Tecnologia

Volkswagen
Doppia iniezione di urea per ridurre le emissioni

Volkswagen
Doppia iniezione di urea per ridurre le emissioni
Chiudi

La Volkswagen ha annunciato una evoluzione dei sistemi di trattamento dei gas di scarico Scr che permette di ridurre fino all'80% le emissioni di NOx. La prima vettura a essere dotata di questo dispositivo aggiornato è la Passat con il propulsore 2.0 TDI Evo 150 CV, ma in futuro vedremo la medesima soluzione anche su tutte le varianti a gasolio della Golf di ottava generazione.

Due sistemi SCR per ampliare il range di temperatura ideale. I sistemi SCR, che dal 2018 sono presenti su tutti i modelli a gasolio della Casa tedesca, lavorano iniettando l'Adblue per abbattere le emissioni. I tecnici hanno sviluppato un doppio SCR, con i dispositivi in due punti diversi del veicolo: uno si trova a ridosso dei collettori di scarico e lavora in tempi molto brevi dall'accensione (idealmente da 220 a 350 gradi di temperatura), mentre un altro è sotto il veicolo e lavora a temperature più basse, permettendo di mantenere un elevato rapporto di conversione anche con l'aumentare delle temperature, per esempio nella guida autostradale. La combinazione delle due iniezioni, insieme ad un catalizzatore specifico che evita un accumulo eccessivo di urea, ha permesso, nei test RDE su strada, di misurare una effettiva riduzione fino all'80% delle emissioni di NOx. 

COMMENTI

  • e vabbè tutte braccia sprecate all’agricoltura. 😘
     Leggi risposte
  • bello bello... ma non si può combattere contro l'ignoranza e la demagogia di chi ci governa e quindi la panda cross MJT euro 4 che ho ora, sarà l'ultimo diesel di famiglia. nel frattempo la usiamo tutti i giorni che soldi da buttare in altre auto non ne abbiamo
  • Ricordo ai Vagfan che erano stati investite enormi risorse economiche proprio da Vag con il lancio dei "Clean Diesel" negli Usa, prima della figura di m. a livello mondiale con lo scoppio del Vaggate. Da HD motori.it Bosch: "sbagliato demonizzare il diesel, emissioni reali inferiori ai limiti di legge" - 31 Luglio 2019 - In condizioni reali i nuovi motori diesel emettono molti meno NOx rispetto ai limiti imposti dalla legge | Euro 6D vs TEMP, differenze RDE, WLTP, emissioni NOx e CO2: cosa cambia | Ecco perché, secondo Bosch, è ancora presto per demonizzare le auto a gasolio. Protagonisti dell'evento organizzato da Bosch due vetture di ampia diffusione nel nostro Paese, una Peugeot 3008 BlueHDi 130 (motore, provato di recente su Opel Grandland X, che promette emissioni di particolato e NOx inferiori a quelle di un benzina) e una BMW Serie 2 218d Gran Tourer, messe alla prova in un percorso che riproduce - in scala ridotta - i test RDE (Real Drive Emissions) a cui attualmente tutti i nuovi modelli e le nuove auto vengono sottoposti per misurare gli inquinanti emessi durante la guida su strada. Questo test viene svolto su strade aperte al traffico, dove il veicolo si trova a circolare in condizioni non facilmente prevedibili: code, semafori, rotatorie, frenate. Questi test si basano su un dispositivo chiamato PEMS che, montato a bordo del veicolo, permette di misurare le emissioni in tempo reale. Il Portable Emissions Measurement System è quella sorta di "scatola" che viene installata nella parte posteriore del veicolo e collegata al sistema di scarico. Questo dispositivo integra dei sistemi avanzati per l'analisi dei gas di scarico, una stazione meteo e un sensore GPS ed è collegato con la rete e l'elettronica di bordo. Il PEMS fornisce un monitoraggio accurato e in tempo reale degli agenti inquinanti emessi dalla vettura: HC, CO, CO2, NOx (NO + NO2) e