Tecnologia

Huawei
All'IAA Mobility di Monaco debutta un pacchetto per la guida autonoma

Huawei
All'IAA Mobility di Monaco debutta un pacchetto per la guida autonoma
Chiudi

La Huawei entra nel mondo automotive presentando all'IAA Mobility di Monaco un pacchetto completo di soluzioni hardware e software per la guida autonoma. Denominato ADS (Autonomous Driving Solution), si basa su algoritmi "full-stack" e su un centro di calcolo remoto, ma l'azienda cinese non ha per il momento fornito dettagli sui sensori installati. La descrizione del sistema, capace di controllare il veicolo indipendentemente dalle condizioni meteo e di traffico, è quella tipica del livello 4: tuttavia, non sono stati ancora rilasciati dati sufficienti per analizzarne il funzionamento.

Realtà aumentata a 70". Al Salone di Monaco la Huawei ha esposto anche un abitacolo intelligente: questo integra una serie di dispositivi di nuova generazione integrati tra loro attraverso l'HarmonyOS, che consente di far dialogare con il veicolo anche i device esterni e utilizzare dei comandi vocali avanzati. L'azienda ha sviluppato, inoltre, un head-up display con realtà aumentata, capace di occupare un'area pari a circa 70 pollici con una risoluzione 1920x730. Potrebbe quindi trasformare il parabrezza in uno schermo multimediale avanzato in grado di fornire indicazioni su navigazione, stato della vettura e funzionamento degli Adas con alert sonori e visivi. Lo stesso sistema può essere convertito, all'occorrenza, in una postazione di gioco, in un proiettore per contenuti multimediali o in un sistema per conference call, valorizzando così il tempo trascorso a bordo nelle fasi di guida autonoma.

COMMENTI

  • Ce' qualcuno della Redazione (o lettore) che mi puo' spiegare cos'e' un algoritmo Full stack? (Scusate l'ignoranza, ma ho studiato alle serali...) Usare termini un po piu' semplici, no eh..