Tecnologia

Ford
Primi collaudi del sistema di parcheggio automatico - VIDEO

Ford
Primi collaudi del sistema di parcheggio automatico - VIDEO
Chiudi

La Ford ha avviato un progetto a Detroit per testare un sistema di parcheggio automatico sulla Escape. La vettura, che sfrutta le tecnologie di assistenza alla guida del Co-Pilot360 e specifici sensori della Bosch, è in grado di eseguire le manovre per la sosta senza il conducente a bordo, che una volta sceso dal veicolo può avviare il parcheggio attraverso un’app.

Ford: i test del sistema di parcheggio automatico

Dialoga con l’ambiente. La dimostrazione ha avuto luogo in un’autorimessa capace di comunicare con la Suv e di ‘’guidarla’’ al suo interno, grazie alle tecnologie di connettività tra veicolo e infrastruttura. I sensori della Bosch permettono di evitare anche i pedoni e altri ostacoli. Con queste dotazioni, e all’interno di questo ecosistema, la vettura può anche spostarsi da un locale all’altro del garage in autonomia, per esempio per raggiungere una postazione dedicata al lavaggio.

Parcheggi ottimizzati. Il progetto, che verrà portato avanti per tutto il mese di settembre r coinvolge una società di real estate locale, la Bedrock, non ha soltanto lo scopo di testare i congegni per la guida driverless ma anche di dimostrare i vantaggi che un sistema integrato di tecnologie connesse può generare. Nella fattispecie, il sistema di parcheggio automatico permetterebbe di ottimizzare lo spazio: sulla medesima superficie, grazie a questo dispositivo l’autorimessa potrebbe accogliere il 20% in più di veicoli.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Ford - Primi collaudi del sistema di parcheggio automatico - VIDEO

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it