Tecnologia

Stellantis
Accordo con Qualcomm per i chip Snapdragon

Stellantis
Accordo con Qualcomm per i chip Snapdragon
Chiudi

Stellantis ha sottoscritto un accordo di collaborazione pluriennale con l’azienda tecnologica statunitense Qualcomm. L’intesa è incentrata sull’utilizzo dei semiconduttori SoC (system on a chip-sistema su circuito integrato) della famiglia Snapdragon all’interno delle piattaforme informatiche STLA Brain e STLA SmartCockpit del costruttore euro-americano.

Si parte nel 2024. In particolare, l’obiettivo di Stellantis è sfruttare dal 2024 le potenzialità della tecnologia 5G per i sistemi telematici e le soluzioni Qualcomm per offrire “esperienze a bordo di veicolo intelligenti, personalizzabili e immersive per milioni di veicoli” dei suoi 14 brand. La prima applicazione sarà destinata alla Maserati. Inoltre, l’accordo faciliterà il piano del gruppo di far convergere tutti i domini software “in un processo di High Performance Computing, sfruttando per tutti i principali veicoli le piattaforme automotive Snapdragon a basso consumo e dalle prestazioni elevate, oltre a contribuire ad assicurare la filiera di Stellantis per i componenti strategici”. “La partnership tecnologica con Qualcomm Technologies è un altro esempio della nostra volontà di individuare leader di settore altamente specializzati, interessati a partecipare al percorso di trasformazione dei veicoli con un approccio guidato dal software, collaborando con i nostri team interni. Questo permetterà di soddisfare al meglio le necessità legate agli stili di vita dei clienti, attraverso funzionalità sicure, personalizzate e sempre connesse”, ha commentato l’amministratore delegato Carlos Tavares. “La grande esperienza di Qualcomm Technologies nel settore automotive e il suo ruolo di leader nel settore dei semiconduttori ci consentirà di integrare verticalmente gli elementi chiave delle nostre nuove piattaforme e di gestire più da vicino l’intera filiera elettronica, così da fornire l’accesso alle migliori tecnologie e soddisfare il potenziale dei volumi di Stellantis, oltre a consentire il raggiungimento del nostro ambizioso obiettivo Dare Forward 2030”.

COMMENTI

  • Ovvero le auto diventano smartphone, c'è solo un problema la tecnologia degli smartphone invecchia molto rapidamente, es in pochi anni siamo passati da 3g al 5g meno tempo della vita media di un auto, quindi avremo auto che invecchieranno scon la velocità degli smart. Bhè è un modo per avere motivi per non acquistare stellantis
     Leggi le risposte
  • La Ferrari li ha preceduti in questo accordo con Qualcomm, evidentemente l'AD Vigna provenendo proprio da quel settore ha aperto la strada alla tecnologia occidentale. ........... e non va dimenticato che la ex FCA fece invece un accordo con la cinese (di Taiwan invero) Foxconn, accordo che credo sia stato poi trasferito nella nascente Stellantis...