Sport

Formula E
Piquet vince a Long Beach come il padre

Formula E
Piquet vince a Long Beach come il padre
Chiudi

La Formula E arriva a correre su un tracciato "conosciuto", lo storico Long Beach su cui correva la Formula 1 una volta, anche se in versione accorciata come sarà per Montecarlo più avanti nella stagione, e i corsi e ricorsi storici si alternano con Nelson Angelo Piquet che ripete su questa pista il primo successo ottenuto dal padre in Formula 1 nel 1980. Il figlio d'arte diventa così il sesto vincitore differente su sei gare finora disputate!

Grande partenza. Il brasiliano si è prodotto in uno scatto fulmineo al via, bruciando alla chicane iniziale del primo giro Daniel Abt, il quale aveva “ereditato” la migliore posizione al palo dopo la sanzione inflitta in qualifica al poleman sul campo Sébastien Buemi, e si è involato al comando dalla terza posizione sullo schieramento senza mostrare alcun timore reverenziale per la storia della pista. 

Le bandere gialle non lo fermano. "Nelsinho" ha dato il meglio di sé sopravvivendo anche a due diverse neutralizzazioni con Safety-Car che hanno spezzato la corsa e ha preceduto sul traguardo nonché sul podio due concretissimi protagonisti del weekend californiano, Jean-Éric Vergne e Lucas Di Grassi, nuovo leader di classifica generale della Formula E.

Il podio. Abt è stato uno dei primi a recarsi ai box per il cambio della vettura, ma la sua strategia non ha pagato in quanto ha dovuto cedere la piazza d'onore a Vergne proprio durante le soste. Il tedesco non poteva competere con il francese, così la sua attenzione è stata occupata dalla necessità di difendersi dal compagno di squadra Lucas Di Grassi, dando vita a una lotta intestina che ha finito con il permettere al rimontante Sébastien Buemi di farsi sotto ad entrambi. Il driver e team manager della squadra vicina all'Audi è stato in ogni caso estromesso dalla battaglia per un posto al sole quando ha ricevuto un drive-through per aver utilizzato troppo potenza, uscendo contestualmente anche dai giochi per i punti. Il sudamericano ha invece dovuto usare il tracciato in tutta la sua larghezza per difendersi dallo svizzero, determinato a non perdere lunghezze in classifica dopo le dieci posizioni in più affibbiategli in prova in seguito a un uso eccessivo di energia elettrica.

Prost rallentato da una penalità. La top five è stata completata da Bruno Senna, che ha adottato l'indovinata strategia di fermarsi un giro più tardi della maggior parte dei piloti di testa per risalire dalle retrovie alle prime dieci piazze della classifica. Il brasiliano della Mahindra Racing inizialmente ha dovuto battagliare con Nicolas Prost proprio in uscita dalla pit-lane, ma la performance del francese è definitivamente crollata quando gli è stato inflitto un drive-through per aver urtato Jérome D'Ambrosio al tornantino nel corso del 21esimo passaggio lottando per la sesta piazza. F.C.

Formula E, Long Beach
Classifica finale della gara
1. Nelson Piquet (China Racing), 39 giri in 46'01"971
2. Jean-Eric Vergne (Andretti) a 1"705
3. Lucas di Grassi (Audi Sport ABT) a 2"994
4. Sébastien Buemi (e.dams-Renault) a 3"518
5. Bruno Senna (Mahindra Racing) a 8"844
6. Jerome d'Ambrosio (Dragon Racing) a 13"460
7. Antonio Felix da Costa (Amlin Aguri) a 16"171
8. Jaime Alguersuari (Virgin Racing) a 17"975
9. Loic Duval (Dragon Racing) a 18"436
10. Stephane Sarrazin (Venturi) a 20"418
11. Nick Heidfeld (Venturi) a 21"326
12. Karun Chandhok (Mahindra Racing) a 32"917
13. Vitantonio Liuzzi (Trulli) a 38"592
14. Nicolas Prost (e.dams-Renault) a 42"375
15. Daniel Abt (Audi Sport ABT) a 44"361
16. Charles Pic (China Racing) a 58"125
17. Salvador Duran (Amlin Aguri) a 12 giri
18. Sam Bird (Virgin Racing) a 17 giri
19. Jarno Trulli (Trulli) a 32 giri
20. Scott Speed (Andretti) a 36 giri

COMMENTI