Sicurezza

Codice della strada
Dalle bici contromano al divieto di fumo, le modifiche allo studio

Codice della strada
Dalle bici contromano al divieto di fumo, le modifiche allo studio
Chiudi

Come quasi sempre accade all’inizio della legislatura, soprattutto quando c’è un cambio di maggioranza, le proposte di legge fioriscono. Sta capitando anche in materia stradale. Nei mesi scorsi il Parlamento ha già legiferato su alcune novità, tra tutte i seggiolini antiabbandono, che arriveranno entro l’1 luglio, e l’inasprimento delle sanzioni per chi guida senza assicurazione, operativo dal 14 dicembre. Per non parlare della possibilità di accesso alle Ztl da parte delle auto ibride, entrata in vigore l’1 gennaio e la stretta sulle targhe estere, operativa dal 4 dicembre. Molte altre, invece, su tutte l’innalzamento del limite di velocità a 150 km all’ora nelle autostrade, di cui si è molto parlato nei mesi scorsi, sono finite in proposte di legge di modifica del Codice della strada.

Testo unificato. In questi giorni molte di quelle iniziative sono state raggruppate in un documento attorno al quale la Commissione trasporti della Camera inizierà a discutere nelle prossime settimane nel tentativo di trovare una sintesi. Alcune di queste proposte, peraltro, giacciono in Parlamento da tempo e non hanno mai visto la luce. Per esempio, la possibilità di andare contromano in bicicletta nelle zone 30 delle strade urbane, di cui si discute da anni. Stavolta si va oltre e il legislatore ipotizza persino di far circolare i ciclisti sulle corsie preferenziali per bus e taxi.

Sigarette vietate al volante. Ma ce n’è per tutti i gusti, dal divieto generalizzato di fumo al volante, attualmente previsto solo in presenza di bambini o donne in gravidanza, ai, sempre a proposito di gravidanza, parcheggi riservati a donne incinte (che peraltro molte amministrazioni locali hanno già istituito di loro iniziativa). Previsto, e anche di questo si parla da tempo, un inasprimento delle sanzioni per chi guida con il telefonino e, come già accennato, l’aumento del limite di velocità a 150 km/h nei tratti di autostrada con caratteristiche di particolare sicurezza.

Segway e hoverboard su strada. Il conto alla rovescia è già scattato, invece, per la circolazione su strada di Segway, hoverboard e monopattini elettrici. La novità, prevista dalla legge di bilancio, sarà disciplinata da un decreto ministeriale a cui da qualche tempo stanno lavorando i tecnici del dicastero di piazza di Porta Pia e che vedrà la luce nelle prossime settimane. Da alcune indiscrezioni pare che la circolazione di questi veicoli sarà limitata alle zone 30 delle strade urbane.

Tutte le possibili novità. Ma vediamo nel dettaglio, in ordine alfabetico, i principali contenuti dei provvedimenti. Che, lo ricordiamo, sono solo testi preliminari attorno ai quali inizierà la discussione in commissione trasporti alla Camera. Dunque, non solo è ovvio aspettarsi modifiche, ma è lecito prevedere tempi lunghi prima che alcune o tutte queste possibili novità entrino in vigore.

Ambulanze
Sulle autoambulanze sarà consentito il trasporto di un accompagnatore, ma solo se lo chiederà la persona soccorsa.

Assicurazione
La documentazione fotografica prodotta da autovelox e telecamere costituirà atto di accertamento ai fini della circolazione senza copertura Rc, indipendentemente dal fatto che i relativi dispositivi siano omologati per l'accertamento automatico della violazione.

Autovelox
Tra il segnale indicante l’obbligo di riduzione della velocità e l’apparecchio dovranno esservi almeno 300 metri.

Autotrasporto
Gli autocarri di prima immatricolazione con massa complessiva a pieno carico di 3,5 tonnellate adibiti al trasporto di merci pericolose dovranno essere dotati di sistemi di cruise control adattivo con frenata d'emergenza, di sistemi di frenata automatica anticollisione, di dispositivi di controllo della stabilità del veicolo, di un sistema contro i colpi di sonno e l'abbandono della corsia di marcia e di allarme in caso di perdita del controllo da parte del conducente.

Attraversamenti pedonali
Gli attraversamenti pedonali privi di semaforo ove siano accaduti incidenti mortali o con feriti negli ultimi cinque anni dovranno essere dotati di appositi segnali luminosi di pericolo e di prescrizione nonché di sistemi di videosorveglianza. Ma solo se sono situati in prossimità di luoghi particolarmente frequentati da pedoni (scuole, presìdi sanitari, centri per anziani o uffici pubblici).

Biciclette
All’interno dei centri abitati, nelle cosiddette zone 30, potrà essere consentita, con ordinanza del comune, la circolazione dei ciclisti anche in senso opposto a quello della marcia degli altri veicoli. Ciò, però, dovrà essere adeguatamente segnalato aggiungendo ai segnali verticali di divieto e di obbligo un apposito pannello integrativo che indichi l’eccezione per le biciclette.
Sarà consentito l’accesso e la circolazione di biciclette anche sulle corsie riservate e protette a condizione che “sussistano idonee condizioni di sicurezza”.
Durante la marcia i ciclisti dovranno indossare e un casco protettivo omologato. La multa per chi violerà questa norma sarà di 80 euro.
Sarà consentita la sosta sui marciapiedi e all’interno delle aree pedonali, in mancanza di apposite attrezzature di parcheggio, a condizione che la bici non sia di intralcio ai pedoni e non sia parcheggiata lungo i percorsi tattili per i disabili visivi.
Nelle intersezioni semaforiche delle strade di nuova costruzione o nei casi di rifacimento della segnaletica, il proprietario della strada potrà predisporre una linea di arresto riservata alle biciclette avanzata rispetto alla linea di arresto dei veicoli.
Saranno considerate biciclette anche i “mezzi elettrici, concepiti per il trasporto di una sola persona di età non inferiore a sedici anni, con bilanciamento assistito ovvero dotati di due ruote in asse, con sistemi e sottosistemi di sicurezza ridondanti, che hanno una velocità massima di 20 km/h con possibilità di autolimitazione a 6 km/h”.

Comunicazione punti
Nel caso in cui il proprietario del veicolo riceva un verbale di violazione di una norma che prevede perdita di punti, la comunicazione delle generalità del trasgressore dovrà essere fatta, entro sessanta giorni, solo se quest’ultimo è diverso dal proprietario.

Disabili
I disabili non dovranno pagare la sosta, nelle aree di parcheggio a pagamento, se gli stalli loro riservati saranno occupati.
Le macchine per uso di persone invalide, se dotate di motore, potranno transitare sulle piste riservate alle biciclette in caso di necessità.
Gli attraversamenti pedonali semaforizzati saranno dotati di segnalazioni acustiche o tattili (o entrambe) e di una pavimentazione “che agevoli l’individuazione delle segnalazioni medesime, al fine di agevolare la mobilità dei soggetti portatori di handicap, e in particolare dei soggetti non vedenti”.

Foglio rosa
L'autorizzazione a esercitarsi su strada resta valida per sei mesi, ma è prorogata di tre mesi nel caso in cui le prove orali o pratiche non siano state svolte per cause indipendenti dal candidato.
Le persone in possesso di foglio rosa per le patenti di categoria AM, A1, A2 e A possono sempre esercitarsi con i corrispondenti veicoli senza che su di essi debba prendere posto un’altra persona in funzione di istruttore.

Fumo
Il conducente non potrà fumare durante la guida. La multa sarà di 83 euro.

Limiti di velocità
Il limite massimo di velocità in autostrada sarà innalzato a 150 km/h “in relazione alle caratteristiche progettuali ed effettive del tracciato”. Non cambiano le condizioni attualmente previste:sempreché lo consentano l'intensità del traffico, le condizioni atmosferiche prevalenti ed i dati di incidentalità dell'ultimo quinquennio”. E a condizione che l'autostrada sia dotata di dispositivi di misurazione della velocità media.
Sale da 80 a 100 km/h la velocità massima in autostrada per gli autotreni costituiti da un autoveicolo di categoria M1 (autovettura) o N1 (autocarro) che traina un rimorchio di categoria O1 o O2.

Motocicli e ciclomotori
Non più solo il casco. Chi si metterà alla guida di ciclomotori e motocicli dovrà indossare anche “un abbigliamento tecnico protettivi omologato”.
I motocicli con motore elettrico di potenza fino a 11 kW non potranno accedere in autostrada.

Patente
Aumentano alcuni limiti di età per la guida di veicoli. In particolare passa da 65 a 68 anni l’età massima per guidare autotreni e autoarticolati con massa complessiva a pieno carico superiore a 20 tonnellate. Questo limite potrà essere elevato, di anno in anno, fino a 70 (attualmente è 68) a condizione che il conducente consegua uno specifico attestato sui requisiti fisici e psichici a seguito di visita medica specialistica annuale.
Passa da 60 a 65 anni, invece, il limite per guidare autobus, autocarri, autotreni, autoarticolati, autosnodati, adibiti al trasporto di persone. Anche in questo caso il limite può essere elevato, anno per anno, fino a 70 anni (adesso è 68) se il conducente consegue uno specifico attestato sui requisiti fisici e psichici a seguito di visita medica specialistica annuale.

Pubblicità sulle strade e sui veicoli
Sale da 422 a 1.389 euro la sanzione per chi viola la norma che vieta la pubblicità lungo le strade o sui veicoli (tranne quelli in cui sia ammessa, per esempio i mezzi pubblici). Scende da 1.389 a 422, invece, la sanzione per chi viola le autorizzazioni alla pubblicità concesse.

Segnali stradali “sociali”
Tra i segnali di indicazione (per esempio quelli di preavviso, di direzione, di identificazione della strada o del centro abitato) si propone di ammettere “segnali che indicano messaggi sociali e di sensibilizzazione”.

Semafori
Il Codice della strada attuale non fissa la durata delle luci semaforiche, che dipendono dalla tipologia di intersezione e dal traffico che vi insiste. La proposta introduce una durata minima, per la luce gialla, di 5 secondi (attualmente le norme tecniche ne prevedono almeno 3). Non solo. poco prima che si accenda il verde, a luce rossa ancora accesa si accenderà anche la luce gialla “con significato di preavviso di via libera”;

Slitte
Nel Codice della strada debuttano le slitte. “Nelle località e nei periodi di tempo in cui è consentito l'uso delle slitte, queste possono essere destinate al servizio di piazza (taxi, ndr)”. Tali slitte dovranno avere, oltre alla targa, anche una seconda targa con l'indicazione "servizio di piazza". Gli animali dismessi dal servizio, si legge nel testo, saranno collocati “in strutture espressamente individuate, sentite le principali associazioni di protezione animale riconosciute dal Ministero della salute”.

Sosta
Previsti stalli di sosta riservati a donne in stato di gravidanza o con un figlio di età non superiore ad un anno (ma c’è chi propone tre anni, a condizione che sull’auto vi sia un non meglio specificato “contrassegno famiglia”).
Per chi parcheggia negli spazi riservati alla fermata dell’autobus, nelle corsie riservate ai mezzi pubblici, negli spazi riservati alla sosta degli invalidi e negli spazi riservati alla ricarica di veicoli elettrici è adesso prevista la perdita di due punti. E la sanzione sale da 87 a 161.
Prevista la rimozione per i veicoli non adibiti al servizio di car sharing che sostano negli stalli riservati al car sharing.

Telefono
Non più solo “radiotelefono”. La proposta di legge estende il divieto anche a “smartphone, computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento della mani dal volante”.
La multa passa da 165 a 322 euro (ma c’è chi propone 422 euro) e sarà accompagnata dalla sospensione della patente da uno a tre mesi e dalla perdita di 10 punti (attualmente sono cinque).
Alla seconda violazione in un biennio la multa salirà a 319 euro (ma c’è chi propone 644) e la sospensione della patente sarà da due a sei mesi.

Utenti vulnerabili
L’attuale codice definisce “utente debole della strada” il pedone, il disabile in carrozzella, il ciclista e tutti coloro i quali meritino una tutela particolare dai pericoli derivanti dalla circolazione sulle strade. Il testo introduce gli utenti vulnerabili: conducenti di ciclomotori, motocicli, nonché altri veicoli aperti a due o tre ruote, che meritino una tutela particolare dai pericoli derivanti dalla circolazione sulle strade dei veicoli chiusi a quattro o più ruote o dalla presenza di ostacoli fissi sulla strada.

Veicoli d’epoca e d’interesse storico e collezionistico
La revisione non sarà più biennale ma quadriennale. In caso di reimmatricolazione di veicoli già iscritti al Pra e cancellati d’ufficio o a richiesta del precedente proprietario, il proprietario potrà ottenere targhe e libretto di circolazione uguali agli originali della prima iscrizione al Pra, indipendentemente dalla difformità di grafica e di formato di tali documenti rispetto a quelli attuali.
Infine, si allarga la platea dei veicoli d’interesse storico e collezionistico: potranno esserlo anche i ciclomotori le macchine agricole.

Veicoli per raccolta rifiuti
Per la guida dei soli veicoli per il trasporto e la raccolta di rifiuti di massa massima autorizzata non superiore a 7.500 kg basterà la patente B.

COMMENTI

  • Vorrei sapere di chi è l'idea di far circolare le bici in contromano in città, a parte il fatto che fanno già come vogliono, non capisco l'utilità di questa manovra. Sempre a proposito di bici, la via Dei Laghi che va da Ciampino a Velletri (Lazio), soprattutto nei giorni festivi, è latteralmente invasa da ciclisti maleducati che viaggiando in gruppi affiancati di due o più elementi invadono letteralmente la carreggiata. Visto che questa stretta via ha già fatto diverse vittime propongo di proibirne la circolazione a tutte le bici.
  • Anch'io penso che far indossare un abbigliamento speciale per moto sia una violenza a tutti e specialmente a coloro che usano lo scooter in città per andare in ufficio, col l'obbligo magari giacca e cravatta. Trovo inoltre pericolosissimo autorizzare la biciclette ad andare contromano anche nelle zone 30. E' assurda questa permissività di stile ecologico. Ah, il ciclista dovrà indossare una tuta adeguata?
  • Alcune buone altre no. Uno che guida un cinquantino non può indossare protezioni stile pilota da moto gp e andare a 40 all'ora...per lo meno alzate il limite... fumare ormai si puo solo a casa propria...sai che distrazione in macchina...
  • Da quello che ho letto,elevare il limite velocità a 150 km/ora sarà facoltativo ergo:sarà la concessionaria a deciderlo e non un obbligo pertanto dubito che una concessionaria alzi il limite per poi in caso di incidente rispondere a chi intenterà una causa.Come durante i lavori che mettono un limite di velocità di 10 km/ora che praticamente vuol dire andare a "passo d'uomo" perché in caso di incidente,sarà facilmente dimostrabile che se il veicolo avesse viaggiato a 10 km/ora,non sarebbe successo nulla.Idem per le bici contromano.
  • Diritti e doveri, per le auto e per le bici, se queste viaggiano in strada mentre alla loro dx è presente una pista ciclabile, multiamo o no il ciclista? Oggi no, domani? Utilizzo smartphone in auto e in bici, multiamo in base alla possibile gravità dei danni o alla stessa mancanza di buon senso? Lo vieterei in assoluto, mentre le auto diventano sempre più sicure, i conducenti a causa degli smartphone lo sono sempre meno. Limite di 150 km/h ok, ma da valutare bene i cosiddetti vincoli.
  • in verità sulla strada ciclisti, scooteristi e pedoni sono quelli che ignorano e se ne buggerano del CdS; hanno già introdotto la norma del sorpasso di ciclista a distanza di 1.5m come se l'automobilista avesse un distanziometro, e ora vorrebbero proibire di fumare in auto "perché distrae". a questi geni è venuto in mente che telefoni e navigatori distraggono molto di più?. quanto ai 150km/h penso sia una stupidaggine pazzesca; io introdurrei la velocità differenziata per tipo di veicolo e soprattutto, pene severe per il mancato rispetto della distanza di sicurezza
  • Mi auguro vivamente che il limite dei 150 in autostrada venga una volta per tutte approvata perche' e' assurdo il limite dei 130 : e' troppo limitante....e' solo un modo per tirare su soldi con l autovelox
     Leggi risposte
  • Negli altri paesi c'è più rispetto delle regole da parte di automobilisti e ciclisti.Da noi le bici sono milioni in circolazione ma non credo le sanzioni comminate siano direttamente proporzionate al parco circolante come avviene per le auto ergo:i ciclisti sono tutti più rispettosi delle regole del c.d.s?A Bologna vanno sotto i portici in velocità passando rasenti a porte e negozi ed è successo che hanno fatto cadere persone e a meno non siano caduti anche loro,scappano senza fermarsi perché non essendo assicurati,i danni dovrebbero pagarli di persona e se gli dici di rallentare o di andare per strada molti,ti mandano a quel paese con gestacci.Lo scorso anno per far vedere che la legge è uguale per tutti,per un paio di settimane vigili in borghese hanno fermato e multato chi andava sotto i portici,contro mano o non avevano il fanale che è obbligatorio assieme al campanello anche di giorno.Apriti cielo:sui giornali proteste perché"noi non inquiniamo.."Mi aspetto per par condicio che un domani chi ha una auto elettrica si comporti come gli pare perché "io non inquino".
  • Sono appena andato in città per una commissione. Il primo ciclista che ho incontrato veniva contromano. Il secondo è sbucato da uno Stop senza fermarsi e senza nemmeno guardare se arrivava qualcuno (e difficilmente l'avrebbe visto, dato che portava il cappuccio). Il terzo è passato col rosso, anche lui senza neppure guardare. Nessuno portava casco o giubbetto.
     Leggi risposte
  • Sono anche io stupefatto dalla norme pro ciclisti. Già ora essi circolano ,nella stragrande maggioranza, su strada e sui marciapiedi senza alcun buonsenso e quindi creando pericoli per se è sopratutto per gli altri. Nella stragrande maggioranza i loro mezzi sono privi di luci e catarifrangenti con aumento del pericolo nelle ore notturne.Forse se li si vuole favorire oltre a norme di questo tipo sarebbe bene dar loro un educazione sulle leggi che regolano la circolazione e sanzionarli se non le rispettano.
     Leggi risposte
  • Bella idea le bici contromano:già lo fanno ora ma un domani si sentiranno ancor più autorizzati a fare quello che vogliono.Si dovrà affrontare un incrocio con strada a senso unico guardando anche dalla parte dove le auto non potranno provenire perché rischierai di impattare contro un ciclista che arriva a tutta velocità,sbucando da una auto parcheggiata a filo incrocio:cosa vietata e ancor peggio di notte dove quasi tutti non hanno il fanale e te ne accorgi a pochi mt e se gli provochi lesioni gravi:patente sospesa e processo.Almeno ora se impattavi contro un ciclista contromano in teoria avresti ragione ma un domani...Con tutta questa libertà ai ciclisti,li obbligherei ad avere un targhino e assicurazione.
     Leggi risposte
  • Non sono assolutamente d'accordo alle bici in contromano e davanti alle auto al semaforo. Ma dove vive chi propone queste norme?
     Leggi risposte
  • Si vede che le norme del codice della strada vengono scritte da chi viaggia con l’auto blu e l’autista
  • Cose assurde, le bici davanti alle auto al semaforo !!! ma son matti !
  • Norme demenziali pensate da nerds che non hanno mai guidato in vita loro... dove andremo a finire?
  • Le biciclette devono godere di alcuni privilegi, ma sempre nel limite del buon gusto, salvaguardando soprattutto i pedoni. Per esempio, vietare il fumo guidando è cosa abbastanza ovvia, senza guida autonoma, tralasciando la follia generalizzata di usare il cellulare guidando.
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca