Karma E-Flex: presentato il pianale per le elettriche più economiche - Quattroruote.it
Tecnologia

Karma E-Flex
Presentata la piattaforma modulare per le elettriche più economiche

Karma E-Flex
Presentata la piattaforma modulare per le elettriche più economiche
Chiudi

Fino a 22 configurazioni e un campo di applicazione che spazia dalle sportive alle navette del ride-sharing, con la possibilità di ospitare powertrain elettrici puri o ad autonomia estesa: questo promette la Karma e-Flex, la piattaforma modulare creata dal piccolo costruttore californiano per diventare fornitore dei grandi marchi in un mercato sempre più elettrificato. Quella appena svelata è la configurazione "Everyday Use BEV", destinata a vetture compatte ma anche ai veicoli commerciali che si muovono nei centri urbani e a quelli automatizzati per il trasporto condiviso.

Una capacità di 80 kWh. Si tratta, insomma, della configurazione più economica della e-Flex. E della versione più “semplificata” a livello progettuale: motore singolo, trazione anteriore e un pacco batterie da 80 kWh. La Casa non è ulteriormente nel dettaglio delle prestazioni, che vengono sviluppate al KICC (Karma Innovation and Costumization Center), nello stabilimento di Moreno Valley, in California. Tutte le varie declinazioni di questo pianale elettrico sfrutteranno tecnologie prodotte dalla Casa, comprese quelle introdotte sulla Revero GT.

Un fornitore. Combinando tipologie di cambio, tagli della batteria e motori, la Karma conta di proporre in tutto 22 varianti, potendo così contare su un potenziale ampio ventaglio di mercato nel quale operare. L’idea è quella di agevolare altre Case, le quali sono già state coinvolte nel progetto, ma non sono state ancora rese note, ad introdurre in breve tempo nuovi modelli a batteria, ottimizzando tempi e costi di progettazione e sviluppo.

COMMENTI