PM (polveri sottili). Nel caso del test Bosch, per due giorni (uno a Milano e uno a Roma) alcuni giornalisti e istituzioni hanno vestito i panni di collaudatori e hanno simulato un test RDE: 35 minuti di viaggio (contro i 90 minuti del vero test) su strade urbane, extraurbane e autostrade, che riprendesse il più fedelmente possibile il vero e proprio test RDE. Il risultato, dati strumentali alla mano, è che entrambe le auto hanno emesso in atmosfera valori di NOx di gran lunga inferiori ai limiti imposti sia dalla odierna normativa Euro 6D TEMP (ovvero 168 mg/km), sia inoltre anche dell'ancora più stringente EURO 6D FINAL (114 mg/km), che entrerà in vigore dal 2021." L'evento è stato organizzato per tutte le testate automobilistiche ma su Quattroruote non ho visto nulla a meno che è stata la solita "meteora" visto che non si trattava di Vag ma di Peugeot 3008 e BMW Serie 2
  • Ce chi si lamenta della giustizia italiana, ma anche in Svizzera ogni tanto capita che questa si muova lentamente. Adesso finalmente il ministero federale della giustizia comincia a muoversi per tutelare gli interessi di 175'000 clienti VW. Alla pari dei clienti americani - che poi sono stati indennizzati a suon di miliardi - queste persone ritengono di essere state truffate dalla casa tedesca ... tutto il resto è storia ... https://www.srf.ch/news/schweiz/vw-abgasskandal-betroffene-sollen-sich-bei-der-bundesanwaltschaft-melden
     Leggi risposte
  • Credo che il vero problema con questi moderni (?) diesel sia la tenuta dei vari sistemi nel tempo. Se con l'auto nuova quanto dichiarato in termini di emissioni potrebbe essere vero, non sappiamo davvero quanto emetterá un diesel del genere nel medio o lungo periodo, quando l'auto sará piú vecchia. La maggior parte degli utenti oggi compra l'auto per tenerla a lungo, con quello che costa, e se la tiene finché gli é permesso di circolare; di certo non la sostituisce per coscienza appena le emissioni aumentano un "pochino". Ecco perché sarebbe meglio puntare ad alimentazioni intrinsecamente piú pulite, che meno sono i sistemi soggetti soggetti a possibile guasto, meglio é. Ciao.
     Leggi risposte
  • Sinceramente, non so cosa pensare dei vari commenti ... ma credere ad un azienda che per anni ha truffato i propri clienti e vorrei ricordare che nei software aggiornati è stato "trovato" nuovamente un DEFEAT DEVICE, è da sciocchi ... se questi diesel dell'ultima generazione fossero veramente cosi puliti come le aziende ed i clienti vogliono credere, perché non vengono proposti negli USA ed altre nazioni, ma unicamente in Europa ?? Ah già dimenticavo, che schiocco che sono, li fioccano multe miliardarie e poi tocca restituire i soldi ai clienti truffati ... mica sono scemi i legislatori americani a credere che “aggiornando” il software metti le cose a posto. Vorrei far notare che non solo il gruppo VW, ma anche BMW e Mercedes, al pari di FCA, non propone motori diesel ai clienti americani, non ce n’è neanche uno. Che strano, vuoi vedere che i diesel proposti ad oltranza qui in europa non sono a norma ?? Certo che il cliente europeo non ha imparato assolutamente nulla dal "dieselgate" o è giusto un ignorante o gode nel farsi fregare dalle aziende che per anni lo hanno e continuano ad "imbrogliarlo" ?? Volevo scrivere un altra cosa ma poi mi avrebbero censurato, si insomma quella posizione oltremodo piacevole al cliente europeo dove ci si mette a 90 gradi e poi te lo ... io credo a babbo natale, agli extraterrestri e che passero la vecchiaia circondato dai "angeli" di Victoria's Secret su un isola tropicale ... e ce chi crede che i motori diesel siano "puliti" ...
     Leggi risposte
  • Cari patiti del TDI, magari qualcuno mi puo' spiegare come mai, visto che e' cosi' facile fare un diesel perfetto e pulito, VW (e altri) non l'ha fatto prima e ha pensato invece di truccare i tests per oltre 10 anni, prodotto milioni di vetture dannose e illegali, causato danni alla salute e morti premature ed infine ha dovuto pagare €30 billion tra multe, richiami, cause civii etc. (e non e' ancora finita). A me pare evidente che sono solo manovre di PR, supportate con entusiasmo da riviste interessate, per far si che il mercato diesel non collassi del tutto durante la transizione all'elettrico. Poi a VW (e altri) non gliene freghera' niente se uno si ritrovera' una macchina semi nuova da buttare, anzi.
  • e vabbè tutte braccia sprecate all’agricoltura. 😘
     Leggi risposte
  • Non avete ancora capito che l'inquinamento non c'entra nulla è solo una scusa per vessare il cittadino e obbligarlo a cambiare il proprio bidone con un'altro bidone,vi siete chiesti quanto inquina produrre un veicolo nuovo?Comunque quando è stata l'ora di cambiare auto ho abbandonato il diesel a malincuore per comprare una schifezza ibrida con la speranza di essere bloccato solo dopo molti anni,speriamo.
     Leggi risposte
  • Scusate, patiti del TDI, ma forse non e' vero che quando si intasa il filtro anti particolato si trova sempre un 'meccanico' amico che fa passare la revisione e magari si disabilita l'allarme pur di non cambiarlo. E ovviamente sara' anche peggio con ulteriori filtri, iniettori di urea etc., am meno che non si vogliano spendere migliai di euro per mantenere un sistema che e' fisicamente impossibile non inquini e in modo dannoso alla salte.E' ormai evidente che al di fuori dei paramteri di test e di temperature standard, i motori emettono di tutto comunque. Perche' non la piantiamo con queste scemenze alla Marco Leone e ci svegliamo? Quando VW, dopo tante promesse, comunchera' che chiudono con i diesel cosa fate vi sparate?
     Leggi risposte
  • tutto questo e' buono e bello,ma...VAG,ci voleva tanto?dopo aver insistito con filtri inefficenti fino alle figuracce che sappiamo?e,piu' importante,il Diesel resta la miglior soluzione per certe tipologie di veicoli,dai Suv oltre certe dimensioni alle grosse auto ai veicoli commerciali.le guerriglie contro questo motore sembrano piu' scorciatoie per far vedereche si prendono provvedimenti contro l'inquinamento(che,si da' per scontato,e' dovuto solo alle automobili).beninteso,i veicoli diesel piu' vecchi,a causa anche di scarsa manutenzione,impestano l'aria mica male:ma il rimedio dovrebbe essere un altro(revisioni serie e controlli anche per strada).Marco Leone,si',lei guidera' diesel per un pezzo(e,si,poi passera' alle fuel cell).
  • Infatti la nuova Passat, se non erro, ha un motore diesel omologato euro 6d, non Euro 6d temp. La si può acquistare senza preoccupazioni per quanto riguarda ipotetici e paventati divieti alla circolazione nei centri urbani. Mentre la politica e alcuni stolti chiaccherano, i tecnici lavorano e risolvono i problemi. Per me Diesel finché non arrivano automobili elettriche realmente mature e competitive. E ci vorranno almeno un paio di generazioni, affinché si arrivi all'applicazione pratica delle tecnologie attualmente allo studio per gli accumulatori. E forse, per allora, risulterà vincente la tecnologia Fuel Cell
  • Se il sistema è valido, perché non usare ADblue come dice qualcuno qui sotto? Non capisco queste cieche ed estreme prese di posizione solo perché non bisogna finanziare la Merkel e co. solo perché sono Tedeschi. Non bendiamoci gli occhi per favore.
