Sport

BMW
La M8 Competition è la nuova safety car della MotoGP

BMW
La M8 Competition è la nuova safety car della MotoGP
Chiudi

La nuova safety car della MotoGP è una BMW M8, per giunta nella sua veste più estrema: la versione Competition che porta a 625 cavalli (contro i 600 standard) la potenza massima del V8 M Twin Power Turbo da 4.4 litri nascosto nel cofano. Con la divisa da “arbitro” della massima serie motociclistica, la sportiva bavarese ha debuttato il week-end scorso sul circuito del Red Bull Ring, a Spielberg, in occasione del Gran Premio d'Austria.

Roll cage e lampeggianti. Oltre al suo ruolo, che la obbliga a rispettare requisiti di sicurezza ed equipaggiamenti adatti alle corse (compreso un set di pneumatici Michelin Cup), a rendere speciale questa vettura è la quantità optional che monta, la maggior parte acquistabile anche dai clienti privati attingendo dal catalogo M Performance.

2019-BMW-M8-Safety-Car-MotoGP-04

Più che full optional. La dotazione extra parte dalle numerose aggiunte in carbonio (il diffusore, le minigonne, la cover del motore, i flap) e dall'alettone posteriore M8 GTE, passando per gli accessori che caratterizzano l'abitacolo (sedili Recaro, cinture Schroth, Volante M-Performance con cover in carbonio e tappezzeria dedicata), per finire con i dettagli stilistici esclusivi come il doppio rene verniciato di rosso, lo spoiler anteriore in nero lucido e ovviamente la livrea MotoGP. Lo scarico sportivo in titanio e i terminali in carbonio fanno parte della gamma degli accessori della M8 di serie ma non sono disponibili in Europa.  

COMMENTI