Sport

Formula 1
Nel 2023 raddoppiano le gare Sprint

Formula 1
Nel 2023 raddoppiano le gare Sprint
Chiudi

Il format della Sprint Race è stato apprezzato anche quest'anno e la Formula 1 ha deciso che continuerà ad utilizzarlo anche nel 2023, raddoppiando il numero di appuntamenti. Il Consiglio Mondiale della FIA ha infatti approvato l'aumento da tre a sei gare Sprint, senza però confermare ancora su quali piste saranno disputate.

Piccola rivoluzione. Il Mondiale di F.1 2023 sarà il più lungo della sua storia, con 24 Gran Premi in calendario. Oggi è arrivata la decisione ufficiale che in sei di questi si correrà nel formato Sprint che vede le qualifiche anticipare al venerdì, dopo una sola sessione di libere, e correre una mini-gara da 100 km il sabato per definire la griglia di partenza del GP domenicale. Dopo l’esperimento del 2021, quest’anno il format è stato leggermente rivisto e i punti vengono ora assegnati ai primi otto classificati, anziché solo ai primi tre. Il raddoppio delle Sprint per il 2023 è arrivato in seguito a un'attenta e approfondita analisi sull'impatto di queste mini-gare, sia per quel che riguarda l'impatto sul lavoro dei team che su quello avuto negli ascolti televisivi. Stefano Domenicali, ceo della Formula 1, ha detto: "Abbiamo avuto ottimi feedback da appassionati, team, promotori e partner. Il nuovo format sta aggiungendo una nuova dimensione alla Formula 1".

Toto circuiti. Per far funzionare al meglio il format della Sprint occorrono dei circuiti che possano garantire azione ravvicinata e opportunità di sorpasso. Nel 2021 si è così corso a Silverstone, Monza e Interlagos, mentre quest’anno si è scelto di usare Imola, Red Bull Ring e confermare nuovamente Interlagos. Per il momento non ci è dato sapere quali saranno gli eventi caratterizzati dal format Sprint, ma tutto lascia pensare che alcune di queste piste usate in passato potrebbero essere la prima scelta.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Formula 1 - Nel 2023 raddoppiano le gare Sprint

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it