  • Certo che per le Amministrazioni Comunali adesso è dura ammettere che i Diesel Euro 6d emettono meno NOX, meno particolato e meno Co2 dei nuovi motori a benzina iniezione diretta. Come potranno giustificare i blocchi ai Diesel Euro 6d in un prossimo futuro proprio non lo so.
  • Certo che per le Amministrazioni Comunali adesso è dura ammettere che i Diesel Euro 6d emettono meno NOX, meno particolato e meno Co2 dei nuovi motori a benzina iniezione diretta. Come potranno giustificare i blocchi ai Diesel Euro 6d in un prossimo futuro proprio non lo so.
  • Peugeot 1.5 BlueHDi: analisi tecnica del nuovo motore Diesel - 3 giugno 2019 - 11:15 - La lotta alla CO2 passa anche dai motori Diesel. Ecco come il nuovo 1.5 BlueHDi Peugeot riesce a contenere emissioni e consumi - Il 2018 è stato un anno difficile per i motori Diesel. Additati dall’opinione pubblica come causa di tutti i mali, soggetti a limitazioni del traffico e divietidi accesso nei centri città, hanno visto passare la propria quota di mercato dal 55% al 43%. In unità vendute, la crisi si attesta attorno ad un calo di 101.000 veicoli. Il Gruppo PSA ha reagito a questa flessione negativa sviluppando un nuovo motore più efficiente e sostenibile. In modo da competere coi benzina anche a livello di emissioni. - IL NUOVO 1.5 BlueHdi - Per migliorare il rendimento complessivo del motore gli ingegneri francesi hanno riprogettato il proprio quattro cilindri a gasolio nei più piccoli dettagli. C’è ad esempio un nuovo disegno per la testa del cilindro. Migliora la combustione nella camera di scoppio. Per aumentare l’efficienza, il nuovo propulsore ha una cilindrata ridotta rispetto al passato: si è passati da 1,6 a 1,5 litri. Inoltre, monta un nuovo intercooler. I tecnici hanno lavorato anche a livello di erogazione, ottenendo una curva di coppia più dolce e costante anche a bassi regimi. La potenza, in base alle versioni, varia dai 75 CV ai 130 CV. In ogni caso il nuovo 1.5 BlueHDi assicura una riduzione delle emissioni inquinanti del 4-6% rispetto alle versioni precedenti. - RAGGIUNTI OBIETTIVI FISSATI PER 2030 - Le modifiche più sostanziali mirano a ridurre le emissioni di ossidi di azoto (NOx) e CO2. Per ridurre i NOx è stato implementato un sistema che permette l’additivazione AdBlue prima dell’ingresso nel filtro antiparticolato. Questa miglioria semplifica il processo di trattamento degli scarichi, facilitando anche il rabbocco AdBlue. Garantisce anche minori emissioni di NOx. I valori vanno dagli 0,01710 g/km (versione automatica a 8 rapporti) ai 0,04810 g/km (versione manuale a 6 rapporti), rientrando nei nuovi vincoli imposti dalla normativa UE Euro 6 D-TEMP. I valori di CO2 emessa rientrano nei limiti della normativa, non superando i 110 g/km, e anche quelli di PM 2,5 hanno subito un forte calo, arrivando ad essere trascurabili. Nel complesso quindi, il nuovo propulsore centra gli obiettivi fissati dalle più recenti normative e fissati per il 2030. - Ripreso da www.sicurauto.it ma un po' tutte le testate automobilistiche ne hanno scritto, anche se con 2 anni di ritardo, comunque.... Con questi valori di PM2,5 e NOx, oltre ai CO2, posso capire dov'è tale danno demonizzare, soprattutto rispetto ai benzina, che, per assurdo, stanno rimpiazzando quelle dei motori diesel. Che, sì, forse fino a 4 anni fa, erano acquistati pure da chi faceva 10.000km/anno.... Di conseguenza anche le Case ne stanno risentendo con valori medi di CO2 in netto aumento rientrando molto difficilmente in quelli imposti per il 2020 dalla Comunità europea.
     Leggi risposte
  • Peccato che l’urea sia cancerogena.....ma quel brevetto Bosch per ridurre drasticamente le emissioni dei motori Diesel di cui si è parlato un paio di anni fa, che fine ha fatto?
     Leggi risposte
  • doppio sistema doppio iniettore doppio consumo adblue ecc. ADblue marchio registrato dai costruttori tedeschi.. Ma non siete stufi di finanziare la Merkel e company?
     Leggi risposte
  • @MGHV veramente io ho risposto a Gianni Borg su: "...La notizia mi conforta, in quanto potrò comprare un altro diesel tra 2 anni quando sarà ora di sostituire quello che guido attualmente, senza avere il magone di far del male all'ambiente..." Semplicemente l'avrebbe potuto fare già 2 anni fa. Appunto a te cosa dovrebbe interessare? PS: il virgolettato è stato ripreso dal sito www.contauto.it/tecnologia
     Leggi risposte
  • Per come siamo strutturati adesso in Italia, l'elettrico è una vera e propria chimera.
  • @MGHV riguardo i 1.5 BlueHdi: "Oltre al FAP, alle auto equipaggiate con i motori BlueHDi, viene abbinato il Selective Catalytic Reduction (SCR). Quest’altra tecnologia ha il compito di intervenire prima del FAP, e di abbattere quindi il 90% degli ossidi di azoto"
     Leggi risposte
  • I pro-elettrico dicono che il diesel inquina. I pro-diesel dicono il contrario. Bisogna partire da dati oggettivi, perché all'ambiente e alla salute dell'uomo dati falsati non portano miglioramenti. A Stoccarda, lo scorso autunno hanno vietato la circolazione ai diesel più vecchi. Dopo il blocco hanno analizzato i dati dell'aria e non ci sono stati miglioramenti. La "guerra" elettrico-diesel è una guerra economica e non ambientale. Si sta spingendo sull'elettrico, fondamentalmente, per accelerare il ricambio del parco auto per sostenere l'economia e gli interessi degli investitori. Tuttavia si sottovaluta che il potere di acquisto dei consumatori è diminuito, e si è concentrata sempre più ricchezza in poche mani. E non bisogna dimenticare, che in Europa, l'acquisto di un'auto è sempre una scelta di costi, altrimenti il diesel non avrebbe avuto il successo che ha ottenuto.
     Leggi risposte
  • Sembra incredibile che ora il diesel inquini meno dei benzina. I nuovi motori a benzina iniezione hanno aumentato le emissioni di particolato. A causa di questo tutti i motori a benzina di ultima generazione ora montano il FAP, altrimenti eccedono le emissioni di particolato. Ma questo le amministrazioni comunali si ostinano a non riconoscerlo. QUATTRORUOTE : come mai non si leggono le risposte ai commenti? Io ho 2 risposte ma non riesco a leggerle.
     Leggi risposte
  • @Katia Birniani: Se in EU la benzina costasse quello che costa in US, io il diesel non me lo sarei mai messo in garage. Un turbobenzina in quanto a prestazioni/comfort lo batte su tutti i fronti. Il diesel ha permesso di abbassare i costi di gestione di tutte quelle auto medio-grosse che altrimenti sarebbero un salasso (leggi SUV). Detto questo, il clima di incertezza che si è creato, non sta di certo facendo bene al settore. Se qualche volta prendi in mano carta stampata che tratta di economia, avrai sicuramente letto che la rivoluzione elettrica, dagli analisti, non è di certo attesa con impazienza. Se i costi di acquisto e gestione aumenteranno di molto, sarà crisi nera per le quattro ruote, semplicemente perché il reddito del cliente non segue l'exploit del prezzo dell'auto.
  • Vedo che ancora i patiti del TDI non si rassegnano. Non si capisce come si puo' spiegare o giustificare serbatoi da 30 lt di urea in una macchina. E comunque si fallisce non appena il motore e' a regimi di funzionamento fuori test, e li' si emette di tutto e senza problemi, o fino al prossimo scandalo almeno. Visto che in molte citta' europee hanno gia' vietato i diesel Euro5, direi che se uno compra un diesel adesso ha la certezza di doversene disfare nel giro di 2-3 anni. Anche se non succedera' in Italia, il fatto che i diesel sono off limits in US e in molte citta' europee finalmente convincera' anche le varie VW/BMW etc. a chiudere, come hanno gia' fatto Toyota, Honda etc.
     Leggi risposte
  • La notizia mi conforta, in quanto potrò comprare un altro diesel tra 2 anni quando sarà ora di sostituire quello che guido attualmente, senza avere il magone di far del male all'ambiente.
     Leggi risposte
  • Ruggero, non vogliono rassegnarsi a mollare il diesel semplicemente perché non ha alcun senso, non è razionale. Hanno risolto l'ex tallone d'Achille di questi motori, cioè le emissioni di ossidi di azoto, che saranno praticamente azzerate. Per il resto sono, attualmente, imbattibili, almeno per quanto riguarda automobili di una certa stazza e pregio. All'indomani del dieselgate, quando tutti sostenevano, e molti lo fanno ancora, che il diesel era morto, dissi che avrei guidato un veicolo alimentato a gasolio, magari ibrido, per almeno altri 10 anni. Credo che saranno ben più di 10, multipli di 10.
     Leggi risposte
  • E intanto hanno trovato un altro "defeat device" nelle versioni aggiornate dopo il dieselgate https://www.wallstreet-online.de/nachricht/11679204-knaller-urteil-diesel-skandal-vw-software-update-manipuliert
  • a breve dovranno dichiarare il consumo km/l di urea
  • Proprio da un tecnico FCA ho appreso un po' di tempo fa che in Germany, nonostante facciano trasparire un grande impegno verso le auto a batteria, non vogliono assolutamente rassegnarsi a mollare il diesel (che per loro è stato una manna). Mi aveva anticipato dell'arrivo di nuove tecnologie capaci di filtrare le emissioni molto più dei moderni E6D temp. Evidentemente non mi aveva raccontato una palla.
     Leggi risposte
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22211/eup-.jpg Volkswagen e-Up!: elettrica e possibile http://tv.quattroruote.it/eventi/francoforte-2019/video/volkswagen-e-up-elettrica-e-possibile Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22192/id3.jpg Volkswagen ID.3, rivoluzione elettrica: tutti i dati in anteprima (prezzi, potenza, vel.max) http://tv.quattroruote.it/eventi/francoforte-2019/video/vw-id3-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21660/poster_001.jpg Teaser - Volkswagen T-Cross: le prime immagini della nostra prova http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/teaser-volkswagen-t-cross-le-prime-immagini-della-nostra-prova Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21632/Thumb_t-cross.jpg Volkswagen T-Cross vs Polo: quale scegliere http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/volkswagen-t-cross Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21401/WhatsApp Image 2019-03-05 at 19.05.07.jpeg Volkswagen Passat restyling 2019: ecco com'è cambiata (+ GTE) http://tv.quattroruote.it/eventi/ginevra-2019/video/vw-passat-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21398/WhatsApp Image 2019-03-05 at 19.10.44.jpeg Volkswagen T-Roc R: come la Golf, anzi di più! http://tv.quattroruote.it/eventi/ginevra-2019/video/vw-t-rock-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21366/id buggy1.jpg Volkswagen ID Buggy: la concept in onore di Bud Spener http://tv.quattroruote.it/eventi/ginevra-2019/video/vw-id-buggy-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/20703/poster_b2b78af8-fb64-4f91-9022-16d4d443b34e.jpg Nuova Volkswagen Touareg: la prova completa http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/la-nuova-volkswagen-touareg-la-prova-completa- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20690/poster_001.jpg Teaser - Le prime immagini della nuova Volkswagen Touareg http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/teaser-le-prime-immagini-della-nuova-volkswagen-touareg Mondo Q

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    prove Pdf