Tecnologia

Guida autonoma
Usa, in arrivo nuovi standard di sicurezza con l'iter della Nhtsa

Guida autonoma
Usa, in arrivo nuovi standard di sicurezza con l'iter della Nhtsa
Chiudi

La National Highway Traffic Safety Administration (Nhtsa) ha deciso di avviare un processo normativo formale che potrebbe eventualmente portare all'adozione di nuovi standard di sicurezza per i veicoli a guida autonoma. In particolare, l'agenzia federale per la vigilanza nel settore dei trasporti ha emesso un avviso di proposta per ottenere contributi e stilare un nuovo regolamento al fine non solo di garantire la sicurezza, ma anche di alleviare i timori delle persone su questo genere di veicoli, spesso visti con scetticismo. 

Verso nuova normativa. "La regolamentazione aiuterà ad affrontare le legittime preoccupazioni del pubblico in materia di sicurezza, protezione e privacy senza ostacolare l'innovazione nello sviluppo dei sistemi di guida automatizzata", ha affermato il segretario ai trasporti degli Stati Uniti, Elaine Chao. L'intero iter potrebbe quindi concludersi con la redazione di un vademecum che stabilisca le migliori pratiche da seguire, fornisca informazioni ai consumatori e definisca regolamenti formali da tenere, tra cui delle disposizioni che impongano standard di sicurezza legalmente vincolanti. L'attività dell’agenzia andrà, inoltre, a focalizzarsi sulle funzioni primarie fondamentali per i sistemi a guida autonoma: per esempio, le modalità di utilizzo dei sensori, di rilevamento di pedoni o ciclisti sulla strada, di pianificazione dei percorsi, di risposta a eventuali imprevisti e di funzionamento generale dei veicoli. La Nhtsa è in sostanza alla ricerca di riscontri per delineare "un framework che soddisfi le necessità di una maggior sicurezza e valuti il grado di successo negli sforzi dei produttori per garantire tale sicurezza".

La diatriba. L'iniziativa della Nhtsa segue, tra l'altro, le accuse mosse da un'altra agenzia, la National Transportation Safety Board (Ntsb), per l'adozione di un "approccio non regolamentare alla sicurezza dei veicoli automatizzati" e per il mancato sviluppo di un metodo per verificare l'integrazione dei sistemi di protezione nelle auto da parte dei costruttori. La Nhtsa, criticata anche per le indagini condotte su alcuni incidenti mortali provocati dai mezzi Uber o Tesla, ha spiegato di "non voler emanare regolamenti che impediscano inutilmente l'adozione di un qualsiasi veicolo dotato del sistema di guida autonoma", perchè "uno standard mal concepito potrebbe non riuscire a soddisfare la necessità di maggior sicurezza dei mezzi e soffocare l'innovazione".

COMMENTI