Tecnologia

Ces 2022
Hyundai: ecco come i robot cambieranno il futuro

Ces 2022
Hyundai: ecco come i robot cambieranno il futuro
Chiudi

I piani che hanno portato la Hyundai a investire 880 milioni di dollari per acquisire quasi in toto la Boston Dynamics, società americana specializzata in sistemi robotici, prendono forma al Ces. A Las Vegas, il costruttore coreano si presenta con una pattuglia di prototipi che prefigurano un nuovo concetto di mobilità basato su queste tecnologie, sfruttando piattaforme modulari capaci di mettere in movimento oggetti fissi. Tutto ciò non si limita a una mera esposizione di gadget sfiziosi. La Hyundai, infatti, mostra al pubblico la propria visione delle future applicazioni della robotica, anche come anello di congiunzione tra la realtà fisica e quella virtuale (il metaverso).

653282224

Base "factotum". Ma andiamo con ordine. L’elemento più strettamente collegato al mondo della mobilità è la piattaforma PnD (“plug and drive”) dotata di sterzo intelligente, freni, capace di muoversi in tutte le direzioni e in autonomia, grazie a fotocamere e lidar. Una base compatta, configurabile e applicabile a svariati oggetti (può essere un tavolo come un contenitore), nata per ribaltare il rapporto che normalmente abbiamo con le cose inanimate: “In futuro – spiega Dong Jin Hyun, capo del Robotics Lab del gruppo Hyundai – non saremo noi a spostare le cose, ma queste a muoversi intorno a noi”. Una capacità che permetterà di “configurare gli spazi a richiesta”: pensiamo, per esempio, a quello di lavoro. Ma una tecnologia così flessibile può anche trovare applicazione nei trasporti, per soddisfare esigenze specifiche, trasformandosi in un dispositivo di mobilità personale portatile, magari destinato all’ultimo miglio. Al Ces, la Hyundai ha mostrato quattro differenti declinazioni del modulo PnD, che può svolgere anche funzioni di logistica o di assistente personale. Tra i vari concept di robotica c'è anche MobED, un droide polifunzionale le cui fattezze e caratteristiche erano già state anticipate nei giorni scorsi.

1215482039

Metamobility. Come detto, la Hyundai non si è però limitata a un’esposizione di curiosi marchingegni. Al motto di “Expanding human reach” (“espandere le capacità umane”), il gruppo coreano ha delineato la propria visione della robotica applicata alla mobilità e al metaverso, introducendo il concetto di “metamobilità”. "Questa visione consentirà all'umanità una libertà illimitata di movimento e progresso", ha detto Euisun Chung, presidente del gruppo. Una libertà che si realizza connettendo mondo reale e spazio virtuale, sfruttando i robot come medium. Collegando i robot al metaverso, gli uomini potranno, attraverso gli automi, compiere azioni con effetti reali. La Hyundai ha già prefigurato possibili sviluppi in ambito industriale, nelle fabbriche intelligenti del futuro. Gli specialisti, connessi ai macchinari via cloud (fornito da Microsoft), agendo in uno spazio virtuale fedelmente riprodotto riusciranno, per esempio, a modificare i processi produttivi da remoto: "Potremmo riorganizzare fisicamente una catena di montaggio in Asia senza mai lasciare l'ufficio in Nord America" ha detto Ulrich Homan, corporate vice president di Microsoft.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Ces 2022 - Hyundai: ecco come i robot cambieranno il futuro

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it