Volvo Studio Milano: un altro milione di vite da salvare - Quattroruote.it
Sicurezza

Volvo Studio Milano
Un altro milione di vite da salvare

Volvo Studio Milano
Un altro milione di vite da salvare
Chiudi

Salvare un altro milione di vite umane: è questo l’obiettivo della Volvo, da sempre in prima linea sul fronte della sicurezza, dall’introduzione delle cinture di sicurezza – che appunto, dal 1959 fino a oggi, sono accreditate di aver salvato un milione di automobilisti – fino alla recente introduzione del limite dei 180km/h su tutti i futuri modelli della Casa. Ma da soli non si può. E così, la casa svedese lancia la sfida a tutti i possibili partner e alle istituzioni, per un approccio innovativo e ambizioso. Se n’è parlato in un convegno internazionale, che ha visto esperti del settore, medici e forze di Polizia, ma anche influencer e psicologi, collegati dai cinque Volvo Studio sparsi per il mondo. Da Stoccolma a Milano, passando da Varsavia e Tokyo (mentre l’intervento dagli Usa, causa lockdown, non è stato trasmesso dal Volvo Studio di New York, bensì da Austin, in Texas). Sembra incredibile quanta strada si è fatta da quando le cinture erano addirittura percepite come una “violazione dei diritti umani” (da un articolo del New York Times dell’86), con rimandi sinistri ai negazionisti delle mascherine di oggi, mentre da anni ormai la Safety, ovvero la sicurezza, è entrata al centro del tema mobilità, in generale. Ad aprire il dibattito, i padroni di casa svedesi.

Obiettivo zero vittime. Il vicepresidente di Volvo, Malin Ekholm, responsabile per la sicurezza e direttore del Safety Center di Göteborg, ha ribadito che lo “speed cap” rappresenta esattamente quello che furono 61 anni fa le cinture a tre punti (inventate da Volvo e messe a disposizione di tutti i costruttori, senza brevetto). “Si tratta di fisica”, ha spiegato. “Per fermarsi a velocità superiori occorre troppo spazio e i rischi sono troppo elevati, ingestibili anche dai dispositivi tecnologici più moderni. Distrazioni, condizioni stradali, meteo e luce ci spingono a introdurre sensori in grado di monitorare lo sguardo e i movimenti del guidatore, per garantire la massima sicurezza. Ma nemmeno quello è abbastanza: ci vuole educazione, il fattore principale alla guida, super importante”. Da parte sua, Magnus Granström, dell’ente svedese per la sicurezza stradale, ha sottolineato come sia necessario cambiare prospettiva: non ridurre gli incidenti mortali, ma puntare al loro azzeramento. Peraltro, a livello mondiale, negli ultimi tre anni il numero di morti sulla strada è rimasto stabile a quota 1,3 milioni.

Volvo: Anna e Martin, la storia di un incidente

Seggiolini polacchi. L’approccio alla sicurezza passa anche dalle diverse mentalità dei vari Paesi, e l’influencer polacco Pawel Kurpiewski, in collegamento da Varsavia, ha raccontato la sua esperienza sulla sicurezza dei bambini. Grazie a un centro dove si permette di testare l’efficacia di 450 diversi seggiolini per bambini, è riuscito a convincere migliaia di genitori a usare modelli “rear facing”, dove il piccolo è maggiormente protetto in caso di incidente. Ma il problema resta la quota di persone che inventano scuse come possibili malori “non visti” del neonato, o l’esiguo spazio per le gambe. E, infine, resta il problema dei ragazzi che a 10-12 anni smettono di indossare le cinture. Ancora una volta, l’educazione è al centro.

A scuola dai teen. Da Austin, Texas, Russell Henk, dello Youth transportation program, ha portato l’esperienza dei teenager che insegnano ai loro coetanei sul tema della sicurezza stradale come su quello del fumo. “Bisogna creare ambasciatori delle buone pratiche, far superare ai giovani l’illusione di invulnerabilità, creare la giusta consapevolezza dei rischi”.

Icaro nelle scuole. La sessione internazionale è stata chiusa da Milano, dove Federica Deledda, dirigente Polstrada di Cremona, ha ribadito l’importanza di coinvolgere gli studenti, come nel caso del progetto Icaro, che ogni anno organizza concorsi per coinvolgere i giovani sul tema della sicurezza. “Il paradosso del giovane guidatore porta a farlo sentire immune dai rischi anche dopo un’esperienza molto pericolosa, e qui si deve intervenire”, ha detto. Sull’effetto del Covid-19, inoltre, ha evidenziato la riduzione del 75% di morti sulla strada nel periodo di lockdown, sottolineando come in questo periodo di riapertura si debba puntare a mantenere i benefit, con un nuovo equilibrio tra esigenza di mobilità e sicurezza.

