Jaguar Land Rover - Bike Sense, l'auto ti avverte se si avvicina una bici [video] - Quattroruote.it
Sicurezza

Jaguar Land Rover
Bike Sense, l'auto ti avverte se si avvicina una bici [video]

Jaguar Land Rover
Bike Sense, l'auto ti avverte se si avvicina una bici [video]
Chiudi

Cresce la pattuglia di Costruttori automobilistici che si impegnano nella protezione preventiva di ciclisti e soggetti deboli della strada: dopo la Volvo, che ha presentato al CES di Las Vegas la sua proposta "cloud-based", è la volta di Jaguar Land Rover, che oggi ha annunciato il Bike Sense, primo frutto di una ricerca volta a ridurre gli incidenti con biciclette e motocicli.

Bike Sense, il campanello in auto. Quando i sensori dell'auto riconoscono l'approssimarsi di un mezzo e lo identificano come un veicolo a due ruote, inviano l'informazione all'elettronica di bordo, che predispone l'alert per l'automobilista: il Bike Sense produce un avviso immediatamente riconoscibile per il cervello umano, riproducendo (tramite l'altoparlante più vicino al mezzo in avvicinamento) il suono prodotto dal campanello di una bici o dal clacson di un motociclo.

Il "tap" del sedile e gli avvisi luminosi. Al contempo, la parte superiore del sedile dà un "colpetto" alla spalla - destra o sinistra, a seconda della provenienza del mezzo - di chi guida, contribuendo a restituire un'idea "localizzata" del potenziale pericolo. L'avviso luminoso è affidato a elementi a Led posizionati lungo la linea di cintura, la plancia e il montante anteriore, che si illuminano di ambra e poi di rosso con l'avvicinarsi del veicolo. Queste luci dinamiche possono inoltre indicare con la loro progressiva accensione la direzione che sta prendendo il mezzo.

Allarmi intelligenti e selettivi. In un contesto urbano particolarmente affollato, il Bike Sense è capace di "scegliere" tra i potenzialmente numerosi pedoni, ciclisti e motociclisti quello più vicino, su cui concentrare l'attenzione dell'elettronica e - di riflesso - del guidatore. In questo modo viene evitato un surplus di informazioni acustiche e visive che avrebbe solo un effetto controproducente.

Vede dove non arriva l'occhio umano. Il nuovo sistema del Costruttore britannico può anche individuare i soggetti deboli quando sono nascosti dietro un altro veicolo e non si trovano dunque nel campo visivo di chi guida. Il Bike Sense, inoltre, ha una funzione proattiva: se l'automobilista ignora i suoi avvisi e aziona l'acceleratore, il pedale trasmette immediatamente una vibrazione e pone un ostacolo all'ulteriore pressione, inducendo chi guida ad alzare istintivamente il piede.

L'alert per l'apertura delle portiere. Anche quando la vettura è ferma, il sistema rimane in funzione: il Bike Sense comprende un allarme specifico per prevenire l'apertura delle portiere quando avverte l'approssimarsi di un ciclista. Anche in questo caso, se gli avvisi vengono ignorati, scatta un livello successivo di "allarme", che illumina e fa vibrare le maniglie per impedire il loro azionamento.

Fabio Sciarra

COMMENTI

  • Ok tutti avvisi agli automobilisti, ma una scossa elettrica a 220V da trasmettere sotto la sella dei ciclisti ogni volta che violano il codice della strada no??? Forse non è praticabile perchè dopo 200 metri dalla loro partenza sarebbero già tutti inceneriti.......
  • Finalmente un dispositivo che avverte dei ciclisti aspiranti suicidi. Spero si diffonda presto tra i costruttori e in tutte le categorie.
  • Da impazzire in città o paesi con tanti bici... così spegni il sistema e poi ti dimentichi di stare attento alle bici...
     Leggi risposte
  • La foto col guidatore col cellulare in mano e' da censurare immediatamente.
     Leggi risposte