Tecnologia

Tesla
Novità in arrivo per i robotaxi e le batterie

Tesla
Novità in arrivo per i robotaxi e le batterie
Chiudi

Elon Musk ha confermato l'intenzione di introdurre i robotaxi marchiati Tesla entro la fine del 2020. Nonostante l'emergenza coronavirus, il progetto sembra infatti tenere il passo delle previsioni annunciate: l'unico rischio è che siano le istituzioni a porre un freno, rallentando l'approvazione delle leggi necessarie a causa delle nuove priorità globali.

Il progetto. La Tesla aveva già annunciato, nel 2019, l'arrivo dei robotaxi in occasione dell'Autonomy Day, presentando il nuovo supercomputer Full Self-Driving (Fsd): di fatto, un'estensione del sistema Autopilot orientato alla guida autonoma e implementabile anche su tutti i modelli prodotti dal 2016. Per l'occasione, la Casa aveva precisato che, nel momento in cui l'aggiornamento sarà disponibile, quest'ultimo potrà essere inviato a oltre un milione di veicoli dotati dell'hardware necessario per poterlo eseguire. Musk è ancora convinto di poter offrire tale funzionalità entro la fine dell'anno, sebbene a oggi non sia ancora stata presentata una vettura realmente operativa, il che rende difficile capire lo stato di avanzamento del progetto.

Il prossimo passo riguarderà le batterie. Il ceo della Casa, via social, ha fornito anche un'altra importante anticipazione: l'atteso incontro annuale con gli investitori, per il momento posticipato a causa della pandemia, non verterà sulle novità relative ai powertrain, bensì sull'evoluzione delle batterie. È probabile, dunque, che siano in arrivo dettagli relativi all'impiego di nuove tecnologie per ridurre i costi e migliorare le prestazioni degli accumulatori.

COMMENTI

  • SOLTANTO PER INTENDITORI APPASSIONATI... https://www.quattroruote.it/…/tesla_model_s_plaid_record_nu… LUIGI FERRARIO 2010 09/11/2019 00:41 il maleducato Adrien Cailleaux cancellato da Quattroruote gran intenditore della Tesla ha sempre affermato che la model S non era assolutamente progettata per un circuito tanto meno quello impegnativo del Nürburgring, addirittura il rischio di perdere la garanzia andando a provare una Tesla su tale circuito...Molto strano e assai ridicolo il fatto di andarci ora dopo i tempi della Taycan Porsche progettata quasi dieci anni dopo...sapendo che raddoppiare la tensione 800 Volt diminuisce a parità di potenza la corrente nei motori di due volte e scalda meno...che i motori sono sincroni con il rotore senza avvolgimenti ma magneti speciali ad alta energia e scaldano meno...il sistema di raffreddamento a circuito forzato intorno alle batterie pare fa dei miracoli nel mantenere bassa la temperatura...non dimentichiamo infine le quattro ruote motrici ma in più sterzanti...favorizza il test dell'alce...il suo tempo è di 7 min e 42 sec. il suo coefficiente aereodinamico Cx è di 0,22 ( da record) Vorrei ricordare che la nostra Giulia Quadrifoglio ha un tempo di : 7 min 32 sec ! Perchè malgrado una potenza di 250 cavalli in meno della Taycan...ha per lei il peso di 700 kg in meno...della Taycan...ma un'altra raffinatezza che la model S e la Porsche non avranno mai...il momento d'inerzia polare inferiore...cioè la disposizione delle masse Transaxle motore e scatola del cambio molto più ravvicinate del centro di gravità della vettura...e non quelle dei due o tre motori elettrici al di là degli assi dell'avantreno e del retrotreno...Una Giulia con 750 cavalli li straccia tutte e due Porsche e Tesla che siano ! Chissà se il tempo non mi darà pienamente ragione ! Possiamo ignorare la fisica...ma Lei di certo non ci ignorerà !
  • Questo riportato da una agenzia di assicurazioni. "Secondo Gjensidige, il più grande assicuratore norvegese, le auto elettriche sono coinvolte in incidenti il 20% in più rispetto ai modelli diesel o benzina, a causa della loro capacità di accelerare da fermo molto più rapidamente."
  • A marzo, in Europa, al primo posto delle vendite la Vw Golf e al secondo posto la Tesla Model 3 . Ha di che rosicare il Buratti, che ancora cerca di contare le Mirai vendute (col pallottoliere). E intanto si arrampica sugli specchi per festeggiare i grossi problemi che avrebbe Tesla con le batterie del Semi. I problemi che ha lui nel cervello. Ma chi festeggiano veramente sono Tesla e gli investitori, in seguito agli earnings primo trimestre.
     Leggi risposte
  • 'Observers believe that CATL moved directly into Germany to exert more power over its domestic auto industry. According to sources, CATL is positioning to offer lower prices, although its technology is considered to be lower quality than what’s offered by South Korean battery makers.' In poche parole, CATL, la cui tecnologia è considerata di qualità inferiore a quella offerta dai produttori di batterie sudcoreane, vuole approfittare dei prezzi bassi delle proprie proposte per acquisire grosse fette di mercato. Tesla infatti coglierebbe l'occasione per fa rientrare nella soglia degli incentivi la versione meno costosa della 3. Se poi l'affidabilità e durata delle batterie saranno inferiori a quelle dei modelli prodotti in America, sarà un problema dei cinesi, che dovranno far il possibile per non far brutta figura.
  • Vede Blundo, prima o poi lo sa che i nodi vengono sempre al pettine. Legga legga cosa ha scritto oggi il suo amico FRED : "Tesla ha confermato che la produzione del Tesla Semi, il suo tir elettrico, è stata posticipata nel 2021, portando il programma in ritardo di 2 anni." Beh Blundo lei mi ha accusato di trollare perchè le ho fatto "capire" che Tesla con il Semi qualche problemuccio ce lo aveva. Adesso come la mettiamo ? Chi è il trollone ? Lei...semplice...
     Leggi risposte
  • Io urlo? Chi urla Blundo, le risulta che questo sito permetta di scrivere in grassetto per evidenziare le parole per focalizzare al volo i punti salienti del discorso? No Allora li ho scritti in maiuscolo così li vede bene. Inoltre esiste già in commercio un'auto con tale tecnologia, la Baic Bjev U5. Come auto sarà pure una ciofeca, ma la tecnologia CTP esiste. Quindi mi sta dicendo che Tesla si è dovuta accontentare di usare CATL ?
     Leggi risposte
  • Blundo scrive : "considerato che Catl è famosa per la QUALITA' BASSA delle celle" e poi ha aggiunto "infatti nelle sue scemenze c'era scritto della TECNOLOGIA, NON DI CHI COMPRA. AHAHAH altra mega trollatona. Quindi vediamo un po, e veda stavolta di usare i neuroni : Lei afferma che in CATL sono scarsi (qualità bassa e in tecnologia), bene allora cosa volgiamo dire Blundo? Che Tesla offrirà batterie scarse ai cinesi ? E tecnologicamente arretrate? Ma vediamo un po cosa ha dichiarato il suo amico FRED (Electreck) : "Un paio di settimane fa, Reuters ha riferito che Tesla è in "fase avanzata di colloqui" per utilizzare batterie di CATL che NON contengono COBALTO. Sarebbe la prima volta che Tesla includerà batterie al litio ferro fosfato nella sua gamma, un passo per ridurre i costi." Senza COBALTO Blundo ? Strano non era lei che tempo fa me la menava che Tesla rispetto alla plebaglia usava batterie con pochissimo cobalto che davano la paga a tutti.? E a corollario ecco qua uno stralcio di una valutazione sulla tecnologia CATL pubblicata in moltissime testate : "Ricorrendo a questa nuova invenzione CTP, che comprende oltre 70 brevetti di base, la CATL può aumentare dal 10% al 15% la densità di energia accumulata per unità massa (la cosiddetta energia specifica) delle batterie, migliorandone dal 15% al 20% l'efficienza di utilizzo in termini di volume e riducendo del 40% le componenti dei blocchi. Una batteria CTP può aumentare l'energia specifica del sistema da 180 a oltre 200 watt-ora per chilogrammo. A livello di celle, quest'anno (2019) l'azienda ha già raggiunto una densità di energia accumulata per unità massa pari a 240 watt-ora per chilogrammo ed entro il 2024 mira ad aumentare l'energia specifica fino a 350 watt-ora per chilogrammo." TROLLONE
     Leggi risposte
  • Lei non deve capire Blundo,da lei non voglio nulla, semplicemente perchè lei non è in grado di dare nulla. Se discutere per lei si riduce a un copiare e incollare, com'è di sua tradizione, esiste per fortuna stampa più autorevole delle sue citazioni ciarlatane.