Volvo: la sicurezza dei bambini sui sedili anteriori

Gli interventi da Milano. Dal Volvo Studio di Milano, il dibattito è proseguito con gli interventi di Michele Crisci, presidente di Volvo Car Italia, Danda Santini, direttore di “Io Donna”, Federica Foiadelli, del Politecnico, Federico Semeraro, del reparto di anestesia e terapia intensiva dell'Ospedale Maggiore di Bologna. A moderare l’incontro, il direttore di Quattroruote, Gian Luca Pellegrini, che è partito ricordando il Premio speciale Gianni Mazzocchi assegnato a Lotta Jakobsson, ingegnere biomeccanico alla quale si deve lo studio fatto sui crash test con dummies di bambini e donne incinte, e dagli stessi progetti di Gianni Mazzocchi, fondatore della nostra rivista, che negli anni 60 propose prototipi come la sigma e la Sicura (esposta al Museo dei trasporti di Lucerna), decisamente in anticipo sui tempi sul fronte della sicurezza. Un impegno costante per Quattroruote, che da un anno e mezzo ha introdotto, prima al mondo, i test degli Adas sulla pista di Vairano (PV). Ma il problema resta legato a un parco circolante, in Italia, decisamente vetusto. “Su 40 milioni di auto, la metà sono ante Euro 4”, ha precisato Crisci, che è anche presidente Unrae. “Quando noi e Mercedes abbiamo introdotto l’Abs, c’erano ancora omologatori che non ne capivano il funzionamento, perché non vedevano le strisce della frenata sull’asfalto”, ha raccontato, aggiungendo che “bisogna accelerare nel ricambio di auto, e Volvo lo fa puntando sulla sicurezza, non per ragioni di marketing, ma per un impegno che fa parte del Dna dell’azienda, un vero dovere”. Allo stesso tempo, il presidente Volvo Italia ha sottolineato che la tecnica non potrà mai sostituire i buoni comportamenti, diventando un dispositivo anti-distrazioni.

Basta baracche ai neopatentati. La dirigente della Polstrada ha infine ribadito che l’educazione stradale dovrebbe essere materia scolastica, come stabilisce l’articolo 230 del Cds, e che bisogna superare l’approccio sensazionalistico nel parlare di incidenti, passando invece alla competenza. E sui giovani avverte: “Assurdo mettere in mano ai neopatentati auto usate e vecchie perché 'così se sbatte non c’è problema'". I dati, d’altra parte, parlano chiaro: secondo l’Istat, nel 2019 ci sono stati 3.173 morti per incidenti, di cui il 73,8 su strade urbane, e le cause sono velocità, distrazione, uso dello smartphone. Ma come limitare il telefonino? “Andrebbe inibito, il problema dei social e del fomo (fear of missing out, la "paura di essere tagliati fuori") sta diventando una malattia, bisogna lavorare sull’educazione perché la tecnologia non può bastare da sola”.

Volvo: l'evoluzione dei seggiolini

Defibrillatore a bordo. Il dottor Federico Semeraro, da Bologna, ha illustrato l’esperienza della Volvo olandese, che ha dotato 25 auto di kit salvavita, coinvolgendo altrettanti volontari con un investimento di 9.000 euro per auto: in questo modo sono state salvate oltre 200 vite, grazie al tempestivo intervento con il defibrillatore di bordo e all’app che consente di avvisare rapidamente i soccorsi. Esperienza da valutare e implementare anche in Italia, ha assicurato Crisci.

Niente paura delle elettriche. Il dibattito sui nuovi fronti della sicurezza ha poi toccato l’argomento della rivoluzione elettrica, e in particolare i timori per gli incidenti e i possibili incendi delle batterie. “Anche questa è una sfida educativa importante”, ha spiegato Federica Foiadelli, del dipartimento di energia del Politecnico. “Oggi questa è la sfida per raggiungere una mobilità sostenibile, bisogna puntare sull’educazione perché le auto elettriche sono quelle che useranno i nostri figli”. Ma a chi spetta il compito di realizzare le infrastrutture? “Case, istituzioni e aziende energetiche devono lavorare insieme”. Come sulla sicurezza: solo confrontandosi si possono trovare soluzioni per il futuro. Che poi è il tema dei Volvo Talks. Un convegno che ha toccato diversi temi, ma con un obiettivo. Quello di coinvolgere tutti per ripetere il miracolo delle cinture di sicurezza.

COMMENTI

  • Congratulazioni Volvo! Ho visitato lo spazio ieri ed apprezzato infinitamente l'iniziativa. E così mentre chi si definisce premium attira a suon di schermi touch o cerchi in lega, c'è chi monta di serie addirittura l'airbag per i pedoni - che significa pensare a proteggere gli altri (spesso visti come sfigati pedoni). Una questione di civiltà - il vero lusso.



  • FOTO


    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/22369/VolvoXC40BEV08.jpg XC40 Recharge: ecco la prima elettrica di casa Volvo http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/xc40-recharge-ecco-la-prima-elettrica-di-casa-volvo Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/18286135-62a9-4277-bf27-6952b560534f?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/22369/VolvoXC40BEV08.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/22369/VolvoXC40BEV08.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/22237/xc90 blindata.jpg Volvo XC90 Blindata: 500mila € per resistere alle esplosioni http://tv.quattroruote.it/eventi/francoforte-2019/video/volvo-xc90-blindata-500mila-per-resistere-alle-esplosioni Eventi https://video.player.edidomus.it/video/1/2/98cbc533-cdb7-4674-a4a7-ceb2717b6cae?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/22237/xc90 blindata.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/22237/xc90 blindata.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21880/BENZINA O BENZINA1.jpg La nuova Volvo S60: berlina anti Giulia? http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/la-nuova-volvo-s60-berlina-anti-giulia Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/1d5b7129-db13-4957-bc4c-44c147159c83?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21880/BENZINA O BENZINA1.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/21880/BENZINA O BENZINA1.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21356/V60 Cross Country 04 thumb copia.jpg Volvo V60 Cross Country: se ami la station, ma odi la Suv http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/volvo-v60-finale-mp4 Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/9d887ab4-032d-4a04-91da-8b2f7eb079f3?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21356/V60 Cross Country 04 thumb copia.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/21356/V60 Cross Country 04 thumb copia.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21348/poster_8b64a271-f423-44ea-8180-3b1a9b67aaeb.jpg Teaser - Volvo V60 Cross Country: le prime immagini della nostra prova http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/teaser-volvo-v60-cross-country-le-prime-immagini-della-nostra-prova Mondo Q https://video.player.edidomus.it/video/1/2/6de5c22f-f08a-42db-bf13-2e8d736c8c36?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21348/poster_8b64a271-f423-44ea-8180-3b1a9b67aaeb.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/21348/poster_8b64a271-f423-44ea-8180-3b1a9b67aaeb.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21137/IMG_0204.jpg Volvo XC40 tre cilindri benzina T3: si può comprare anche così? http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/volvo-xc40-e-il-tre-cilindri-benzina-t3-matrimonio-riuscito Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/1e93045e-89d5-442c-a517-be4065bb798d?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21137/IMG_0204.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/21137/IMG_0204.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21123/poster_9c683277-44e3-47f8-a719-b3d7ca8dd1db.jpg Teaser: le prime immagini della Volvo XC40 http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/teaser-le-prime-immagini-della-volvo-xc40 Mondo Q https://video.player.edidomus.it/video/1/2/933c19b9-9baf-46d5-9b15-e2a93e443b12?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/21123/poster_9c683277-44e3-47f8-a719-b3d7ca8dd1db.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/21123/poster_9c683277-44e3-47f8-a719-b3d7ca8dd1db.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20728/poster_004.jpg Sfida Volvo: meglio la nuova station V60 o la Suv XC60? http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/sfida-volvo-meglio-la-nuova-station-v60-o-la-suv-xc60 Prove https://video.player.edidomus.it/video/1/2/bee8ba71-05c5-425e-8259-876dc7a917bb?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20728/poster_004.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/20728/poster_004.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20715/poster_0011.jpg Nuova Volvo V60: le prime immagini della nostra prova | Teaser http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/001-teaser-volvo-v60-mp4 Mondo Q https://video.player.edidomus.it/video/1/2/8100ab78-23ba-488e-b3dc-fddd1ac8c7bb?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/videos/20715/poster_0011.jpg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/videos/20715/poster_0011.jpg
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/20170/polestar1.jpeg Polestar 1, la GT svedese da 600 CV http://tv.quattroruote.it/eventi/ginevra-2018/video/polestar-1-la-gt-svedese-da-600-cv- Eventi https://video.player.edidomus.it/video/1/2/7bee376c-6ffe-4dd2-8a73-ea9928498f71?ap=1 https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/350/200/edidomus/thumbnails/20170/polestar1.jpeg https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/640/360/edidomus/thumbnails/20170/polestar1.jpeg

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca