Sport

Formula 1
A Imola il GP del Made in Italy e dell'Emilia-Romagna

Formula 1
A Imola il GP del Made in Italy e dell'Emilia-Romagna
Chiudi

La Formula 1 torna a essere la grande protagonista del fine settimana: da domani fino a domenica, all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, va in scena il Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna, secondo appuntamento del Mondiale 2021.

Il circuito. Oltre a essere un circuito storico, quello di Imola è anche uno dei tracciati più tecnici del calendario, grazie a un layout che presenta curve di ogni tipo di velocità e cordoli particolarmente duri che mettono a dura prova gomme, monoposto e piloti. La pista misura 4,9 chilometri e presenta un asfalto che – seppur steso nel 2020 – presenta comunque una superficie a tratti irregolari. La gara si svolgerà su 63 giri, per una distanza complessiva di 309 chilometri. Determinanti saranno le qualifiche di sabato, poiché la sede stradale molto stretta rende particolarmente difficili i sorpassi su questa pista e, nell’ottica della strategia di gara, è necessario prendere in considerazione diverse variabili. Le scarse occasioni di sorpasso e i 25 secondi medi impiegati per percorrere la corsia box porteranno quasi tutti i team a optare per una strategia conservativa con una sola sosta, tenendo anche conto il probabile intervento della safety car in caso di problemi in pista, come è accaduto nel corso dell’edizione dello scorso anno.

Cosa aspettarci. Sono passate tre settimane dalla prima gara, ma il tema caldo che tiene banco è il duello tra Lewis Hamilton e Max Verstappen, ancor prima di quello tra la Mercedes e la Red Bull. Il finale in volata del Bahrain ci ha un po’ confermato che la lotta per il titolo, quest’anno, sarà più combattuta rispetto al passato e Max Verstappen ha fiutato l’occasione di mettere il bastone tra le ruote a un rivale che lui stesso, in più occasione, ha etichettato come sopravvalutato. Ma al di là dei giochetti psicologici basati sulle vicendevoli dichiarazioni acide, la pista tornerà a dare i suoi verdetti molto presto. Verstappen è stato battuto da Hamilton in Bahrain, complice anche un differenziale che faceva le bizze sulla RB16B. Hamilton, dal canto suo, ha dimostrato di avere ancora grande fame di vittorie e consacrarsi come il più grande della storia della Formula 1. A Imola andrà in scena la seconda di 23 gare in calendario: dire che sarà una lunga stagione è solo un eufemismo. Come sempre, regna l’incertezza nel gruppo centrale, grazie a distacchi davvero ridotti tra le squadre. McLaren e Ferrari saranno sicuramente nella Top 10, ma occhio alla Scuderia AlphaTauri: per il team di Faenza è una vera e propria gara di casa, tenendo conto che la factory sorge a poco più di 15 chilometri dal circuito, e su questa pista Pierre Gasly ha già ben figurato lo scorso anno, prima di dover abbandonare per un problema tecnico.

Il Made in Italy sul podio. Comunque vada il Gran Premio, sarà una grande vetrina per l’Italia nel mondo. La Pirelli è lo sponsor principale di questo evento e per l’occasione porterà sul podio dei trofei nati dalla collaborazione tra il museo d’arte contemporanea Pirelli HangarBicocca e l’artista Alice Ronchi. I trofei raffigurano una saetta stilizzata e sono stati realizzati in una fonderia artistica tramite una fusione d’alluminia. L’artista racconta: "Ragionando in termini di potenza, di velocità, di tensione, di forza ho individuato nel simbolo della saetta quello che per me è un simbolo che può racchiudere tutti questi aspetti. L’iconografia principale che ha ispirato questo lavoro è Zeus, le divinità, la Grecia. Con il trofeo spero di aver portato di nuovo un aspetto narrativo. Attraverso un’interpretazione e la sintesi di quelli che sono i riferimenti chiave del Gran Premio, tramite la saetta e il suo riferimento narrativo-mitologico di Zeus volevo portare una componente narrativa e altamente espressiva." A partire da questo weekend, inoltre, sul podio della Formula 1 i piloti brinderanno con le bollicine tutte italiane di Ferrari Trento, scelto come partner ufficiale della Formula 1 per i prossimi tre anni.

Il GP di Imola in tv. La Formula 1 ha modificato leggermente gli orari di venerdì e sabato, per evitare di scenere in pista durante i funerali del Duca di Edimburgo, morto venerdì scorso all'età di 99 anni. Questo porterà ad anticipare le qualifiche alle 14 di sabato, mentre la gara di domenica si disputerà regolarmente alle 15. Sarà possibile seguire l'evento in diretta sia sulla pay-tv Sky, in streaming su Now e sul digitale terrestre al canale TV8. Ecco gli orari definitivi del weekend del GP dell'Emilia-Romagna.

Venerdì 16 aprile

Prove Libere 1 | dalle 11 in diretta su Sky Sport F1

Prove Libere 2 | dalle 14.30 in diretta su Sky Sport F1

Sabato 17 aprile

Prove Libere 3 | dalle 11 in diretta su Sky Sport F1

Qualifiche | dalle 14 in diretta su Sky Sport F1 e TV8

Domenica 18 aprile

Gara | partenza alle 15 in diretta su Sky Sport F1 e TV8

COMMENTI

  • The video from Pirelli! Top!