Sicurezza

Tesla
Stati Uniti, la Cpu dell'infotainment si surriscalda: richiamo per 130 mila elettriche

Tesla
Stati Uniti, la Cpu dell'infotainment si surriscalda: richiamo per 130 mila elettriche
Chiudi

La Tesla ha avviato il richiamo di 129.960 vetture negli Stati Uniti a causa di un problema alla Cpu (l'unità centrale di elaborazione) che gestisce il sistema di infotainment. In particolare, stando a quanto rivelato dall'agenzia federale per la sicurezza nei trasporti Nhtsa, il microprocessore potrebbe surriscaldarsi durante i preparativi per ricaricare le vetture o nel corso del processo di rifornimento, causando problemi di avvio dei sistemi informatici e quindi un malfunzionamento del touchscreen centrale. In tal caso, lo schermo avvrebbe difficoltà a visualizzare le immagini della telecamera posteriore, la selezione delle marce, le impostazioni di controllo della visibilità del parabrezza e le spie luminose, aumentando rischi di incidente.

Le vetture richiamate. La campagna di riparazione riguarda esemplari delle Model 3 e Y del 2022 e delle Model S e X dal 2021 al 2022. La Tesla, all'undicesimo richiamo da inizio anno, proverà a risolrvere il problema con un aggiornamento del software da remoto, provvedendo a migliorare il dispositivo di gestione delle temperature della Cpu. La Tesla, come già avvenuto negli ultimi mesi, effettua gli aggiornamenti in modalità “over-the-air”, quindi via software, ma deve comunque sottostare agli obblighi imposti dalla Nhtsa. Perciò, si parla comunque di richiami anche se non è previsto l’intervento fisico di un esperto come in passato.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Tesla - Stati Uniti, la Cpu dell'infotainment si surriscalda: richiamo per 130 mila elettriche

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it