Sicurezza

Airbag Takata
Negli Usa la Honda conferma un nuovo incidente mortale

Airbag Takata
Negli Usa la Honda conferma un nuovo incidente mortale
Chiudi

La Honda ha accertato un nuovo decesso collegato al malfunzionamento degli airbag della Takata. Negli Stati Uniti, si tratta del diciassettesimo caso di incidente mortale nell’ambito di una vicenda connessa a 26 morti in tutto il mondo, oltre 290 ferimenti, e che ha determinato la più grande campagna di richiamo della storia automobilistica: gli interventi di riparazione hanno interessato circa 100 milioni di dispositivi e coinvolto 19 Case.

Gli accertamenti. L’ultimo episodio fatale è stato comprovato pochi giorni fa. Dopo un’ispezione congiunta con la Nhtsa (l’agenzia federale per la sicurezza negli Usa) la Honda ha confermato che un incidente del 20 agosto avvenuto a Mesa (Arizona), costato la vita al conducente di una Civic del 2002, era dovuto al dispositivo di gonfiaggio difettoso dell’airbag della vettura. Il sistema di gonfiaggio, come spiegato dall’Nhtsa, può esplodere scagliando parti metalliche potenzialmente letali contro i passeggeri in caso di prolungata esposizione all’umidità e ad elevati sbalzi di temperatura.

Non si sa se l’automobilista sia stato avvisato. La Casa giapponese ha dichiarato che le Civic del 2002 sono state richiamate in officina a partire dal 2011 per la sostituzione del dispositivo: almeno 15 notifiche in otto anni, in aggiunta ad altri tentativi per mettersi in contatto, sarebbero state inviate per posta ai proprietari di questo modello registrati alla rete distribuzione americana. L’automobilista deceduto in Arizona non era registrato e non è stato possibile accertare che fosse a conoscenza del richiamo.

Indagini archiviate con multa. Sul finire dell’agosto scorso, la Honda ha concordato il pagamento di 85 milioni di dollari per chiudere le indagini negli Stati Uniti legate all’utilizzo degli airbag potenzialmente difettosi forniti dalla Takata. L’accordo – secondo quanto riferito dalla Casa – è stato raggiunto per evitare i costi di ulteriori contenziosi legali, ma il costruttore non ha ammesso alcun illecito. Dal 2008 la Honda ha richiamato quasi 13 milioni di veicoli negli Usa equipaggiati con airbag Takata, sostituendo quasi 16 milioni di dispositivi.

COMMENTI

  • E` da varie ore che nessuno se ne è accorto, e quindi ora lo segnalo: nella home c'è scritto Civic del 2020, e infatti subito avevo pensato come fosse possibile che ancora li montano ..