Sport

Haas F1
Rich Energy lascia con effetto immediato

Haas F1
Rich Energy lascia con effetto immediato
Chiudi

Rich Energy, sponsor principale della Haas, ha annunciato la chiusura del contratto con la squadra americana con effetto immediato a causa delle prestazioni sottotono delle ultime gare. Lo ha fatto con un tweet in cui si legge: "Oggi Rich Energy termina il contratto con il team Haas F.1 per le sue scarse performance. Vogliamo battere Red Bull Racing e trovarsi alle spalle del team Williams in Austria è inaccettabile. La politica e l'atteggiamento della F.1 non fanno bene al nostro business".

Cosa c'è dietro. In realtà, le prestazioni della Haas sembrano essere soltanto un mero pretesto, perché ad avere forti problemi in questi ultimi mesi è stato proprio il marchio di questo energy drink. Già dal Canada, infatti, l'azienda ha dovuto rimuovere il suo logo dalle vetture perché viola il diritto di copyright della Whyte Bikes, marchio di proprietà della ATB. Rich Energy, proprio per quella violazione (piuttosto palese, tra l’altro) è stata così costretta a pagare le spese legali e, nelle prossime udienze, saranno quantificati i danni legati alla violazione stessa. L'approssimazione delle attività di Rich Energy sul piano della comunicazione sono tuttora ben visibili e, con quest'ultimo tweet, l’azienda ha dato ancor più adito alle critiche che già la circondavano.

Non è ancora finita. La replica della squadra si è fatta attendere qualche ora. Forte la replica di Gunther Steiner, team principal della Haas, che ha affermato: "Rich Energy è attualmente il title sponsor della Haas. Non posso commentare ulteriormente la relazione contrattuale per chiari motivi di riservatezza commerciale". Due annunci completamente opposti tra di loro: mentre Rich Energy ha voluto defilarsi, la squadra continua ad affermare che non c'è alcuna rottura ufficiale al momento. Un tira e molla che avrà certamente ulteriori strascichi.

COMMENTI