Sicurezza

Euro NCAP
Crash test, le migliori auto del 2022 (due sono cinesi)

Euro NCAP
Crash test, le migliori auto del 2022 (due sono cinesi)
Chiudi

Anche per l'Euro Ncap è arrivato il momento di tirare le somme sull'anno passato e, dopo decine di crash test, l'ente per la sicurezza europeo ha pubblicato la classifica delle auto che si sono comportate meglio durante i collaudi. Le Best in class 2022 sono vetture che si sono distinte per punteggi migliori rispetto alle concorrenti testate durante lo steso anno solare: questo è dovuto al fatto che gli standard di prova cambiano di anno in anno e quindi per avere dei confronti oggettivi l'Euro Ncap può paragonare solo vetture sottoposte alle stesse tipologie di collaudo. Le auto che meglio hanno performato nei crash test e nei collaudi sulla sicurezza dei sistemi di assistenza alla guida sono due americane, le Tesla Model Y e Model S, una coreana, la Hyundai Ioniq 6 e due cinesi, le Ora Funky Cat e Wey Coffee 01. Si tratta praticamente solo di auto elettriche (solo la Coffee 01 è un'ibrida plug-in), il che non deve stupire: i costruttori stanno puntando moltissimo su questa tecnologia propulsiva e, complici i prezzi di listino superiori a quelli delle termiche, le elettrificate spesso propongono di serie sistemi di sicurezza disponibili solo a richiesta sulle vetture benzina e diesel.

Le regole. Per eleggere le Best in class, l'Euro Ncap calcola la somma ponderata dei punteggi nelle quattro aree di valutazione: occupanti adulti, occupanti bambini, utenti vulnerabili alla strada e Safety assist. Questa somma è la base per il confronto dei vari modelli e le Best in class sono selezionate in relazione alla loro valutazione con equipaggiamento di sicurezza standard: sono dunque esclusi i punti bonus dovuti agli accessori opzionali.

Piccole Suv, Tesla Model Y. Pur essendo arrivata sul mercato ormai da diversi mesi, la più piccola delle Suv Tesla è stata messa alla prova soltanto quest'anno dall'Euro NCAP, che l'ha premiata come Best in class nella categoria "piccole Suv" nonostante le sue dimensioni. L'elettrica a ruote alte (nella sua versione prodotta nella Gigafactory di Berlino) ha confermato l'elevato livello di sicurezza della sorella Model 3, ottenendo le cinque stelle con valutazioni praticamente impeccabili. A brillare sono i risultati nei test sulla protezione dei passeggeri adulti (97%, raggiungendo il massimo punteggio nell'urto laterale) e sui dispositivi di assistenza alla guida (98%). Quest'ultimo valore è penalizzato solo dalla frenata automatica d'emergenza, prova in cui la Model Y ha ottenuto 5,7 punti su 6: negli altri tre test Adas - limitatori di velocità, monitoraggio dello stato degli occupanti e Lane Support System - l'americana ha raggiunto il massimo dei voti (3/3, 3/3, 4/4). Molto bene anche i risultati ottenuti nei classici crash test per quanto riguarda la protezione dei bambini (87%) e degli utenti vulnerabili della strada (82%).

Familiari piccole, Ora Funky Cat. La piccola elettrica cinese (è lunga 424 cm e ha un motore da 171 CV) ha ottenuto le cinque stelle brillando sia nei test sulla protezione dei passeggeri adulti (92%, un valore secondo solo alla Tesla) e nei Safety Assist (93%). Sono infatti state valutate come "buone" le protezioni delle varie aree critiche del corpo degli occupanti nei differenti crash test, a eccezione di quella del torace del guidatore, giudicata come "marginale". Buoni anche i livelli di protezione dei bambini (83%) e degli utenti vulnerabili della strada (74%). Per questo si è aggiudicata il titolo di Best in class nella categoria "familiari piccole", che deve essere interpretata come "auto da famiglia" e non station wagon.

Grandi Suv, Wey Coffee. Pur con qualche imperfezione, anche la grande Suv cinese ha ottenuto le cinque stelle e si è aggiudicata il titolo di Best in Class 2022 nella categoria delle grandi Suv. Nell’urto contro la barriera rigida, per esempio, il portellone posteriore si è aperto, facendo perdere qualche punto all'ibrida plug-in, che ha ottenuto il 91% nella protezione degli adulti e l'87% in quella dei bambini. Il paraurti anteriore offre una buona protezione sia per le gambe sia per il bacino degli utenti vulnerabili, test in cui la Coffee ha ottenuto il 79%, e gli Adas presenti a bordo sono di altissimo livello: l'Euro Ncap li ha premiati con una valutazione del 94%, penalizzata solo dal 2,4/3 nei limitatori di velocità e dal 5,7/6 nella frenata automatica d'emergenza.

Grandi familiari, Hyundai Ioniq 6. La cinque porte coreana si è aggiudicata il titolo di Best in class 2022 nella categoria riservata alle auto di grandi dimensioni e chiamata dall'Euro Ncap "grandi familiari". A spiccare nelle sue valutazioni è il punteggio nella protezione degli adulti: ben il 97%. Di buon livello anche la protezione offerta ai bambini (87%) e quella relativa ai sistemi di sicurezza attiva, con il 90%. Molto più basso è invece il punteggio ottenuto nei test relativi agli scontri con pedoni e ciclisti: l'assenza del cofano attivo pesa parecchio e la coreana non è riuscita ad andare oltre il 66% delle valutazioni.

Executive ed elettriche, Tesla Model S. L'elettrica americana è riuscita a conquistare due categorie: l'assoluta delle elettriche e quella riservata alle ammiraglie. E il motivo è presto detto. La berlina di Elon Musk ha ottenuto punteggi elevati su tutti i fronti: 94% nella protezione degli occupanti adulti, 91% in quella dei bambini, 85% per gli utenti della strada considerati vulnerabili e 98% alla voce Safety Assist, relativa alle dotazioni di sicurezza attiva. Le uniche "macchie" sulla sua pagella riguardano l'assenza degli airbag per le ginocchia e altri piccoli dettagli, che hanno portato a un punteggio di 13,9/16 nell'impatto frontale per gli adulti e di 9/13 nelle dotazioni per i bambini. Elevatissima la valutazione nei sistemi di sicurezza attiva, con 15,7/16 per via di qualche sbavatura nel sistema di frenata automatica d'emergenza (5,7/6).

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Euro NCAP - Crash test, le migliori auto del 2022 (due sono cinesi)

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it