Formula 1 Svelata la livrea dell'Alfa Romeo Sauber

Rosario Murgida da Arese, Rosario Murgida
×
 

A due giorni dall’annuncio del ritorno dell’Alfa Romeo in F.1, è stata svelata la livrea della monoposto Sauber per la prossima stagione. Sergio Marchionne, amministratore delegato del gruppo FCA, ha anche annunciato i due piloti scelti dalla nuova scuderia: il monegasco Charles Leclerc e lo svedese Marcus Ericsson.

Accordo storico. Nel corso di un evento organizzato presso il Museo di Arese, il nuovo Alfa Romeo Sauber F1 Team ha delineato i dettagli di una partnership tecnica e commerciale che consentirà al marchio del Biscione di tornare dopo 30 anni in Formula 1 come title sponsor della scuderia elvetica. L’accordo, definito da più parti come storico perché ristabilisce dopo diversi decenni il legame tra un brand diventato un mito dell’automobilismo sportivo e, appunto, il Mondiale di F.1, prevede una cooperazione strategica, commerciale e tecnologica in tutte le possibili aree di sviluppo, anche attraverso la condivisione d'ingegneri e personale tecnico specializzato del Biscione. Per la prossima stagione le monoposto saranno motorizzate con le power unit Ferrari e i propulsori avranno il marchio del Cavallino Rampante; ma dal 2019 non è escluso che anche i motori abbiamo il logo Alfa Romeo.

FCA crede nella Formula 1. Marchionne, durante l’evento, ha parlato di “evento storico” e di “momento importante per il brand Alfa, ma anche per tutto il mondo della Formula 1, che è anche il segno tangibile di quanto il gruppo FCA e io personalmente crediamo in questo sport. Da quando ci siamo impegnati nella ricostruzione dell'Alfa Romeo, siamo sempre stati convinti che dovesse esprimere il proprio potenziale anche nelle corse, proprio là dove il marchio è nato, si è fatto conoscere ed è diventato leggenda. La Formula 1 è il riferimento naturale per un marchio come questo, perché è lo sport che rappresenta la massima espressione della tecnologia, esaltando allo stesso tempo il talento dell’uomo e l’importanza del lavoro di squadra. Oggi ridiamo ad Alfa Romeo il palcoscenico che le spetta. Sono passati più di 30 anni dall’ultima apparizione nella F.1 e oggi credo sia un momento speciale non solo per noi, ma anche per il nostro Paese".

Entusiasti anche Jean Todt e Chasey Carey. All’evento erano presenti anche Chasey Carey, numero uno di Liberty Media, e Jean Todt, presidente della Fia. ”È un onore e un piacere essere qui per questo annuncio fantastico. Quando ero giovane ero un appassionato di F.1 e l'Alfa Romeo è un marchio storico”, ha affermato l’ex numero uno della Scuderia Ferrari. “Questo è un accordo molto importante per il mondo della F.1. Abbiamo davanti a noi delle grandi sfide e avere il contributo dell'Alfa Romeo (che sarà il quarto costruttore presente) con la Sauber è essenziale per il futuro. Sarà una sfida avvincente, che seguirò con orgoglio e piacere”. "Il Biscione è una parte della storia della F.1", ha ribadito Chase Carey. "Noi vogliamo dare un senso di innovazione a questo sport, celebrandone anche il patrimonio. Non riesco a pensare a un modo più entusiasmante per chiudere l'anno, che con il ritorno dell'Alfa Romeo nel Mondiale".

