Sport

F.1, GP Spagna
Doppietta Red Bull a Barcellona, vince Max Verstappen

F.1, GP Spagna
Doppietta Red Bull a Barcellona, vince Max Verstappen
Chiudi

Doppietta della Red Bull Racing al Gran Premio di Spagna, sesta prova del Mondiale di Formula 1 2022. Max Verstappen si aggiudica la vittoria davanti a Sergio Perez, autore del giro più veloce in gara. Per il team di Milton Keynes non è stata una vittoria semplice, soprattutto con Verstappen che era finito nella ghiaia all’inizio della gara e ha poi dovuto lottare contro il sistema DRS difettoso e un problema alla telemetria. Sul gradino più basso del podio sale la Mercedes di un coriaceo George Russell, rallentato sul finale per il rischio di rimanere senza benzina per aver consumato più del dovuto. Sfortunato il weekend della Ferrari: ritirato Charles Leclerc per un problema tecnico, mentre Carlos Sainz non è andato oltre la quarta posizione dopo una gara tutta in salita.

Le parole del leader. Max Verstappen è tornato a vincere a Barcellona: l'ultima volta era successo nel 2016, alla sua prima gara dopo il passaggio dalla Toro Rosso alla Red Bull. Intervistato da Pedro De la Rosa, Max – ora nuovo leader della classifica - ha detto: "L'inizio è stato complicato, sono anche uscito di pista per colpa del vento. Poi ho cercato di superare George, ma il DRS non funzionava e questo mi ha reso la vita difficile. Il finale però è stato bello. Sono contento per questa doppietta, è un ottimo risultato per il team".

Ferrari delusa. Si stava profilando un weekend perfetto per Charles Leclerc: dopo aver fatto il giro più veloce in tutte e tre le sessioni di prove libere e aver conquistato la pole, il monegasco della Ferrari era leader indiscusso anche in gara e si avviava verso una facile vittoria. Amareggiato per uno zero pesante in classifica, Leclerc ha detto: "Fa male. Ma il team ha fatto un grande lavoro in termini di affidabilità finora. Eravamo primi e con un bel vantaggio, è deludente chiudere così, ma cerchiamo di guardare il lato positivo. Abbiamo ottime performance e torneremo sicuramente più forti a Monaco". Non è andata molto meglio a Carlos Sainz: dopo aver sbagliato la partenza, lo spagnolo si è fatto sorprendere da una raffica di vento in Curva 4 ed è finito fuori pista, senza però danneggiare la vettura, ma perdendo tempo e fiducia.

Mercedes rinata. Un gran passo avanti per il team di Brackley che in Spagna ha vinto ininterrottamente dal 2017 al 2021 con Lewis Hamilton. Oggi George Russell ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per essere uno dei protagonisti del campionato, lottando con Verstappen con il coltello tra i denti. Bene anche Lewis Hamilton che, nonostante un contatto e una foratura nel corso del primo giro, è riuscito a mettere in piedi una rimonta degna di nota che l’ha portato dal fondo del gruppo fino alla quinta posizione finale. E pensare che Lewis, scoraggiato, aveva addirittura chiesto di ritirarsi per salvaguardare il motore. L’unico neo per la Mercedes si è presentato sul finale, quando entrambi i piloti sono stati invitati a rallentare per risparmiare carburante, forse per un errore di calcolo nell’imbarco del carburante o per un eccessivo consumo nell’arco della gara.

In Top 10. Ancora un ottimo piazzamento a punti per Valtteri Bottas che ha portato oggi la sua Alfa Romeo in sesta posizione. Il finlandese è riuscito a lasciarsi alle spalle la Alpine di Esteban Ocon. Ottava posizione per Lando Norris: l'inglese della McLaren ha corso in condizioni fisiche non perfette ma, nonostante tutto, è riuscito a conquistare punti importanti per la classifica costruttori, lasciandosi alle spalle la Alpine di Alonso e l'AlphaTauri di Tsunoda.

Le classifiche. Con la vittoria odierna, Max Verstappen diventa il nuovo leader della classifica piloti con 110 punti, sei in più rispetto a Charles Leclerc. Terzo Sergio Perez con 85 punti. La Red Bull Racing balza al comando del campionato costruttori con 195 punti contro i 169 della Ferrari e i 120 della Mercedes.

I risultati completi della gara a Barcellona >

COMMENTI

  • Per un tifoso della Rossa vedere sfumare una vittoria lampante e netta come stava dominando Charls, lascia davvero lamaro in bocca, non oso immaginare la delusione di Charls. Ma la vettura c'è e di sicuro si giocherà il titolo fino alla fine. Non vedo all'altezza Sainz, non so perchè, forse sfortuna , forse subisce la forza e il carisma del compagno. Speriamo che recuperi. Personalmente avrei preso Norris. Forza Ferrari
  • Di sicuro non ci siamo annoiati come invece spesso accadeva su questa pista con le vecchie macchine. ........ Noi fans della rossa abbiamo preso una mazzata terrificante. in uno scenario dove si combatte contro avversari più attrezzati, il dover lasciare in quel modo una vittoria molto probabile, fa malissimo, anche perchè non è detto l'occasione si ripeterà ancora. Gli aggiornamenti tecnici portati da Maranello sono stati meno decisivi di quelli portati precedentemente da Red Bull e il gap che ci sia aspettava non c'è stato, le macchine sono vicine come prestazioni e tra un pò toccherà di nuovo a loro aggiornare, secondo le regole non scritte ma imposte del nuovo Budget Cap. ......... Sainz poi ha avuto un weekend imbarazzante, forse la monoposto è stata cucita addosso a Leclerc, forse ha subito troppo le cerimonie del GP di casa o forse chissà, fino allo scorso anno era un pilota poco appariscente ma concreto che otteneva sempre il massimo possibile, in questo 2023 si è perso completamente, speriamo siano in grado di aiutarlo a riprendersi. ......... infine Mercedes, si bene i nuovi aggiornamenti, ma questa di Barcellona come noto è la pista di sviluppo dove si disputano i test precampionato, vanno rivisti prossimamente anche su tracciati diversi per capire se davvero hanno trovato la quadra...