Sicurezza

Auto a metano
Esplode una bombola durante il rifornimento

Auto a metano
Esplode una bombola durante il rifornimento
Chiudi

La scorsa settimana, a Duderstadt, a nord di Francoforte, è esplosa una delle bombole di metano di una Volkswagen Touran mentre il proprietario faceva il pieno: nello scoppio, l'automobilista è rimasto ferito. Adesso la Aral, la Esso, la Shell e la Jet, le principali compagnie petrolifere che vendono il gas naturale sul territorio tedesco, hanno deciso di sospendere i rifornimenti in attesa che si faccia maggior chiarezza sulle cause dell'esplosione. Sino ad allora, i circa 100.000 automobilisti tedeschi che possiedono un'auto a metano non potranno fare rifornimento presso gran parte delle 900 stazioni di servizio che lo vendono e dovranno dunque andare a benzina. La drastica presa di posizione dei petrolieri arriva dopo che già in passato, a Wolfratshausen, vicino a Monaco di Baviera, aveva ceduto la bombola di un'altra Touran.

Partito il richiamo. Dopo il primo incidente, la Volkswagen aveva disposto il richiamo di circa 6.700 esemplari venduti (compresi Caddy e Passat), di cui 3.900 solo in Germania, tutti prodotti tra il 2006 e il 2009. Secondo le indiscrezioni raccolte dalla stampa tedesca, l'esemplare di Duderstadt, non avendolo ancora effettuato, poteva avere dei principi di corrosione delle bombole che ne avrebbero compromesso la sicurezza.

Problema tedesco. Il problema della corrosione, tuttavia, è una faccenda solo tedesca. Questo perché, in base alle norme europee, è possibile effettuare la revisione periodica delle bombole mediante una semplice ispezione esterna per individuare eventuali punti compromessi dalla ruggine. In Italia, invece, ogni quattro anni, le bombole vengono smontate e sostituite con altre di rotazione, collaudate e certificate dalla Sfbm (Servizi fondo bombole metano), eliminando così ogni rischio. Una procedura, quella italiana, a lungo osteggiata in sede europea, ma che, a quanto pare, ha la sua ragione di esistere.

Luce verde in Italia. Tant'è vero che il richiamo disposto dalla Volkswagen non riguarda gli esemplari venduti nel nostro Paese sui quali, si presuppone, siano già state sostituite le bombole anche più di una volta durante le revisioni quadriennali.

Cosimo Murianni

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Auto a metano - Esplode una bombola durante il rifornimento

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it