Sport

Mondiale Endurance
Doppietta Toyota alla 8 ore di Portimão

Mondiale Endurance
Doppietta Toyota alla 8 ore di Portimão
Chiudi

La 8 ore di Portimão si è conclusa con la prima doppietta della Toyota nell’era Hypercar. La seconda prova del Mondiale Endurance 2021 si è conclusa con la vittoria dell’equipaggio #8 composto da Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima e Brendon Hartley. Alle loro spalle troviamo la GR010 Hypercar #7 del trio Mike Conway, Kamui Kobayashi e José Maria Lopez. Terza posizione per la Alpine A480 di Negrao, Lapierre e Vaxiviere.

Hypercar. Dopo la pole position di ieri della Alpine #36, il team Signatech aveva intravisto una speranza di poter rendere nuovamente le cose difficili ai rivali della Toyota per la vittoria finale. Tuttavia, nei garage della Toyota Gazoo Racing hanno fatto tutto alla perfezione e non hanno sbagliato un colpo, usando anche gli ordini di squadra per portare a casa una doppietta che mette in chiaro cosa aspettarsi da qui alla fine del campionato. I nipponici sono riusciti a prendere il comando della corsa a circa metà gara, ma i francesi non si sono certi dati per vinti: straordinari i sorpassi fatti da Lapierre nelle fasi successive alla safety car, proprio ai danni delle GR010 Hypercar, nonostante la consapevolezza di dover fare un’altra capatina ai box e lasciare così strada agli avversari. Nella categoria Hypercar, a Portimão ha debuttato anche la Glickenhaus: un esordio non certo privo di problemi che ha visto la vettura #709 addirittura trentesima assoluta al traguardo con diversi giri di ritardo, in seguito a un incidente nel corso della seconda ora di gara. Per Richard Westbrook, Ryan Briscoe e Romain Dumas arriva comunque un quarto posto di categoria quasi scontato: nonostante le difficoltà del caso, per il team è stato un banco di prova importante, anche in vista del secondo equipaggio che arriverà nelle prossime gare del Mondiale.

LMP2. Anche in questa categoria si festeggia una doppietta, quella del team Jota Sport. I due equipaggi sono arrivati al traguardo in volata, con Antonio Felìx Da Costa, Roberto Gonzalez ed Anthony Davidson vincitori davanti ai compagni di squadra Sean Gelael, Stoffel Vandoorne e Tom Blomqvist. Non è stata una gara semplice e il team Jota ha dovuto affrontare e battere le vetture gestite dai team United Autosport e Team WRT, al traguardo rispettivamente al terzo e quarto posto.

GTE-Pro e Am. Cavallino Rampante pigliatutto in Portogallo. Nella categoria GTE-Pro è doppietta per il team AF Corse. La Ferrari #51 di James Calado e Alessandro Pier Guidi ha preceduto al traguardo la 488 #52 guidata da Serra e Molina, relegando al gradino più basso del podio la Porsche #92 di Estre, Jani e Christensen. Come al solito, lo spettacolo non è mancato nella GTE-Am, dove tutto è stato deciso nelle battute finali: a vincere è stata la Ferrari 488 gestita dalla Cetilar Racing in collaborazione con AF Corse. Un successo conquistato grazie alla magistrale prestazione del trio composto da Giorgio Sernagiotto, Roberto Lacorte e Antonio Fuoco. La Porsche ha comunque privato il Cavallino di un’altra doppietta, grazie al secondo posto conquistato dal Team Project 1 che si è lasciato alle spalle la Rossa #54 di Giancarlo Fisichella, Francesco Castellacci e Thomas Flohr.

COMMENTI

  • Grande Toyota.
  • Non vedo molta differenza (estetica) fra le LMPH a le vecchie LMP1