     Leggi risposte
  • Lei Blundo è molto esperto di cosa? Di che… di batterie ? Si quelle del Big Jim forse… ma forse neanche di quelle. E la premio Nobel che giudica e predica la segue come un pappagallo. Anche il più scarso dei novellini che abbia dimestichezza con il settore sa che i cicli di una batteria sono fortemente influenzati dalle tensioni e le correnti che circolano al suo interno dovute principalmente alle tensioni/correnti con cui viene caricata durante la sua “vita” e dall’impiego più o meno gravoso che la batteria deve svolgere. E il suo rendimento è influenzato dall’incognita meteo in cui svolgerà il suo lavoro : ovvero caldo e freddo. Quindi in pratica : un Tir a lungo raggio deve avere una batteria da 0.8-1Mwh e 600-700 miglia di campo pratica (Fonti Divine). Per ragioni di redditività e operatività deve essere caricata il più velocemente possibile quindi con tensioni e correnti molto elevate. Si deve portare in giro un carico da 30-40 tonnellate affrontando salite, caldo asfissiante, temperature sotto zero, come lo sono le tipiche strade di collegamento Canadesi e Nord Americane o in europa basti pensare ad esempio a Austria, Svizzera e a tutti i paesi nordici. Conclusione ? Solo un trollone ignorante, che fa pure il supponente, può andare in giro a raccontare che la “vita” di una batteria è matematica, e si ricava semplicemente moltiplicando i cicli che può ricevere (predeterminati in laboratorio) con i km che può percorre su un veicolo. Facciamo i conti Blundo ? Visto che a quanto sembra lei è laureato. Le batterie che svolgono lavori intensivi, in ambienti critici e che vengono ricaricate ad alte tensioni cedono in operatività sul 70-80% rispetto ai cilci nominali, anche perchè un aspetto non meno importante è anche come vengono guidati questi mezzi. Quindi i produttori devono avere margini elevati per pararsi il lato B. Bene il conto dei poppanti lo ha già fatto lei, 1000km per singola carica x 4000 cicli = 4 milioni di km. Se si scende nel caso peggiore ad una operatività al 70% si ha 2,8 milioni Km. Ma 2,8 milioni è un fattore di +3 - +4 di un chilometraggio che ha un Tir nella sua vita (700-900 mila km), ma alcuni ne fanno anche di più. Toh Blundo… ma che coincidenza, perchè un fattore di +4 - +5 è anche quello che si ha oggi tra le batterie delle auto elettriche e i km che possono idealmente percorrere per far star tranquilli i clienti. Anzi a veder ben i 4000 mila cicli e 4 milioni di km per questo tipo di applicazione sono ancora pochi visto gli impegni gravosi e le correnti che devono sostenere, e le aziende a cui lo vendi non le puoi prendere per il xxxx se no ti mollano. Un consiglio Blundo? Torni a scuola o si aggiorni ingegnere dei miei stivali…
     Leggi risposte
  • Buratti, tutto sommato preferisco, e credo anche altri lettori, quando parli dell'idrogeno e di come soppiantera' a breve le batterie etc. etc. E' invece preoccupante constatare il tuo tremendo stato mentale, neanche riesci a fare moltiplicazioni e divisioni. Perche' non ti calmi un po' anziche' accanirti su concetti e temi che chiaramente sono al di furoi della tua portata. Ho contattato la redazione, separatamente, per speigare il tuo caso e farti bannare. E' anche loro responsabilita' evitare che persone vulnerabili siano umiliate e vilipese online sul loro sito.
     Leggi risposte
  • Caro Blundo lo sapevo che si limitava a copiare quello che legge, riferirlo ma di fatto non capisce nulla. Come lei giustamente ha imparato a memoria la vita di una batteria si misura in cicli di ricarica ad una determinata corrente/tensione. Supponendo che abbiamo 2 batterie una di taglia grande e una piccola costruite con la stessa tecnologia che vengono caricate nella loro “vita” con la stessa energia se ne deduce che : i cicli di durata saranno gli stessi, i km percorsi saranno invece di più per quella grande, quindi anche per ogni ciclo di ricarica, ma purtroppo anche il suo tempo per la ricarica sarà maggiore. Nessuno vuole una batteria che fa molti km, sia per ogni ciclo che di vita, ma che si ricarica come un bradipo. Ma neanche alzate l’energia per caricarla serve, perchè si diminuiscono i cicli utili dovuto alle correnti più alte e di conseguenza i km che può percorre durante la sua “vita”. Perchè c’è la corsa a studiare elettrodi diversi? Perchè a parità di cicli (ma meglio ancora se superiori) si può alzare l’energia per ricaricarla. Ovvero si può dare al cliente batterie più grandi, che fanno più km in vita, ma che si caricano molto più velocemente. E qui Blundo non penso di averle detto niente di nuovo. E adesso arriva il bello. Tutte : Panasonic,LG Chem, Samsung, CATL, BYD, ecc.ecc hanno batterie, o le commercializzeranno a breve, che nell’uso quotidiano di un cliente hanno durata che vanno dalle settecento mila al milione di km che a vedere bene bastano per 3 vite intere. Perchè il Divino allora spinge sempre l’asticella più in su se non ce ne bisogno, e dichiara di essere arrivato a 1,6 milioni di km? Semplice Blundo dei miei stivali e non perchè i clienti hanno “paura” che duri poco. Perchè è obbligato, e sa perchè? Perchè ha promesso una cosa chiamata SEMI a lungo raggio, e per mantenere la promessa delle 600-700 miglia a pieno carico per carica sarà grande come un pachiderma, circa 0,8-1Mwh. E se non vuole fare una figura di letame con chi glie lo ha già piazzato visto che ha anche promesso che si potrà caricare in tempi relativamente brevi, dovrà applicagli anche una tensione/corrente gigantesca. Inoltre di Km un tir ne fa parecchi e con le batterie di cui dispone oggi non ci fa una semplice mazza perchè il margine sarebbe molto ridotto. Non si è mai chiesto perchè quando i prototipi SEMI facevano tappa agli Sc lo dovevano attaccare a più stalli? Dai che ci arriva non è difficile. SVEGLIA!!!!
     Leggi risposte
  • Data l'ignoranza teragalattica del Buratti, che ha dimostrato quanto sia troll, cerco di spiegare in poche parole (e solo una cosa) a lui, non certo agli altri, il vantaggio tecnologico di Tesla sulle batterie. Tante persone hanno paura che dopo 8-10 anni debbano spendere un sacco di soldi per cambiare la batteria. Ora, chi dovrà cambiare la batteria se questa dura un milione e seicentomila km ????
     Leggi risposte
  • Povero Buratti, notizia di oggi ' che Tesla ha brevettato un nuovo tipo di elettrodo per le batterie che potranno durare 1.600.000km. Ma non verrà utilizzato fra qualche anno, bensì prima, appena la linea di produzione interna delle batterie sarà operativa.
     Leggi risposte
  • Caro Blundo nessuna mazzata, semplicemente come capita nel settore delle batterie, se non sei capace di farle lascia stare. Evidentemente Mercedes fa parte di questi non essendo a livello di Hyundai e Toyota/Bmw. D'altronde voi sono anni che dite, Divino escluso, che gli altri sono degli incapaci. quindi dov'è la differenza? La differenza è che lei usa il mono-neurone e la sua visione del mondo è ultra limitata. Semplice come un atono di H2
     Leggi risposte
  • 'Tesla non ha inventato e non possiede nulla perchè la tecnologia è di CATL, LG Chem, Samsumg e Panasonic.' Buratti non si vergogna. Secondo lui Tesla non ha la sua tecnologia di produzione delle celle, e un certo Jeff Dahn non esiste. E non si rende conto che per ora Tesla si appoggia a LG ed altri per far fronte alla enorme richiesta di celle, ma solo per la produzione in Cina. Stralcio dalla rete 'Dahn è considerato un pioniere nelle celle della batteria degli ioni di litio. Ha lavorato sulle batterie agli ioni di litio praticamente da quando sono state inventate. Egli è accreditato per aver contribuito ad aumentare il ciclo di vita delle cellule, che ha aiutato la loro commercializzazione. Il suo lavoro ora si concentra principalmente su un potenziale aumento della densità energetica e della durata. Nel 2016, Dahn ha trasformato il suo gruppo di ricerca dal loro accordo di ricerca ventennale con 3M a una nuova associazione con Tesla nell'ambito della neo costituita "NSERC/Tesla Canada Industrial Research".' Buratti non lo sa che la progettazione in proprio delle batterie è iniziata vari anni fa, e che i modelli Tesla prodotti in Usa hanno la migliore tecnologia esistente, come anche dimostrato dalle prestazioni e dall'autonomia e dalla durata. Già stanno preparando una linea di produzione, con costo kwh sicuramente inferiore a quello che la concorrenza può ottenere. Buratti è un troll.
