Sport

F1 GP Ungheria
Libere 1, Verstappen davanti alle Mercedes

F1 GP Ungheria
Libere 1, Verstappen davanti alle Mercedes
Chiudi

Il fine settimana del Gran Premio d'Ungheria è entrato ufficialmente nel vivo con la prima sessione di prove libere: Max Verstappen è stato il più veloce in pista, con un tempo di 1:17.555. L'olandese della Red Bull ha preceduto le due Mercedes di Valtteri Bottas e Lewis Hamilton.

Prime sensazioni. In questa prima ora di prove all'Hungaroring abbiamo visto una Red Bull fortemente concentrata sulla simulazione di qualifica, girando con bassi carichi di carburante a bordo delle due vetture. Il team di Milton Keynes sa bene che partire davanti su questa pista è già avere metà vittoria in tasca e Max è determinato a riscattarsi dalla brutta esperienza di due settimane fa a Silverstone. Nei box Mercedes, c’è ancora un po’ di preoccupazione per il feedback di entrambi i piloti sul surriscaldamento delle gomme che, a quanto pare, impedisce di sfruttare tutto il potenziale della Q12. La Ferrari, come ci si aspettava, sembra essere un po' più competitiva tra le pieghe di questa pista: Carlos Sainz ha ottenuto il quarto tempo, mentre Charles Leclerc ha è attualmente settimo. La SF21 pare comportarsi bene e la sensazione è che la Rossa potrebbe avere le carte in regola per diventare la prima delle inseguitrici di Red Bull e Mercedes all’Hungaroring. Inizio positivo anche per Pierre Gasly, oggi quinto e staccato da Sainz per una manciata di millesimi di secondo. Nei box della Scuderia AlphaTauri ci sarà un po' più di lavoro da fare in vista della seconda sessione di oggi pomeriggio: Yuki Tsunoda è infatti andato a sbattere, danneggiando il retrotreno della sua vettura. Occhi puntati anche sulla Alpine: il neo quarantenne Alonso ha chiuso sesto, mentre Ocon ha avuto ancora un po' di difficoltà e non è andato oltre l'undicesimo tempo. Sfortunato Antonio Giovinazzi: un sensore ha fermato la sua Alfa Romeo dopo appena cinque giri e ha chiuso così in ultima posizione.

Bocciata la revisione di giudizio su Hamilton. Il collegio dei commissari sportivi del GP di Gran Bretagna ha rigettato la richiesta di revisione da parte di Red Bull riguardo la penalità da infliggere a Lewis Hamilton, in seguito all'incidente del primo giro occorso a Silverstone. Per i commissari, non c’erano novità rilevanti per rivedere la decisione. Si sgonfia così il caso montato in questi giorni e adesso torna a essere la pista il vero campo di confronto tra i due piloti e i due team, con la tensione che si è fatta davvero palpabile e che porterà certamente a ulteriori scontri nel corso di questo lungo campionato. La cosa positiva è che adesso sarà la pista a raccontare il resto di questa dura rivalità.

Prove tecniche per il 2022. Non è sfuggito ai più attenti un particolare della Haas, oggi in Ungheria. Sulle ruote anteriori della VF-21 è comparsa la copertura in carbonio che caratterizzerà le vetture del prossimo anno. Si è trattato di una breve prova in ottica 2022 che già l'Alfa Romeo Racing, nel corso dei test Pirelli effettuati in precedenza, aveva provato. La Haas non ha fatto segreto di star lavorando sulla nuova monoposto, senza particolari investimenti sull'attuale vettura: una condizione che ha costretto la squadra americana a restare ancorata nella parte finale del gruppo. Nel corso di questa prima sessione, Schumacher ha chiuso con il diciassettesimo tempo, mentre Mazepin è diciannovesimo.

Guarda i risultati completi delle Libere 1 a Budapest

COMMENTI