Tecnologia

Nio
In Cina la prima stazione per lo scambio delle batterie

Nio
In Cina la prima stazione per lo scambio delle batterie
Chiudi

La Nio si prepara a inaugurare a Shenzhen, in Cina, la prima stazione NioPower per lo scambio delle batterie delle auto elettriche. L'idea della startup asiatica è quella di creare entro il 2020 un network di 1.100 punti dove sarà possibile scambiare gli accumulatori e ripartire con il pieno di elettroni in pochi minuti.

355 km in tre minuti. Il sistema di scambio delle batterie è totalmente automatizzato e può essere integrato all'interno di strutture di vario tipo dove sarà sufficiente posteggiare la propria auto e attendere circa tre minuti per permettere al sistema di effettuare le operazioni di sostituzione. Alcuni robot rilevano l'auto, smontano la batteria (posizionata sul fondo) e, per minimizzare i tempi d'attesa, ne rimontano una già carica, così da garantire un'autonomia di circa 355 km al primo modello del marchio cinese, la Suv elettrica Nio ES8. Per usufruire del servizio i clienti dovranno pagare un abbonamento mensile che permetterà di accedere anche alle colonnine di ricarica rapida appartenenti a diversi operatori.

COMMENTI

  • Via cavo, ad induzione, supercharger, sostituzione rapida del pacco batterie...non vedo ancora una strada certa da seguire. Finché sono le start-up a sperimentare, tutto ok. Per i big, invece...le incognite sono ancora molte. Troppe.
     Leggi le risposte
  • È un piccolo passo avanti, non si cambia l'auto ma quasi
     Leggi le risposte
  • Un "pieno" in tre minuti, in tutta sicurezza, è un bel biglietto da visita. L'idea non è nuova ma vederla realizzata provoca nei tecnici certamente soddisfazione. A mio parere, però, la ricarica via cavo non può scomparire, anzi, verrà completata da quella ad induzione. Bene così!