Formula E - Ecco la nuova Mercedes EQ Silver Arrow 01 - Quattroruote.it
Sport

Formula E
Ecco la nuova Mercedes EQ Silver Arrow 01

Formula E
Ecco la nuova Mercedes EQ Silver Arrow 01
Chiudi

Al Salone di Francoforte, la Mercedes ha inaugurato un nuovo capitolo della propria storia. Dopo aver recentemente festeggiato i 125 anni nel motorsport, la casa della Stella si è ufficialmente lanciata nell’avventura della Formula E. A guidare le Frecce d’Argento elettriche saranno l’ex pilota di F.1 Stoffel Vandoorne e l’attuale leader della classifica della F.2, Nyck de Vries. Il team principal sarà Ian James.

Impegno concreto. In quella che sarà la stagione del debutto, la Mercedes potrà fare affidamento sulla grande esperienza e conoscenza di tutto il proprio reparto sportivo. La powertrain della EQ Silver Arrow 01 è stata sviluppata da Mercedes-AMG High Performance Powertrain a Brixworth, la stessa factory in cui viene realizzato l’ibrido che da cinque anni domina le scene nel Mondiale di Formula 1. La gestione operativa delle vetture durante i weekend di gara sarà invece affidata alla HWA AG, la quale ha già maturato un anno di esperienza con le Gen2 di Formula E, grazie al proprio team HWA Racelab.

I piloti. Stoffel Vandoorne ha già avuto occasione di guidare la nuova Mercedes di Formula E nei test di Varano e Maiorca. Il belga ha alle spalle una stagione di esperienza con la HWA Racelab ed è ora pronto a guidare per il team ufficiale. “Abbiamo fatto parecchi progressi, tutto è andato liscio. Dopo esserci concentrati sui test funzionali, abbiamo lavorato su diverse aree della vettura per aumentare le performance”. Al suo fianco, come detto, ci sarà il giovane de Vries, proveniente dalla Formula 2. “La Formula E è completamente diversa rispetto a qualsiasi cosa abbia guidato finora. È una grande sfida in un campionato dal livello di competitività molto alto. Le macchine sono relativamente simili, ma c’è molta più libertà di sviluppo in confronto alla F.2 e questo rende tutto più entusiasmante. Non vedo l’ora di scendere in pista”.

COMMENTI