Sport

Motorsport
Valentino Rossi, Le Mans non è solo un sogno

Motorsport
Valentino Rossi, Le Mans non è solo un sogno
Chiudi

Tra le stelle del motorsport che si sono lasciati ammaliare dalla moda degli esport, c’è anche Valentino Rossi. Nei giorni scorsi l’abbiamo visto allenarsi virtualmente in pista sulle vetture GT, le sue preferite, insieme a Charles Leclerc. Il Dottore ha poi affrontato la All-Stars Racing Night che, in qualche modo, potrebbe rappresentare una piccola anteprima di quello che sarà il suo futuro dopo la MotoGP.

Tanta voglia di lei. Ha compiuto 41 anni lo scorso febbraio, Valentino. Prima che scoppiasse l’emergenza Covid-19, aveva detto di voler aspettare le prime gare della MotoGP di quest’anno per poi prendere una decisione su cosa fare nell’immediato futuro, ora che la Yamaha ha deciso di sostituirlo in vista del 2021. Il dilemma è: continuare con il team Petronas nel Motomondiale o dedicarsi alla passione più grande, quella delle quattro ruote? Una risposta a cui, probabilmente, neanche lui ha ancora dato risposta.

Veloce anche in auto. Rossi ha già dimostrato ampiamente di andare forte anche su quattro ruote e a ogni occasione utile si è lanciato in nuove avventure. Più di una volta ha provato delle vetture di Formula 1: anni fa, con la Ferrari, gli era addirittura passata l’idea di fare un salto da un Mondiale all’altro. E qualche mese addietro ha voluto ripetere l’esperienza su una moderna monoposto, calandosi nell’abitacolo della Mercedes di Lewis Hamilton, sul circuito di Valencia. L’ultima vera gara con le Gran Turismo, invece, a dicembre dello scorso anno su una Ferrari, nella 12 ore del Golfo, insieme al fratello Luca Marini e all’amico di sempre Alessio Salucci.

Ipotesi Le Mans. Come se non bastasse, a fomentare Valentino ci ha pensato anche Fernando Alonso. Il due volte campione del mondo di F.1 ha anche vinto due edizioni della 24 Ore di Le Mans insieme alla Toyota e in una diretta social ha esortato Rossi a prendere in considerazione una partecipazione: “Correre lì è l’esperienza della vita, consiglierei a Valentino di provarci”. Il potenziale per andare forte c'è e questa volta non è solamente un sogno.

COMMENTI