Sport

Indy Autonomous Challenge
e-Novia PoliMove vince a Las Vegas

Indy Autonomous Challenge
e-Novia PoliMove vince a Las Vegas
Chiudi

Vittoria tutta italiana alla Indy Autonomous Challenge: a Las Vegas, è il team PoliMove del Politecnico di Milano, sostenuto da e-Novia, a vincere la prima gara per vetture a guida autonoma. Dopo aver registrato il record di velocità nelle prove ufficiali, andando a oltre 280 km/h, arriva un altro significativo successo per il team italiano, il più importante e ambito.

Un vero ruota a ruota. L'asticella della sfida, questa volta, era ancora più alta. Non c'era solamente da far girare una vettura ad alta velocità su un tracciato, ma c'erano anche tutte le altre incognite tipiche di una gara con altre monoposto in pista. Mentre in precedenza le gare si erano disputate con una vettura alla volta in pista, questa volta abbiamo assistito a una vera gara tra auto guidate dall'intelligenza artificiale. Il team PoliMove del Politecnico di Milano ha sbaragliato la concorrenza e, nella finale, ha avuto la meglio sugli avversari del team TUM Autonomous Motorsport dell'università tecnica di Monaco.

Orgoglio italiano. Un grande passo avanti per il campionato Indy Autonomous Challenge ma, soprattutto, per la tecnologia relativa alla guida autonoma, tenendo conto che il trasferimento dalle corse alle vetture di serie sarà piuttosto rapido e considerevole. Vincenzo Russi, co-fondatore e ceo di e-Novia, ha dichiarato: "Siamo orgogliosi di questo straordinario risultato in una competizione internazionale che ha visto sfidarsi i principali atenei del mondo. Questa è la dimostrazione del livello di preparazione e innovazione che l'Italia può vantare in questo ambito".

COMMENTI