Tecnologia

Ford
Accordo con Google: nel 2023 un nuovo infotainment basato su Android

Ford
Accordo con Google: nel 2023 un nuovo infotainment basato su Android
Chiudi

La Ford ha stretto un accordo di sei anni con Google per l'integrazione dei servizi basati sul sistema operativo Android su tutti i futuri modelli a marchio Ford e Lincoln. I due colossi americani non hanno fornito dettagli ulteriori in merito all'iniziativa, ma i prodotti frutto della collaborazione saranno disponibili sui modelli di serie a partire dal 2023.

Integrazione totale. Per dare vita al progetto è stato creato il Team Upshift, una squadra composta da esperti di entrambe le parti chiamati a ragionare "fuori dagli schemi" per offrire ai clienti nuovi contenuti e rivoluzionare l'esperienza connessa a bordo delle vetture dell'Ovale Blu. Ai clienti saranno quindi offerte le app di Big G già presenti sugli smartphone, come Google Assistant e Google Maps, le quali saranno totalmente integrate nei veicoli. Inoltre, tutto l'universo di prodotti presenti sullo store Google Play sarà rivisto in ottica automotive, aprendo quindi anche allo sviluppo di future applicazioni di terze parti. La collaborazione con l'azienda di Mountain View non si fermerà qui: la partenrship, infatti, coinvolgerà anche la produzione e i punti vendita, in modo da migliorare l'esperienza dei clienti sotto vari punti di vista. Tra i progetti c'è anche il supporto ai veicoli commerciali a guida autonoma che la Ford vuole introdurre sul mercato nel 2022. 

Come la Polestar 2. Al momento non è chiaro se questa operazione segnerà la fine dell'attuale sistema Sync3. Ai microfoni di Autonews, David McClelland, vicepresidente di strategy and partnership della Ford, ha confermato che l'attuale sistema di infotainment sarà presente almeno fino al 2023, segno che l'avvicendamento potrebbe essere totale. Inoltre, il manager ha specificato che il sistema sarà simile a quello già visto sulla Polestar 2, ma interamente personalizzato per il costruttore statunitense. 

COMMENTI