Sport

Formula 1
Red Bull celebra la Honda con una speciale livrea

Formula 1
Red Bull celebra la Honda con una speciale livrea
Chiudi

La Red Bull Racing scenderà in pista questo fine settimana con una livrea speciale che celebrerà la collaborazione con la Honda. In quello che avrebbe dovuto essere il weekend del GP del Giappone – sostituito poi con quello di Turchia, a causa della pandemia – la squadra di Milton Keynes ha voluto rendere ugualmente omaggio al suo partner motorista che lascerà il circus alla fine dell’anno.

Ispirazione anni ’60. La RB16B che guideranno Max Verstappen e Sergio Perez questo fine settimana ha una livrea totalmente bianca, con inserti rossi, ispirata alla Honda RA272 che regalò la prima vittoria ai giapponesi nel GP del Messico del 1965. Sull’ala posteriore anche la scritta “arigato”, che vuol dire “grazie”. Questa stessa scritta campeggia anche sull’ala posteriore della AlphaTauri AT02 di Pierre Gasly e Yuki Tsunoda. È il modo in cui le due squadre celebrano la partnership con la Honda, iniziata nel 2018 e che ha portato finora a 13 vittorie, di cui una proprio con il team di Faenza, al GP d’Italia dello scorso anno. In tutto, Red Bull e Honda hanno ottenuto a oggi 35 podi e 11 pole position. Le livree delle due vetture saranno svelate domattina, alla vigilia del weekend di gara.

Occasione più unica che rara. L’unica volta che la Red Bull ha corso con una livrea diversa rispetto ai colori aziendali è stata nel 2008, in occasione del GP del Brasile. In quella gara, il team schierò una livrea quasi completamente bianca con i loghi di Wings For Live, la fondazione che si occupa della raccolta fondi per la ricerca contro le lesioni spinali. Christian Horner, team principal della Red Bull Racing, ha commentato: “Non vedevamo l’ora di dare ai fan giapponesi la possibilità di celebrare questa partnership con la Honda sul loro circuito di casa, a Suzuka. Anche con la cancellazione della corsa a causa della pandemia, abbiamo comunque voluto rendere omaggio allo straordinario viaggio dela Honda in F.1 e speriamo di poter regalare agli appassionati giapponesi un’altra vittoria con i colori leggendari della RA272”.

COMMENTI

  • Beh! la Turchia non c'entra nulla col Giappone, allora essendo saltata la tappa di Suzuka forse sarebbe stato più significativo questo cambio di livrea nell'ultima gara del campionato, ma capisco che forse ci sono di mezzo contratti di visibilità con i vari sponsor e quei termini non potevano essere cambiati.....