     Leggi risposte
  • Vede Blundo lei soffre chiaramente di depressione, prima mi dice che scrivo papiri dicendo scemenze , adesso che per far prima ho postato il link mi accusa che "lo so" perchè dice di averlo postato lei tempo fa. Ma tra l'altro ho anche postato l'articolo non per darle ragione, ma per dimostrarle per l'ennesima volta quanto è ... può benissimo immaginare. Perchè se lei applica un minimo di elaborazione a quanto legge scoprirà che : Tesla non ha inventato e non possiede nulla perchè la tecnologia è di CATL, LG Chem, Samsumg e Panasonic. E' disponibile per qualsiasi azienda che sia disposta a collaborare, infatti si cita Vw, Nissan, e PSA. Semmai, ed è qui che il suo cervello non ci arriva, le aziende possono progettare le architetture (vedere sul vocabolario voce : architettura) della batteria : celle cilindriche, prismatiche, taglio delle celle ecc.ecc. che poi ne possono determinare le prestazioni. Basta spendere e si ha in "casa" qualsiasi cosa. N.B. Inoltre informerei che l'autore, un certo Pedro Lima, quando dice "Non vedo l'ora di vedere QUALE CASA (non solo Tesla Blundo!!!!!! ) automobilistica sarà la prima a rendere disponibile un'opzione di batteria senza cobalto in Europa o Nord America" si è scordato che Toyota/Subaru hanno siglato a metà 2019 una collaborazione con CATL ad ampio raggio per l'elettrificazione dei loro EV. Quindi nella lista ci sono anche loro. Poi i famosi 100 dollari per kwh vale per TUTTI, come ovvio, sono le semplici regole del mercato. Più un prodotto è disponibile e venduto, meno costa. Si NASCONDA.
     Leggi risposte
  • https://pushevs.com/2020/03/02/teslas-smart-battery-strategy-in-china/ Se ne faccia una cultura. E mi raccomando al posto di leggere e assimilare come fa di solito questa volta USI anche i NEURONI ed elabori prima di sparare una altro post ciarlatano.
     Leggi risposte
  • Ma quale Cina e Cina, i suoi neuroni sono sparsi per il globo intero. Ma lei cosa crede che uno si sveglia una mattina e vuole fare una batteria e un circuito stampato e se lo costruisce da solo perchè si crede un cervellone ? SENZA le conoscenze tecnologiche e strutturali di quei 2 colossi, anzi 3 con Panasonic il Divino era ancora a giocare con l'anodo e il catodo...SVEGLIA!!!! E quelle conoscenze tecnologiche, pagando, sono a disposizione di altre aziende : vedere Toyota-Panasonic per quelle a stato solido di cui dovevano fare una dimostrazione alle ormai ex-olimpiadi, e Hyunday-Samsung. RI-SVEGLIA!!!!!!
     Leggi risposte
  • 'ALBERTO BURATTI 05/02/2019 09:26 Spike, beh innovativo mica troppo diciamo che è un correre ai ripari. È dalla scoperta delle proprietà del grafene nel 2004 che molte aziende (Samsung, LG Chem, ecc ecc.) stanno sviluppando i supercondensatori da integrare/sostituire nelle batterie. Fisker per esempio è dal 2016 che li sta sviluppando in proprio che equipaggerà la sua nuova auto, ma quando non si sa ancora bene. Evidentemente Tesla non avendo sliluppato nulla nel frattempo è rimasta indietro e deve recuperare rispetto alla concorrenza.' Da ridere. Tuttora Tesla mantiene un grosso vantaggio sulla concorrenza, e per di più si avvicina ad un costo al kwh di 100 dollari.
     Leggi risposte
  • Siete un po' andati 'fuori tema', qui non si discuteva di batteria vs. idrogeno o elettrico vs. TDI as rate. Su qualunque tema comunque noto che il Buratti conferma le sue terribili condizioni cognitive.
     Leggi risposte
  • @Buratti, il pagliaccio è lei. La deve finire di dare del pagliaccio agli altri. E visto che parla di un certo argomento, ebbene, ritorni a lavarli.. . Che poi, come dice lei, non capisce un fico secco: cose c'entra il fatto che uscirà fra due anni una fuel cell della Bmw. E` chiaro a tutti che le case devono far vedere di essere pronte tecnologicamente, anche per situazioni che non potrebbero avere sbocchi in futuro. A tutti, ma non a lei. Ritornando all'argomento, quanto le rode il fatto che Tesla è molto avanti, e di parecchio, anche sulle batterie, ed è questo progredire che renderà sempre più inutile perseguire l'idrogeno: quando fra alcuni anni in pochi minuti si ricaricherà per un'autonomia di 600-700 km, ma chi sarà mai così Buratti da proporre autovetture fuel cell?
     Leggi risposte
  • Anche se non c'entra un fico secco con l'argomento originario Blundo però lei certe cose me le offre su un piatto d' argento. Ecco BMW cosa pensa dell'idrogeno : https://insideevs.com/news/406866/bmw-x5-fcv-suv-2022/ Si si morto in partenza... ciarlatano... Porsche non adotta la propulsione Fcv perchè per ora gli stack non sono da prestazioni Porsche. Punto. Mentre Diess ha fatto una scelta, per "ripulire il marchio Vw dagli scandali e accelerare sulla decarbonizzazione della gamma visto che fino adesso puntavano sul diesel e l'ibrido non sa manco cos'è le batterie sono la soluzione più veloce ed "economica". Punti di vista ma adesso che incensate uno che guida un gruppo che neanche mesi fa dichiaravate pagliacci non so chi lo è di più tra voi...
  • Errata Corrige : "argomento tecnologia su un'auto."
  • Ma voi 2 stando rintanati in casa vi siete scolati qualche bottiglia di sostanze alcoliche per lavare i pavimenti? Cosa c'entrano le fcv e lo spazio con il discorso auto? Nulla. Voi fan siete tutti uguali. Parli di un argomento, non lo capiscono, e pur di tirarsela e stracciarsele ti tirano fuori i ragionamenti più assurdi. Come i bimbi uguali...ah vi siete dimenticati di specificare quante volte va al cesso il Divino... sapete è importante... chissà quanti kg ne fa...
  • A seguire, il link di un articolo che specifica l'intenzione di Bmw di perseguire l'elettrico e ritiene morta in partenza la soluzione fuel cell - https://electrek.co/2020/04/15/porsche-rd-boss-speaks-about-tesla-batteries-macan-ev-and-why-hydrogen-fails/ - se Buratti lo leggesse assimilando, sarebbe gran cosa.
  • Dal Bosco andiamo per gradi, cosa vuol dire essere avanti? Tutto e niente, dipende come sempre dal contesto e cosa si analizza. Quel giornalista, stupido e poi spiego perchè, ha preso un'auto elettrica di un produttore che fa solo auto elettriche (quindi nato "recentemente" con tutti i vantaggi tecnologici disponibili) confrontandola con produttori che dal punto di vista commerciale ( odierno ) delle elettriche non gli importa quasi nulla se non quello di superare le normative. Almeno Toyota, Vw è caduta dal seggiolone solo un paio di anni fa e si deve fare le "ossa", inoltre i tedeschi non sono notoriamente "forti" in elettronica. Quindi quel giornalista cosa si aspettava di trovare? Come minimo è "avanti" se no c'era da preoccuparsi. Allora se un giornalista prende una Mirai, la smonta cosa deve dire che Tesla manco le fa le Fcv? Che Toyota è avanti anni luce? Ma per favore dai su... Anche se il Divino ha la tecnologia Fcv in casa perchè se no su Marte non ci arriva. Dicevo stupido, il giornalista, perchè è arci noto che Toyota ha una quota di rilevanza di Denso. Denso è una società tecnologica che fornisce da anni decine di case che non solo sviluppa i chip, crea centraline e il loro software, ma progetta e crea i semiconduttori per fare i suoi chip! Produce anche i macchinari e i robot per crearli e assemblarli. Quindi non sarei sorpreso che le "materie prime", tecnologia compresa, il Divino le acquista da Denso visto che ha svariati stablimenti sparsi per la silicon Valley. Velocemente un pò di storia : nel 1996 ha lanciato il primo radar bidimensionale al mondo, nel 2003 il primo LIDAR a onde elettroniche a scansione millimetrica, nel 2015 insieme al pacchetto Safety Sense è stato introdotto nelle Toyota di fascia media e di lusso. Come sempre nel 2015 ha lanciato la prima unità di bordo V2I/V2X conforme ITS connect con radio LAN ad alta velocità. Ecco il test già nel 2014 : https://www.youtube.com/watch?time_continue=44&v=pC7HptKLxdg&feature=emb_logo Per non parlare poi cosa stanno progettando con l'intelligenza artificiale. E per finire, è vero che Toyota non andrà su Marte ma insieme all'agenzia spaziale JAXA sta progettando un Rover (praticamente un furgone) pressurizzato porta persone con guida sia manuale che autonoma per la missione del 2029. Il Divino quando parte per Il pianeta Rosso? Quindi Dal Bosco il succo di discorsi simili è sempre lo stesso : "Quello che non si vede, non è detto che non esiste". Poi sul perchè certe tecnologie aspettano a commercializzarle non è dato sapere.
