Ponte di Genova - Nuovi progressi nella ricostruzione - Quattroruote.it
Viabilità

Ponte di Genova
Nuovi progressi nella ricostruzione

Ponte di Genova
Nuovi progressi nella ricostruzione
Chiudi

L’ultima, gigantesca, pila del nuovo ponte di Genova è al suo posto: è, infatti, terminata la costruzione delle 18 strutture di cemento armato, alte ognuna 40 metri, che avranno il compito di sorreggere l’impalcato, ovvero il piano sul quale viaggeranno le auto e i camion. Un nuovo e importante tassello, dal valore anche simbolico, nella ricostruzione del viadotto chiamato a sostituire il ponte Morandi, realizzato in collaborazione dalla Salini Impregilo e dalla Fincantieri Infrastructure. Questa fase, iniziata con lo scavo della prima fondazione il 24 giugno dello scorso anno, è avanzata al ritmo di tre pile completate per ogni mese di lavori.

Si vede a metà. Le pile, hanno reso noto le imprese costruttrici, hanno un’altezza complessiva, tra parti all’aperto e nascoste, di 1.500 metri; le dimensioni esterne, di 9,5 per 4 metri, sono costanti, cosa che favorisce l’uniformità della prospettiva e una più rapida realizzazione tecnica. Le campate già issate sono finora dieci; grazie alla posa del primo dei tre impalcati a ponente (ognuno lungo 100 metri) e di uno a levante, è già possibile avere una visione del futuro ponte per una lunghezza di 550 metri, su una misura totale di 1.067.

COMMENTI