Maserati valuta la Formula E, escluso l'acquisto della Sauber. Marchionne, nel corso della conferenza stampa, non ha voluto precisare le risorse stanziate da Alfa, quindi FCA, per l’accordo con Sauber. “Stiamo contribuendo, ma nessuna scuderia svela i suoi investimenti in Formula 1”, ha affermato il top manager, che non si è voluto sbilanciare neanche su un possibile coinvolgimento nella Formula E con la Maserati: “Ci siamo pensando, ma non abbiamo deciso niente. La stiamo guardando come la sta guardando Ferrari”. Dunque, per ora sarà l'Alfa Romeo a fare il suo passo in Formula 1, un passaggio che mira a completare il progetto di ricostruzione del marchio del Biscione avviato due anni fa. Progetto che non subirà alcuna influenza dal ritorno nella massima Formula. “Per quanto possa costare, e costerà, cercheremo di gestirlo senza esagerare, ma cercando di garantire ad Alfa e Sauber di poter competere sulle piste”, ha fatto presente Marchionne. È invece esclusa l’acquisizione della scuderia elvetica: “Non abbiamo discusso l'acquisto dell'intera scuderia Sauber. Il potenziale c’è, ma al momento non c’è alcun impegno”.

Obiettivo: migliorare stagione 2017. Per la nuova Scuderia l’obiettivo “è essere competitivi. La coppia di piloti ha un talento eccezionale, c'è il motore Ferrari 2018, e credo si possa migliorare quanto avvenuto l'anno scorso”, ha proseguito Marchionne, interpellato anche sul mancato arrivo di Antonio Giovinazzi alla guida delle nuove monoposto targate Alfa: “Ci vorrà tempo per un ritorno di piloti italiani in Formula 1: la Driver Academy è un processo lungo. L'importante è far crescere quelli buoni”. Giovinazzi continuerà comunque a essere il terzo pilota della Scuderia Ferrari.

Ferrari sempre pronta a uscire dal Circus. Nel corso della conferenza stampa è stata ribadita anche la minaccia di un’uscita della Ferrari dalla Formula 1. Proprio davanti a Chasey Carey e a a Jean Todt, Marchionne è stato chiaro: "Il dialogo è cominciato e continua a evolversi. Abbiamo tempo fino al 2020 per trovare una soluzione che sia di beneficio alla Ferrari. La minaccia di far uscire la Ferrari dalla F.1 è seria. L'accordo di Alfa Romeo con Sauber scade nel 2020-2021, quando la Ferrari potrebbe uscire. Dobbiamo trovare una soluzione per il bene dello sport, ma dobbiamo essere chiari su cosa non si può mollare. Chase e io siamo d'accordo sul fatto di dover trovare un accordo, ma è essenziale lo sviluppo della tecnologia. Non possiamo rendere tutte le macchine uguali".

FCA e Hyundai. Incalzato dalle domande della stampa, Marchionne è poi tornato anche sulle voci secondo le quali FCA avrebbe mostrato interesse per la Hyundai. "Non c'è nulla da annunciare in questo senso. Abbiamo già una collaborazione tecnica con la Hyundai. Vediamo se riusciamo a trovare altri punti di accordo, specialmente sulle trasmissioni e per quanto riguarda lo sviluppo dell'idrogeno. Una fusione è da escludere".

Spin-off Alfa non contemplato. Marchionne è stato interpellato anche sulla possibilità che il marchio del Biscione, insieme a Maserati, sia scorporato dal gruppo FCA, ma l’amministratore delegato ha descritto l’ipotesi come “così lontana dal reale potenziale fattibile nei prossimi anni, che stiamo parlando di speculazioni incredibili”. Pertanto “il ritorno di Alfa in F.1 va a completare il Dna dell'Alfa Romeo” e non rappresenta un passo avanti su un percorso di scorporo del marchio, come accaduto in passato per la Ferrari.

adriano davanzo

https://www.formulapassion.it/2017/12/f1-giacomelli-la-vera-alfa-romeo-non-esiste-piu/ Totalmente d'accordo!!!