     Leggi risposte
  • Caro Dal Bosco, se sulle auto sono montate diverse centraline c’e una ragione storica, industriale e tecnica. Storica perchè le tecnologie che oggi diamo per scontate non sono nate tutte nello stesso momento e sviluppate con la stessa tempistica. Anche le aziende proprietarie sono diverse. Industriale perchè se vendi milioni di vetture che spaziano dall’utilitaria, alla presidenziale ai veicoli industriali, il fatto di poter scegliere quali e che versioni montare in base al prezzo, alle dotazioni e alla destinazione d’uso del veicolo è un indubbio vantaggio…economico. Sopratutto quando le aziende fornitrici svolgono anche il ruolo di R&D dividendo costi e tempistiche. Tecnica perché un’auto a combustione, ibrida o plug-in ha molti più parametri diversi tra loro da gestire rispetto a un’auto elettrica. Certo che se vendi 3 modelli messi in croce a prezzi premium può valere la pena avere una mega scheda. Dubito che Tesla riesca a vendere un’auto da 10-20 mila euro con tale scheda e accessori che comanda annessi. Poi con il fatto che si possa aggiornare via etere, come tutte le tecnologie ha i suoi vantaggi e svantaggi.
     Leggi risposte
  • I taxi completamente automatici necessitano del livello più alto di automazione, cosa ad oggi non disponibile. Con un conducente a bordo, però, con la sola funzione di eseguire manovre secondarie come i parcheggi, è già a portata di mano.
     Leggi risposte
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/22275/poster_001.jpg Giro di pista - Tesla Model 3 ecco il tempo a Vairano http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-in-pista/video/giro-pista-tesla-model-3-awd-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21969/Thumb tesla model 3.jpg Tesla Model 3: la prova STRUMENTALE definitiva http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/tesla-model-3-la-prova-strumentale-definitiva- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20986/poster_006.jpg Tesla Model 3: fra poco arriva in Europa! http://tv.quattroruote.it/eventi/parigi-2018/video/parigi-2018-tesla-model-3-mp4 Eventi
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20716/poster_0021.jpg Tesla Model 3, l'abbiamo guidata in anteprima! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/anterpima-ecco-la-tesla-model-3-su-strada- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/18585/poster_011.jpg La nuova Tesla Model X in prova! http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/la-nuova-tesla-model-x-in-prova Prove su strada
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/18245/poster_003.jpg Il crash test IIHS della Tesla Model S http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-iihs-della-tesla-model-s1 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/17883/poster_001.jpg Il nuovo sistema Tesla punta alla guida autonoma http://tv.quattroruote.it/news/video/il-nuovo-sistema-tesla-punta-alla-guida-autonoma News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/17214/poster_016.jpg La nostra prova della Tesla Model S P90D Performance http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/prova-tesla-model-s-p90d Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/17176/poster_009.jpg Elon Musk presenta la nuova Tesla Model 3 http://tv.quattroruote.it/news/video/elon-musk-presenta-la-nuova-tesla-model-3 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/16840/poster_002.jpg Tesla: la Model S per i bambini costa 500 dollari http://tv.quattroruote.it/news/video/tesla-la-model-s-per-i-bambini-costa-500-dollari News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca