Tecnologia

Cybersecurity
Sumitomo investe in Upstream per assicurazioni di nuova generazione

Cybersecurity
Sumitomo investe in Upstream per assicurazioni di nuova generazione
Chiudi

L’investimento di 36 milioni di dollari della Mitsui Sumitomo Insurance, prima assicurazione giapponese, nella partnership strategica con Upstream Security apre alla società di cybersecurity israeliana “nuovi segmenti di business”, come ha sottolineato a Fleet&Business il suo co-founder e ceo Yoav Levy. L’unione dell’analisi dei dati dei veicoli, insieme alle nuove tecnologie, tra cui le dashcam, saranno assolutamente “dirompenti per il settore assicurativo”, ha aggiunto. Oltre alla compagnia nipponica, le nuove possibilità offerte dalla telematica hanno destato l’interesse anche di una delle più grandi società assicurative del paese mediorientale, ovvero I.D.I. Insurance Company, anch’essa entrata in questo round di investimenti (il terzo dalla nascita di Upstream, quattro anni fa) e con cui la stessa Mitsui Sumitomo Insurance ha lanciato a inizio anno un technology hub.  

La partnership. Grazie a questa collaborazione le compagnie assicurative di tutto il mondo potranno utilizzare i dati dei veicoli connessi per ricavare importanti approfondimenti in varie aree legate alle assicurazioni, tra cui una più efficente gestione del rischio. "Come parte del nostro piano aziendale a medio termine Vision 2021, puntiamo a migliorare l'esperienza del cliente attraverso la digitalizzazione di tutti i processi, proponendo prodotti assicurativi di più alto valore e di nuova generazione", ha commentato Masashi Ippongi, Managing executive officer di Mitsui Sumitomo Insurance. "Siamo entusiasti di lavorare con Mitsui Sumitomo Insurance per espandere ulteriormente la nostra attuale piattaforma di dati e poter sviluppare relazioni profonde e durature con i loro clienti in Giappone, tra cui naturalmente le case automobilistiche”, conclude Levy. 

COMMENTI