La Cina diventa sempre più terra di sperimentazione per la guida autonoma, confermando la propria apertura all’innovazione. Dopo le autorizzazioni concesse alla Ford, con la partner Baidu, alla Mercedes e alla BMW, è la volta del gruppo PSA a ottenere la licenza per avviare test di guida autonomi su strade aperte in Cina (Chongqing). PSA, primo costruttore automobilistico francese a ottenere questo risultato in Cina, sottolinea così la sua posizione avanzata nello sviluppo della connettività dei veicoli e della tecnologia di guida autonoma, rafforzando l'impegno del gruppo nel mercato cinese. I ricercatori partiranno dall'esperienza di guida autonoma già avviata in Francia a partire da luglio 2015, per adattarla all'ambiente locale e alle sue particolari esigenze, a partire dalle diverse infrastrutture e dal sistema di mappe.