Viabilità

Spostamenti
Lavare l'auto in zona rossa? Ecco perché si può

Spostamenti
Lavare l'auto in zona rossa? Ecco perché si può
Chiudi

È consentito andare a lavare l’auto se ci si trova in zona rossa? Il dubbio è sorto a numerosi automobilisti dopo la stretta negli spostamenti sancita dal governo con le recenti direttive per il contenimento dei contagi da coronavirus. A far chiarezza sulla questione è intervenuta Federlavaggi: recarsi all’autolavaggio si può, indipendentemente dal colore della Regione in cui ci si trova, senza rischio di incorrere in sanzioni: ecco perché e a quali condizioni.

Come le concessionarie e le officine. Anzitutto va spiegato che gli autolavaggi sono annoverati tra le aziende che erogano servizi considerati dal governo “essenziali”: perciò possono restare aperti e, per i clienti, recarvisi rientra nella casistica degli spostamenti “per necessità”, giustificabili con autocertificazione. Sotto questo profilo, l’attività dei car wash viene equiparata a quella di concessionarie, meccanici, carrozzerie, gommisti e alle altre realtà che riguardano l’acquisto e la manutenzione dei mezzi di trasporto. Il motivo? Il legislatore, puntualizza l’associazione di categoria, considera gli autolavaggi “essenziali per garantire l’incolumità, la sicurezza e l’igienizzazione dei veicoli con cui le persone si spostano per comprovate esigenze lavorative, di salute o di necessità”. Un concetto ribadito anche dalla Confederazione Nazionale dell’Artigianato, che le identifica come attività essenziali affinché i veicoli circolino in sicurezza.

Bisogna attenersi alle regole. Dunque, sebbene nelle Faq ufficiali (le risposte alle domande ricorrenti degli italiani al governo) relative alle eccezioni alle chiusure non figuri l’esempio esplicito degli autolavaggi, quest’ultimi vanno considerati un caso analogo alle concessionarie, riguardo alle quali Palazzo Chigi si è espresso invece in modo chiaro: dai dealer si può andare per acquistare un’auto, effettuare assistenza e per fruire di altri servizi. Beninteso, tutto è vincolato al pieno rispetto delle regole anti contagio. In primis da parte delle stazioni di lavaggio, che devono garantire il distanziamento sociale e assicurare la sanificazione degli ambienti, oltre che la sicurezza di lavoratori e utenti. I clienti, invece, per lavare l'auto devono scegliere l’esercizio più vicino alla propria residenza, o uno compreso nel tragitto oggetto delle comprovate esigenze autodichiarate: è il caso, per esempio, di chi si ferma durante il casa-lavoro. 

L'opzione a domicilio. Ma c’è anche una soluzione che consente di evitare qualsiasi spostamento: rivolgersi ai lavaggi a domicilio. Questi sono prenotabili anche attraverso alcune app dedicate, dalle quali è possibile verificare l’eventuale copertura del servizio nel luogo in cui si risiede.

COMMENTI

  • Oltretutto il lavaggio se è automatico di fatto non ha praticamente bisogno di assistenza ed in genere il distanziamento è garantito