Sport

Formula 1
Carlos Sainz in Ferrari: buona la prima

Formula 1
Carlos Sainz in Ferrari: buona la prima
Chiudi

L'avventura di Carlos Sainz come pilota della Scuderia Ferrari è ufficialmente iniziata questa mattina quando, poco dopo le 9.30, il pilota spagnolo è sceso in pista per il suo primo giro al volante di una Ferrari.

Oltre cento giri di pista. Durante la sua prima giornata in pista, Carlos Sainz ha avuto l'occasione di confrontarsi con gli ingegneri con i quali aveva già svolto diverse riunioni nelle scorse settimane e ha familiarizzato con i meccanici e le procedure della vettura, molte delle quali ritroverà sulla nuova SF21 che vedremo in pista in Bahrain, a metà marzo. Ad assistere al suo debutto in Rosso c'era un gruppetto di tifosi e giornalisti che si sono ritrovati lungo il cavalcavia che porta a Maranello. Ai box, per questa prima giornata di prove, c'erano anche il papà - Carlos Sainz Senior - e il compagno di squadra Charles Leclerc. Carlos ha inoltre ritrovato anche l'amico Marco Matassa, che è stato il suo ingegnere di pista per tre anni in Toro Rosso e che oggi dirige la Ferrari Driver Academy.

Una giornata indimenticabile. "Credo che non dimenticherò mai la giornata di oggi", ha detto Sainz al termine della giornata di prove. "Questa mattina la sveglia è suonata all’alba perché avevamo delle riunioni molto presto prima di cominciare a girare. Quando sono arrivato in pista e ho visto la Ferrari con il mio numero 55 mi sono molto emozionato lo stesso è accaduto durante il primo giro. Poi abbiamo iniziato il lavoro e devo dire che sono molto soddisfatto, perché siamo riusciti a completare il programma e per me è stato possibile familiarizzare con tutto: dai tecnici ai meccanici, dal volante alle procedure che sono ovviamente un po’ diverse rispetto alle vetture che ho guidato sin qui. È stato molto bello poter avere a fianco mio padre in un momento così importante per me e per aver reso possibile tutto questo ringrazio Mattia, Laurent e tutta la Ferrari. Sono molto contento, meglio di così non potevamo cominciare.”

COMMENTI

  • Vedere tanti tifosi, anche ragazzini, assieparsi nei dintorni della pista di Fiorano, nonostante le ultime sventurate stagioni, dovrebbe far riflettere la proprietà a dare il massimo per tornare ai livelli che competono alla rossa. Qual altra scuderia muoverebbe tanti tifosi per vedere un nuovo arrivo girare in pista con una monoposto vecchia di tre anni?
  • Come detto già l'altro giorno, a provare la monoposto del 2018 Carlos rischia di "fare la bocca" ad un telaio e una PU migliori di ciò che avrà a disposizione in questo 2021, dove le modifiche permesse rispetto al disastroso telaio 2020 saranno limitate dai soli 2 Token a disposizione e anche la PU, seppur a sviluppo libero, difficilmente riuscirà a recuperare la penalizzazione regolamentare subita la scorsa stagione (si parlava di 50/60 Cv persi). Positivo comunque che almeno il meteo è soleggiato e permettere di girare, a Fiorano di questi tempi non è raro trovare la neve...