COMMENTI

  • https://www.formulapassion.it/2017/12/f1-giacomelli-la-vera-alfa-romeo-non-esiste-piu/ Totalmente d'accordo!!!
  • Ma il quadrifoglio non c'è.
  • Ma il quadrifoglio non c'è.
  • Ma ho letto solo io che per il prossimo anno i motori della Sauber continueranno ancora a portare il marchio Ferrari mentre il marchio Alfa Romeo apparirà solo sulla livrea dell'auto? E qualcuno crede ancora che non sia solo un'operazione di marketing senza alcun contenuto tecnico originale ?
     Leggi risposte
  • Per Franco Bellini.Come già scritto,per migliorare l'immagine Alfa appannata da 30 anni quando negli anni '70 Mercedes per fare un coupè.prendeva la berlina 4 porte,togliendo 2 porte e abbassando l'altezza e..tenuta da strada da brividi specie sul bagnato ora,hanno concessionarie dedicate:penso ad Audi che pur facendo parte del gruppo VW ha gli AUDI ZENTRUM dove ti sembra di entrare in un mondo esclusivo.Alfa ha almeno nella mia città,concessionarie con i brand Jepp e Lancia e una concessionaria storica FIAT IVECO da sempre,ora ha pure l'Alfa "vicino" a Panda Doblo e Ducato come Fiat Professional.Purtroppo i pochi numeri,non permettono a ora di vendere solo Alfa e fare concessionari esclusivi.Speriamo nel tempo.
  • Onestamente non capisco mai se tanti commenti sono fatti da persone che proprio non ci arrivano, o che provano qualche perverso piacere nella polemica inutile e stupida... Mercedes dopo 14 anni da motorista McLaren (e "ben" due mondiali vinti, dopo i quali fu asfaltata a ripetizione dal connubio Shumecher-Ferrari) nel 2010 acquistò la Brawn GP. Ci mise 4 anni a diventare competitiva e a vincere. Nel mentre azienducce come Toyota e BMW provarono a cimentarsi nella F1, raccogliendo solo insuccessi. Questo tanto per ricordare quanto può essere difficile l'ambientino della Formula1. In questo contesto è più che ovvio che volendo riavvicinare un marchio alle corse si dovesse passare per una soluzione di transizione del genere. il 2018 sarà giocoforza un anno di apprendistato: le vetture sono già state progettate con le risorse che c'erano e visto che il budget di Sauber era 1/4 di quello dei top team, quello in cui si può sperare è una stagione in continuo progresso. E' un team indipendente? No. Potrà mai diventarlo? Dipende, a priori non lo si può escludere. Ma qua tanti paiono pensare che un rilancio logico di Alfa Romeo avrebbe dovuto comportare una gamma completa di prodotti e la partecipazione a WTCC, DTM e F1, magari con un pensierino a LMP. Il tutto ovviamente in massimo 2 anni.......
     Leggi risposte
  • Ottimo
  • il"quarto costruttore"e'.semplicemente,uno sponsor,come dimostrato dalla conferma di un pilota del tutto inadeguato nemmeno cosi' importante.grandi proclami senza molto costrutto,al solito.le minacce di uscire dalla F.1 le usava il vecchio nel '64 e nell'82,per poi portare a casa soldi:niente di nuovo anche qui.
     Leggi risposte
  • Meno male che l'obbiettivo di Marchionne sia di migliorare la competitività della AR Sauber, ci mancherebbe, quest'anno è arrivata ultima. Se sia una operazione solo di facciata, di un adesivo appiccicato come un qualsiasi sponsor di lavatrici, questo non lo so , ma lo sospetto. Se così fosse la speranza della gloriosa Alfa, sarebbe di competere per il penultimo posto con l'altra Ferrarina d'America..che tristezza. Per quanto riguarda la formula E per Maserati, un altro adesivo appiccicato su una formula monomarca. La gloria dell' automobilismo è nato con la sfida tecnica fra i vari costruttori, con la ricerca di innovazioni, di intuizioni vincenti. Oggi con regolamenti sempre più restrittivi, la tecnica non ha più quella attrattiva che poteva avere agli esordi e quindi oggi, la tecnica rimane in secondo piano rispetto al marketing. Un rebranding porterà forse a qualche introito, ma non certo a creare miti. Alfa già mito lo è, speriamo che non venga smitizzata...
     Leggi risposte
  • ...benissimo...bellissimo...ma dei nuovi modelli AR, nessuna notizia....? Non capisco perché gli intervistatori non glielo chiedano...oppure sara' stato concordato, prima dell'intervista, di non farne menzione? Mah...
     Leggi risposte
  • dai, l'ennesima bufala di Marchionne. Lìuomo che ha salvato la famiglia agnelli, ma ha affossato lLancia e Fiat. La Lancia non esiste più. La Fiat è una sotto marca nella FCA. E ora, per far felici gli alfisti, s'inventa una Sauber con su la bamdierina Alfaromeo. N
     Leggi risposte
  • Vorrei aggiungere, per l'Alfa Romeo e per i marchi italiani di auto, che se vogliono fare concorrenza ai marchi tedeschi, oltre al prodotto devono migliorare l'assistenza. Dall'accettazione del cliente, fino alla restituzione dell'auto. Magari con auto di cortesia e personale ed ambiente qualificato. Qui siamo veramente in alto mare. È da un po' che volevo scrivere su questo argomento ma non sapendo dove, approfitto di questa occasione. Siamo lontani anni luce da una Mercedes, BMW o Audi.
     Leggi risposte
  • Emozionato e felice per il ritorno di una casa come l'Alfa Romeo in F1. Spero si faccia onore e utilizzi i piloti italiani come ha sempre fatto
     Leggi risposte
  • Perchè "canadese"? E' nato a Chieti da genitori italiani. Poi, quando lui aveva 14 anni, la famiglia si è trasferita in Canada, ma ha vissuto anche in USA e Svizzera. Comunque è italiano. Giovinazzi, sarà 3° pilota Sauber e Ferrari. Per la F.E c'è un "interessamento", per disputarla con il brand Maserati, ma nulla di deciso.
     Leggi risposte
  • Da quel che è emerso gli spunti da sviluppare sarebbero parecchi: ..... in primo luogo la conferma di Marcus Ericsson (non certo un fenomeno, quest'anno Pascal Wehrlein - che però è pilota Mercedes- gli ha girato intorno) significa che gli svedesi di Logbow Finance attuali sponsor/proprietari della Sauber mantengono il loro peso all'interno del team, a questo punto Giovinazzi o riesce a prendersi il secondo sedile in Haas occupato di Magnussen (molto difficile per svariati motivi, i contratti già firmati sono il problema minore) oppure gli converrebbe trovarsi un altro posto al di fuori della F1, restare ancora un anno solo come 3° in Ferrari, lavorando al simulatore e poco più, significa bruciarsi e precludersi la carriera futura. ...... Con questa mossa il canadese ha aumentato il proprio peso politico al tavolo delle trattative sulla situazione della F1 dal 2021, ora rappresenta 2 marchi invece di uno, ovviamente la minaccia di abbandono è puramente teorica ma gli americani di LM avranno vita ancor più difficile per far passare le loro richieste. ...... Ci fa piacere sapere che i denari spesi per la F1 non incideranno sui piani di sviluppo dell'Alfa, perchè da quel che leggo qui e da altre parti pare che nell'immediato non ci siano grosse news all'orizzonte ne nel seg. E ne in quello C. ..... il fatto che il canadese ora dichiara di credere nelle corse come strumento di promozione di un marchio ci fa piacere, ma tempo addietro aveva dichiarato l'esatto contrario, a tal proposito sarebbe auspicabile facessero tornare la Dodge nel seguitissimo campionato Nascar, sempre che ci credano ancora in questo brand e non abbiano invece programmato un futuro simile a quello della Lancia in Europa, lasciando il mercato USA solo a Jeep e Ram. ....... Maserati in F. E, Bah! ora appunto va di moda spingere questa categoria per apparire dall'animo ecologico, così molti costruttori stanno per dedicarsi a quella pagliacciata dove per fare 4 giri in croce del palazzo si abbisogna di 2 monoposto complete da cambiare a metà della breve gara, in ogni caso prima di promozionare il marchio in un campionato elettrico bisogna mettere in vendita modelli con questo tipo di trazione altrimenti si fa come PSA con DS che non si capisce cosa promuova e dove. ...... vorrei dilungarmi di più ma mi astengo per non risultare ancor più prolisso di così. .....
     Leggi risposte
  • FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19824/171203_AR_Stelvio-Quadrifoglio_01_slider.jpg Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio, l'abbiamo guidata nel deserto! http://tv.quattroruote.it/premiere/video/alfa-romeo-stelvio-quadrifoglio-l-abbiamo-guidata-nel-deserto- Première
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19588/poster_008.jpg Diario di bordo Alfa Romeo Giulia 2.2 diesel 150 CV AT8 - day 5: centocinquanta cavalli posson bastare http://tv.quattroruote.it/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-alfa-romeo-giulia-2-2-diesel-150-cv-at8-day-5-centocinquanta-cavalli-posson-basta Diario di bordo
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19584/poster_007.jpg Diario di bordo Alfa Romeo Giulia 2.2 diesel 150 CV AT8 - day 2: che faccio, mi compro lei o la Stelvio? http://tv.quattroruote.it/diario-di-bordo/video/diari-di-bordo-alfa-giulia-day-2-che-faccio-mi-compro-la-giulia-o-la-stelvio- Diario di bordo
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19582/poster_003.jpg Diario di bordo Alfa Romeo Giulia 2.2 diesel 150 CV AT8 - day 4: seduti in basso per guidare alto http://tv.quattroruote.it/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-alfa-romeo-giulia-2-2-diesel-150-cv-at8-day-4-seduti-in-basso-per-guidare-alto- Diario di bordo
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19580/poster_005.jpg Diario di bordo Alfa Romeo Giulia 2.2 diesel 150 CV AT8 - day 3: una meccanica che fa la differenza http://tv.quattroruote.it/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-alfa-romeo-giulia-2-2-diesel-150-cv-at8-day-2-una-meccanica-che-fa-la-differenza Diario di bordo
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19574/IMG-20171020-WA0015-iloveimg-cropped.jpg Diario di bordo Alfa Romeo Giulia 2.2 diesel 150 CV AT8 - day 1: gli accessori segreti per il vero petrolhead http://tv.quattroruote.it/diario-di-bordo/video/diario-di-bordo-alfa-romeo-giulia-2-2-diesel-150-cv-at8-day-1-gli-accessori-segreti Diario di bordo
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19119/stelvio.jpg Alfa Romeo Stelvio 2.2 diesel: 180 CV posson bastare? http://tv.quattroruote.it/premiere/video/alfa-romeo-stelvio-2-2-diesel-180-cv-posson-bastare- Première
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/18952/poster_017.jpg Le prove su strada del numero di luglio di Quattroruote http://tv.quattroruote.it/flash/video/le-prove-su-strada-del-numero-di-luglio-di-quattroruote Flash

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    È tutto nuovo, nella grafica e nei contenuti, il numero di novembre di Quattroruote, che vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI PER LA TUA AUTO

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca

    SCOPRI
    QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Uilizza subito il servizio calcola assicurazione per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze
    In collaborazione con https://www.facile.it
    1. Inserisci i tuoi dati anagrafici
    2. Inserisci i dati del veicolo
    3. Inserisci i dati assicurativi
    4. Confronta i risultati

    Calcola il tuo tagliando

    ×
    Lorem ipsum dolor

    Cerca gli pneumatici più adatti a te

    Oltre 23.000 pneumatici a prezzi incredibili.
    In collaborazione con
    Dimensioni
    Larghezza
    • Larghezza
    Altezza
    • Altezza
    Diametro
    • Diametro
    Tipologia
    Cerca

    Cerca annunci usato

    Marca
    Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CITROEN
    • DACIA
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • HONDA
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MAZZANTI
    • MCLAREN
    • MERCEDES
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PAGANI
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROLLS ROYCE
    • ROMEO FERRARIS
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TAZZARI EV
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Modello
    Seleziona
    • Seleziona
    Prezzo

    da a

    CAP

    PROVE SU STRADA QUATTRORUOTE

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona