
     Leggi risposte
  • Ho letto i vari commenti e a parte la figura barbina dell'Aston, quello che trovo assurdo è il fatto che auto dai prezzi proibitivi abbiano pezzi made in china. Premetto non ho nulla contro i cinesi! Ma andare in Cina per risparmiare non so 100€ a pezzo su una macchina che porta un margine netto del 60% se non di più è veramente vergognoso! e questo pensiero vale per tutti i costruttori del luss
  • Avrà fatto una pessima figura, l' Aston, ma dai cinesi ci vanno TUTTI. Se no sembra che solo loro tirano la sola.....invece tutti attingono, poli del lusso included, dalla moda alle auto alla tecnologia. Aston ha scagliato nel comunicato e nel non controllare i pezzi fatti fare sotto la grande muraglia.
     Leggi risposte
  • piu' che altro mi sembra assurso che dal 2007 non si siano accorti che il DuPont Zytel 70G33 fosse contraffatto.per 7 anni non hanno mai fatto un test ???sopratutto per un particolare dell'acceleratore?? Credo che ogni casa faccia test random sulle forniture.poi che non si conosca neanche il fornitore e che sia stata possibile una filiera cosi' lunga di subforniture.......molto strano.....
  • io che sono un fan della Vanquish posso dormire tranquillo, non è interessata al richiamo... (-_-)
  • Non mi stupisco molto del fatto che anche Aston Martin usi componenti di fattura cinese (ma dipende da che capitolati le aziende usano, non tanto da chi materialmente produce i componenti stessi) ma mi lascia sbalordito il modo con cui Aston Martin sta gestendo la cosa, soprattutto perchè si sta scontrando con un mercato che per lei vale ORO!
  • Il tono sarcastico e pesante non mi stupisce.D'altra parte l'articolo è scritto da Gian Luca Pellegrini che, ricordo bene, fu sempre molto negativo arrivando a criticare inspiegabilmente aspetti come l'handling o il design che notoriamente sono punti di forza del marchio. Poi non si capisce il risalto dato a questo problema e il silenzio sul richiamo delle Porsche 911GT3 che si incendiano. (ansa)
     Leggi risposte
  • I distinguo fatti nei precedenti interventi sono privi di significato dal momento che se uno acquista un'auto dalla ASTON MARTIN la stessa non può opporre in caso di difetti la colpa del fornitore. La ASTON MARTIN ha fatto una pessima figura. Considerato che si parla di un fatto preciso e specifico, chi tira in ballo le plastiche della Panda sbaglia perchè mostra una indebita partigianeria.
  • L'anomalia non è farsi costruire i componenti da ditte cinesi o di altri paesi ritenuti da noi occidentali di minore qualità, l'errore è di Aston Martin in quanto devi fare i controlli dei particolari acquistati su di ogni lotto; almeno questo viene fatto con prove fisiche e meccaniche nell'azienda italiana in cui lavoravo . Certo c'è un costo ma ne vale la pena per tenere alto l'indice di qualità
     Leggi risposte
  • Penso che purtroppo in tutte le auto del mondo ci siano componenti cinesi, il problema in questo caso è stato il tipo di comunicato. Sono stati molto ingenui, decisamente da cambiare i responsabili PR.
     Leggi risposte
  • Io non definirei la Aston Martin una casa snob, anzi...le marche snob sono altre...
     Leggi risposte
  • Questo sta a significare che la tanto vituperata ma costosa manodopera italiana ( per le multinazionali ) é sicuramente meglio della infinita catena/filiera cinese che vuol far passare le lucciole per lanterne. Per la blasonata Aston Martin una severa lezione dato che si fa fare componenti da chissa chi , per auto da sogno in vendita a costi altissimi che dovrebbero rappresentare il non plus ultra
  • fornitori cinesi??????? io spero che Daimler compri aston martin e faccia un po di pulizia... adoro questa macchina..
     Leggi risposte
  • L'Aston non doveva scaricare la colpa con un comunicato. Doveva star zitta e mosca, togliere la commessa a chi l'aveva data e, magari, intentare una bella causa: se ci sono le prove di falsificazioni, la causa si vince. Andare a lagnarsi dei cinesi non paga più, anzi è pericoloso: sono alla ricerca di credibilità e non hanno remore di natura etica.
     Leggi risposte
  • Cinesi? Contraffatto? Con quello che costano le auto dovrebbero forgiarli a mano!
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/22121/poster_001.jpg Giro di pista - Aston Martin Vantage: ecco il tempo a Vairano http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-in-pista/video/giro-di-pista-aston-martin-vantage-ecco-il-tempo-a-vairano- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21460/poster_002.jpg A Ginevra con Paolo Massai: le elettriche del Salone http://tv.quattroruote.it/eventi/ginevra-2019/video/elettriche-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21459/poster_003.jpg A Ginevra con Paolo Massai: l'aerodinamica stradale migliore del mondo! http://tv.quattroruote.it/eventi/ginevra-2019/video/aston-martin-valkirie-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21414/aston 003.jpeg Aston Martin 003 accanto alla gigantesca Lagonda All Terrain http://tv.quattroruote.it/eventi/ginevra-2019/video/aston-martin-003-accanto-alla-gigantesca-lagonda Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21410/WhatsApp Image 2019-03-06 at 09.15.16.jpeg Aston Martin Valkyrie, tutti i dati dell'hypercar della Red Bull http://tv.quattroruote.it/eventi/ginevra-2019/video/aston-martin-valkyrie-tutti-i-dati-dellhypercar-della-red-bull Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21024/20180626_125654.jpg Il mio nome è Aston. Aston Martin. Sono la nuova DB11 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/aston-martin-db11-def-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21022/poster_005.jpg Teaser - Le prime immagini della Aston Martin DB11 http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/teaser-le-prime-immagini-della-aston-martin-db11 Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20644/poster_007.jpg Giro di pista: l'Aston Martin DB11 V8 Coupé al Vairanoring http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-in-pista/video/giro-di-pista-l-aston-martin-db11-v8-coup-al-vairanoring Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/20562/Matteo_Valenti -2-.jpg Abbiamo guidato la Aston Martin DB11 AMR! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/abbiamo-guidato-la-aston-martin-db11-amr- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20176/aston martin valkyrie1.jpeg Aston Martin Valkyrie AMR Pro, altro che ibrido! http://tv.quattroruote.it/eventi/ginevra-2018/video/aston-martin-valkyriemov Eventi

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca