Tesla: depositata istanza per un'indagine su 500 mila veicoli - Quattroruote.it
Sicurezza

Tesla
Usa, 500 mila elettriche a rischio indagine

Tesla
Usa, 500 mila elettriche a rischio indagine
Chiudi

La National Highway Traffic Safety Administration degli Stati Uniti potrebbe avviare un'inchiesta su 500 mila veicoli della Tesla. Al momento, l'agenzia federale statunitense ha solo deciso di esaminare la richiesta di aprire un'indagine sui modelli interessati da un difetto all'acceleratore. 

127 denunce. L'istanza menziona 127 denunce presentate alla stessa Nhtsa per l'improvvisa accelerazione di 123 veicoli e cita 110 incidenti con 52 feriti. I modelli segnalati sono le Tesla Model S vendute dal 2012 al 2019, le Tesla Model X dal 2016 al 2019 e le Tesla Model 3 dal 2018 al 2019. L'esame della richiesta di indagine potrebbe comunque avere tempi lunghi alla luce di un'analoga petizione presentata a metà settembre da uno studio legale per conto di alcuni proprietari di Tesla. La Nhtsa ha confermato solo a ottobre di aver avviato l'esame della pratica ma non ha ancora annunciato l'inizio di un'indagine ufficiale. All'agenzia è stato chiesto di verificare se la Tesla avrebbe dovuto richiamare, lo scorso maggio, duemila Model S e Model X commercializzate dal 2012 al 2019 per il rischio di incendio alle batterie, invece di procedere solamente con un aggiornamento on-air del software di controllo del sistema di alimentazione. L'esame della richiesta risulta al momento sospeso nonostante le ipotesi su un problema non limitato a soli duemila veicoli.  

Le indagini della Nhtsa. Per la Tesla, le indagini dell'agenzia non sono, comunque, una novità. La scorsa settimana, l'Nhtsa ha avviato un'indagine su un incidente del 29 dicembre in cui una Model 3 si è scontrata con un mezzo dei pompieri in Indiana, provocando il decesso di un passeggero. Si tratta del 14esimo sinistro finito nel mirino del programma speciale di monitoraggio condotto dai funzionari di Washington per verificare le presunte responsabilità del sistema Autopilot o di altre tecnologie avanzate per l'assistenza alla guida. 

COMMENTI

  • Birniani puó provare che io e Buratti siamo la stessa persona? No. 1) Sono d´accordo. 2) Se stessimo parlando di pizza, e poi le dicessi che il barolo é fatto con l´uva nera; é vero che sono andato fuori tema ma ho detto una cosa vera. 3) e 4) Citi delle fonti. Nessuno la obbliga a venire qua a commentare, e se ha meglio da fare, lo faccia. I suoi gusti non sono quelli di Quattroruote, e se Quattroruote non ritiene di moderare diversamente il Forum, se ne faccia una ragione. Vede le cito un fatto accaduto in televione: una nota giornalista, al politico di turno che stava parlando, perché stava esponendo opinioni diverse dalle sue, le disse che le avvrebbe tolto il microfono. Il politico rispose: certo che lei puó far spegnere il microfono ma non puó togliere il voto agli italiani.
  • Buratti insiste con la sue mancanze intellettuali. Infatti ha sempre dato retta agli short sellers.
  • Io invece di cose ne dico solo una: persone vergognose, inette, ottuse, e che neanche davanti a prove schiaccianti non ammettono di essere state ignoranti, così non ne ho mai viste. https://www.nytimes.com/2010/09/19/business/19autos.html https://www.bbc.com/news/business-12072394 Google immagini digitare : lexus crash 2009
  • Infatti fu un attacco mediatico alla Toyota che cominciava la scalata alla vetta mondiale delle vendite. I giapponesi preferirono pagare pur di non dilungare troppo la questione. Ma Buratti / Cera, niente, credono alle bufale e dicono il contrario.
     Leggi risposte
  • Buratti e Cera (stessa persona), ricapitolo e concludo: 1) Nessuno sa se c'e' un difetto nelle vetture Tesla. Se/quando ci sara' un' investigazione ne sapremo di piu'; 2) L'episodio riportato da Buratti riguarda Lexus ed e' del 2010, fuori tema; 3) Detto episodio e' impossibile, basta provare ad accelarare e frenare allo stesso tempo per capire che e' impossibile accada quello che sostiene Buratti (a meno che contemporaneamente l'acceleratore , per magia, venga schiacciato a tavoletta ed i freni non funzionino) ; 4) L'episodio e' notoriamente falso, come riportato da ogni testata seria (cioe' non il gazzettino della zappa agricola che il Buratti legge avidamente). In ogni caso, non c'e' verso di convincervi con i fatti. Cosi' come non puoi convincere quelli che pensano che la terra e' piatta o i vacini fanno male o lo sbarco sulla luna e' un'invenzione o 9/11 e' un complotto Sionista o, addirittura, il diesel gate e' un' invenzione degli americani per danneggiare l'industria Europea. Quindi, meglio rinuciare a discutere con voi 'left behind', non siete recuperabili. Tuttavia, continuero', se mi capita di leggere le fandonie e bestialita' che piantate a destra e a manca e compatibilmente col tempo che ho a disposizione (non e' che posso monitorare il forum, dovrebbe farlo Quattroruote), a sbugiardarvi con fatti e numeri.
  • Vede Birniani, Buratti si é preso del tempo prima di risponderle. Deduco, perché si é informato e ha verificato le fonti prima di citarle. Leggendo la risposta di Buratti, il caso di Lexus/Toyota presenta una logica dei fatti, che ritengo veritiera. Lei, al contrario, butta lí link, pezzi di notizie, estrapolandole dal contesto, contando sul fatto che la gente le creda, senza verificarle. Purtroppo, per lei, il mondo é diverso, fatto di gente che non crede a tutte le bufale che compaiono in Internet.
  • Lei Birniani invece le consiglio di studiare un po di storia automobilistica perchè dimostra di essere come i genialoidi che leggono il titolo e 4 righe pensano di sapere tutta la vicenda. Legga bene Birniani e prima di scrivere si assicuri di aver capito. Per il gruppo Toyota il mercato Usa è sempre stato ed è quello delle “uova d’oro”. Oltre 6 milioni di veicoli (su 10) vendeva/vende in quel mercato e Lexus era in quegli anni e da tempo il simbolo incontrastato dell’eccellenza tanto che Bmw e Mercedes gli facevano una pxxxa. Quindi il fatto di trovarsi in una bega gigantesca portò la allora dirigenza ( ignorante e piena di feccia ) a “depistare” le indagini nel tentativo di limitare danni. Infatti nel link che mi ha fornito si capisce nel passo : “ Inizialmente Toyota ha risposto alle improvvise accuse di accelerazione involontaria dicendo che i tappetini del pavimento potevano rimanere incastrati sotto il pedale dell'acceleratore.” Poi dopo le prime indagini e per il fatto che immediatamente dispose massicci richiami, si legge di seguito nel link “Successivamente Toyota ha annunciato una serie di richiami in tutto il mondo che coinvolgono milioni di automobili, tra cui alcune per assemblaggi di acceleratori potenzialmente difettosi.” Questa fu la mazzata finale e si tagliò le pxxxe da sola perchè quando un gigante comincia a barcollare nel tentativo di confondere le acque con all’orizzonte la previsione massicci risarcimenti, un sacco di avvoltoi (sopratutto negli States) spuntarono da ogni dove reclamando anche cose non dovute. Simulazioni di falsi incidenti, denunce di danni morali ed esposizione al pericolo, concessionari che ti facevano lo sconto se ti sbarazzavi della tua Toyota/Lexus ecc.ecc. Quindi per salvare capra e cavoli l’allora neo presidente Achio Toyoda prima fece piazza pulita della feccia dirigenziale, poi si presentò davanti al congresso americano a presentare le proprie scuse e poi stipulò l’accordo che riporta il link : “ La società afferma che l'accordo riguarda complessivamente 16 milioni di proprietari di veicoli con comandi elettronici dell'acceleratore, indipendentemente dal fatto che facciano parte o meno dei richiami. Ha letto ben Birniani ? COMANDI ELETTRONICI DELL’ ACCELERATORE. E per il fatto che in tutti questi anni non hanno trovato Bug nell’elettronica è perchè semplicemente il difetto stava nell’assemblaggio dell’acceleratore che generava segnali errati. Questa Birniani è STORIA, perchè postare link a casaccio ma essere storicamente ignoranti si fa il quadruplo della figura di mxxxa. Quindi la sua frase “Se proprio non lo capisci, te lo spiego io” se la metta dove ho suggerito a Blundo di mettersi il tappetino. Molto probabilmente questa storia finirà a tarallucci e vino ma non è questo il fatto, il fatto che Tesla sia supportata da gente fanatica, supponente, altezzosa, ottusa, guarnita infine da un forte dose di ignoranza fa veramente schifo. Mamma mia che brutta gente che siete…
  • Per favore basta credere alle favole di automobilisti AMERICANI che per la loro incapacità di condurre un veicolo, vanno a sbattere. Questa ed altre storie simili per quanto strane accadono unicamente negli USA e solo li. Questa storia poi assomiglia tanto a quella della Toyota - Lexus del 2009, solo che li si trattava dei freni che apparentemente non funzionavano. Le vetture delle Toyota sono state controllate persino dalla NASA senza alcun riscontro … nonostante che non vi sia è stata alcuna evidenza di un qualsiasi difetto, i manager giapponesi si sono cimentati in un mea culpa richiamando 7,5 milioni di vetture, con costi miliardari … ps. se vai a sbattere qui in Europa e racconti ai poliziotti la favola della vettura che ha accelerato da sola, finisci ammanettato e ti accompagnano direttamente a fare gli esami tossicologici …
  • La cosa piu' inquietante e' che Buratti spera ardentemente che succeda qualche grosso incidente, idealmente con feriti e morti, per dare addosso a Tesla. Intanto, per fare cio' richiama fake news addirittura del 2010 che rigurdano Lexus, quindi va completamente fuori argomento. Non ne imbrocca proprio una. Buratti, basta avere un po di pazienza e di sicuro Tesla fara', come ha gia' fatto numerose volte, errori che saranno sicuramente censurabili. Il tuo problema e' che se fai sempre il menagramo, inevitabilmente prima o poi ci pigli. Ma la tua previsione, essendo sbagliata il 99.9% dei casi non ha valore.
  • Buratti, ora cerchiamo di essere seri, per una volta. Il caso da te riportato e' veramente succeso ma non e' mai stato accertato un malfunzionamento dell'acceleratore o del controllo elettronico. Dalle fonti che citi, ridicole, si capisce un po' del tuo background e livello culturale, veramente infimo. Non mi stupisco delle tue limitazioni, dei tuoi argomenti fasulli e della tua cattiveria e invidia. Sei uno dei 'left behind', quelli che credono che la causa dei loro problemi siano sempre gli altri e quindi si arrovellano dall'invidia contro i successi altrui. Comunque, visto che hai portato links (di giornali/testate fasulle) e pretendi di citare fatti, ecco un link che e' un po piu' autorevole: https://eu.usatoday.com/story/money/cars/2012/12/26/toyota-unintended-acceleration-runaway-cars/1792477/ Se non sai l'Inglese, prova con Google. Se proprio non lo capisci, te lo spiego io.
  • Buratti non capisce neanche che l'attendibilità di varie testate giornalistiche è abbastanza scarsa. Crede solo a ciò che avvalora la sua mente bacata.
     Leggi risposte
  • Visto che 4R vi ha graziato cancellando il post che avevo postato rimetto qui solo i 2 link : https://www.blitzquotidiano.it/economia/acceleratore-incastrato-lincrocio-prega-cosi-inizio-il-dramma-toyota-233399/ http://altrimondi.gazzetta.it/2010/02/08/il_declino_senza_freni_del_mit/ E adesso dovete stare solo muti…
     Leggi risposte
  • Cari 2 simpatici AMICI, io a questo punto potrei dirvi dietro di tutto, insulti, maledizioni a non finire ma invece no. Perchè rispetto a voi sono un signore e mi limiterò a dirvi che siete solo delle persone vergognose e imbarazzanti per scrivere su questo sito. Innanzi tutto le persone morte furo 4 e non 3 (la mia memoria a volte latita) e questo caso si può definire cruciale per la futura storia di Toyota perchè da questo incidente nacque tutto lo scandalo degli acceleratori e freni difettosi cambiando radicalmente e stravolgendo la struttura manageriale (in meglio) della casa nipponica. Incedente tra l’altro che si poteva evitare perchè la Lexus Es era a noleggio e aveva già avuto in precedenza delle segnalazioni sull’acceleratore (ben 3) da clienti precedenti, ma il noleggiatore ha ignorato il problema. Perfino la Gazzetta ne fece un articolo (uno dei 2 link). Poi nei giorni successivi a questi articoli si scopri che il difetto era il meccanismo e l’elettronica del pedale dell’acceleratore che a random poteva causare l’accelerazione involontaria dell’auto. Quindi BLUNDO lei sa dove può mettersi il suo tappetino, mentre BIRNIANI le consiglio di evitare di risponde ai miei post per almeno un mese se vuole che la sua fragile mente non subisca dei traumi irreversibili. E TORNATE NELLE VOSTRE TANE !!! Ecco i 2 LINK : https://www.blitzquotidiano.it/economia/acceleratore-incastrato-lincrocio-prega-cosi-inizio-il-dramma-toyota-233399/ http://altrimondi.gazzetta.it/2010/02/08/il_declino_senza_freni_del_mit/
  • Buratti e Birniani, non fu una bufala , bensì il tappetino arrotolato sopra l'acceleratore. Buratti ha sempre interesse ad avvalorare bufale e balle del web. E Cera gli va appresso.
     Leggi risposte
  • Quando riuscirete a mettere a posto questo sito allora si che sarà una nuova era...
  • Cara Birniani, anche stavolta a toppato. La bufala di cui parla era per una Prius, sempre per l'acceleratore, ma una Prius. Un avvocato indebitato cercava sull'onda dello scandalo cercava un modo di fare soldi con un risarcimento e ha inscenato la farsa, ma lui è ancora vivo. Quelli della Lexus, 3, sono tutti schiattati per il botto e la telefonata al 911 di uno dei passeggeri era abbastanza breve e concitata. Vada a vendere le patate al mercato, come urlatrice la vedo bene...
     Leggi risposte
  • @Birniani. Lei è "cieca" mentalmente.
     Leggi risposte
  • Vediamo come va questa indagine. Di sicuro Tesla ha sempre preso rischi per innovare. E tuttora la gestione delle batterie e motori e' altamente ottimizzata, direi al limite, con i risultati che tutti sanno: a partita' di kWh Tesla e' 20-30% piu' efficiente della concorrenza. Sull'accelerazione 'spontanea' ho seri dubbi ma vedremo. La possibilita' di fare aggiornamenti OTA cambia tutto. Al contrario di cio' che afferma il Buratti, il solito solone troglodita e retrogrado, mette al ripro da 'richiami' vecchio stile. Faccio notare al Buratti e Cera che forse, con alcuni limitazioni ed una procedura assolutamente macchinosa, finalmente BMW, su alcuni modelli, ha attivato aggiornamenti OTA, prego notare, nel 2020, la Model S e' del 2013...
     Leggi risposte
  • @Blundo. La mia saccenza, sta nell'accettare dati oggettivi, analizzare, capire e ammettere gli errori. Ringrazio Buratti per i suoi post, ai quali, essendo oggettivi, non ricevono risposta dai fans Tesla (così come tanti altri post in passato, anche di altri utenti e del sottoscritto).Tipico quando vengono messi alle strette con dati inconfutabili.
     Leggi risposte
  • L’aspetto interessante del problema delle batterie che hanno preso fuoco apparentemente senza nessun motivo è che la segnalazione alla Nhtsa è stata fatta da diversi clienti che dopo quegli episodi e di un conseguente aggiornamento hanno visto nell’arco del mese successivo un peggioramento della loro autonomia. Sopratutto uno ha visto calare gradatamente la sua autonomia di ben oltre il 20%.Tesla gli ha risposto che era il normale degrado, peccato che il pippino che gli ha risposto non si è “accorto” che l’auto aveva percorso solo 90 mila km. Da qui la denuncia perché, sempre secondo i clienti, Tesla con la scusa dell’aggiornamento di sicurezza sulle batterie starebbe invece nascondendo un difetto delle stesse che avrebbe “risolto” abbassandone l’autonomia. Se da una parte l’aggiornamento in WiFi è vantaggioso questi fatti però mettono in luce la reale possibilità della casa di “manipolare” l’auto (per qualsiasi scopo) all’insaputa del cliente. Vedremo come andrà a finire. Altra cosa che è successa nelle feste è che dopo un aggiornamento dell’app che tiene sotto controllo l’auto molti clienti si sono visti addebitare upgrade non richiesti ma che hanno sonoramente pagato a loro insaputa. Botte da 5 a 10 mila dollari. Questo perchè l’omino che ha progettato l’upgrade a messo furbescamente l’acquisto a un click come default. Così molti maneggiando l’app involontariamente hanno acquistato pacchetti a go go senza saperlo ma Tesla ha dichiarato che non possono essere risarciti. Il Divino, vista la quantità dei casi, ha promesso che si interesserà del caso, magari ci scappa il miracolo…Tutto questo per ribadire quello che ho scritto giorni fa, acquistare un prodotto con tecnologia estremamente proprietaria avrà anche i suoi vantaggi, ma padre padrone comanda e tu stai muto, ubbidisci e paghi…
  • Cara Madame il computer non rileva nessuna mano sul volante ma una “tenuta” che ovviamente le mani con il loro peso esercitano. Infatti per ingannare il computer ed usare l’autopilot liberamente alcuni pirla-fan adottano degli elastici che simulano questa pressione. Lo stesso per l’acceleratore, non rileva la scarpa/piede sul pedale ma una pressione. Ma se il sensore ha un problema e da dei segnali sbagliati, perchè è di questo che si deve verificare, è palese che anche se il pedale non è premuto il computer lo pensa che lo sia e l’auto accelera. Il computer ragiona a valle non a monte. E’ lo stesso problema, sempre che salti fuori e che sia questo, che accadde molti anni fa all’acceleratore elettronico di alcune Lexus. Il pedale non era premuto da nessuno ma la centralina riceveva dal sensore segnali positivi e l’auto andava a manetta. C’è una registrazione di una telefonata in diretta dove un automobilista in autostrada diceva alla polizia che non riusciva a fermarla neanche premendo i freni tanto alcuni dei testimoni videro i dischi infuocati. Per sua sfortuna si schiantò e mori tanto che Toyota ne dovette rispondere al congresso americano.
     Leggi risposte
  • Cera, si ricordi del garage in Norvegia andato a fuoco e tutti avevano dato colpa ad una delle Tesla, riduca la sua saccenza e poi vediamo alla fine dell'indagine. Intanto me la scrivo.
  • @Blundo.Incredibile come non si riesca ad accettare un difetto, come capita a qualsiasi auto del mondo, ma si incolpi subito l'utente. Questo atteggiamento di onnipotenza, perfezione, supponenza, arroganza,non porta altro che ad isolarsi.
     Leggi risposte
  • 'A volte le persone non sono abituate a guidare auto potenti come i veicoli Tesla, che possono essere meno indulgenti quando si preme il pedale sbagliato e le persone non vogliono ammettere il loro errore' tutto può essere, ma sembra più probabile che si tratti di errore umano, dato che pizzicare per un istante per sbaglio l'acceleratore invece del freno è una gran bella botta in avanti con le Tesla
     Leggi risposte



  • FOTO


    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23474/thumbnail_TESLA MODEL Y.jpg Abbiamo guidato la Tesla Model Y, e va alla grande http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/abbiamo-guidato-la-tesla-model-y-e-va-alla-grande Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/912707e8-9df0-4580-a47f-37aa2886da86?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/23474/thumbnail_TESLA MODEL Y.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/23474/thumbnail_TESLA MODEL Y.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/22275/poster_001.jpg Giro di pista - Tesla Model 3 ecco il tempo a Vairano http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-in-pista/video/giro-pista-tesla-model-3-awd-mp4 Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/cd5b4f8e-f346-42bc-9548-d1463cb91548?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/22275/poster_001.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/22275/poster_001.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21969/Thumb tesla model 3.jpg Tesla Model 3: la prova STRUMENTALE definitiva http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/tesla-model-3-la-prova-strumentale-definitiva- Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/ddc2702b-38b5-4b8e-acbc-ceda1851e33b?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21969/Thumb tesla model 3.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/21969/Thumb tesla model 3.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20986/poster_006.jpg Tesla Model 3: fra poco arriva in Europa! http://tv.quattroruote.it/eventi/parigi-2018/video/parigi-2018-tesla-model-3-mp4 Eventi https://video.player.edidomus.it/video/1/2/d4c71a08-b4e2-4f50-97fa-c3b23f4cc7bd?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20986/poster_006.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/20986/poster_006.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20716/poster_0021.jpg Tesla Model 3, l'abbiamo guidata in anteprima! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/anterpima-ecco-la-tesla-model-3-su-strada- Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/d143920e-4343-40c1-91bb-9e728fa925c1?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20716/poster_0021.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/20716/poster_0021.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/18585/poster_011.jpg La nuova Tesla Model X in prova! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/la-nuova-tesla-model-x-in-prova Prove su strada https://video.player.edidomus.it/video/1/2/7446ea00-1f10-4571-ad13-c0599c5f6535?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/18585/poster_011.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/18585/poster_011.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/18245/poster_003.jpg Il crash test IIHS della Tesla Model S http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-iihs-della-tesla-model-s1 News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/0a6a7965-1017-48d4-a378-e76d433188ac?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/18245/poster_003.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/18245/poster_003.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/17883/poster_001.jpg Il nuovo sistema Tesla punta alla guida autonoma http://tv.quattroruote.it/news/video/il-nuovo-sistema-tesla-punta-alla-guida-autonoma News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/76e99f4d-a57c-4b9e-ae67-5b48087dbb7a?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/17883/poster_001.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/17883/poster_001.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/17214/poster_016.jpg La nostra prova della Tesla Model S P90D Performance http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/prova-tesla-model-s-p90d Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/4d2016f3-0b63-4d71-aa48-cd76a01be38c?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/17214/poster_016.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/17214/poster_016.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/17176/poster_009.jpg Elon Musk presenta la nuova Tesla Model 3 http://tv.quattroruote.it/news/video/elon-musk-presenta-la-nuova-tesla-model-3 News https://video.player.edidomus.it/video/1/2/525cbf49-1098-457a-ac93-4915e0bd2425?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/17176/poster_009.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/17176/poster_009.jpg

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca