Viabilità

I dati dell’Anas
In estate meno incendi lungo le strade

I dati dell’Anas
In estate meno incendi lungo le strade
Chiudi

,Nonostante le alte temperature che hanno caratterizzato quest’estate, il fronte degli incendi sviluppati in prossimità dei tracciati stradali e autostradali ha fatto registrare quest’anno un miglioramento. I dati raccolti dall’Anas, infatti, evidenziano un calo del fenomeno pari al 38%. La maggior parte degli episodi, fanno notare dall’azienda strade del Gruppo FS italiane, è dovuta al lancio di sigarette ancora accese dai finestrini dei veicoli in transito, un comportamento per altro sanzionato non solo dal Codice della strada ma anche da quello Penale. Il maggior numero di eventi dell’estate 2022, comunque, ha interessato le autostrade siciliane (42 episodi), seguite dalla Salerno-Reggio Calabria A2 (37) e da le arterie del Lazio (26). Il numero degli eventi censiti è comunque in forte calo, essendo passato dai 377 dell’agosto 2021 ai 233 dello stesso mese di quest’anno; netti miglioramenti si sono registrati in Basilicata (da 30 a soli 2 incendi), Abruzzo (da 12 a 3), Calabria (da 43 a 20), Campania (da 34 a 20), Molise (da 14 a 2), Puglia (da 41 a 20) e, appunto, lungo l’autostrada A2 (da 80 a 37). In controtendenza il Lazio, dove gli eventi sono passati da 15 a 26, e la Toscana (da 4 a 13).

La campagna. Per contrastare il pericoloso fenomeno (gli incendi a bordo strada sono spesso critici da fronteggiare e mettono a rischio la sicurezza della circolazione) l’Anas ha condotto quest’estate una campagna all’insegna dello slogan “La strada non è un posacenere, rispetta l’ambiente, salva il tuo viaggio”. La maleducazione di chi compie un gesto come gettare una sigaretta ancora accesa dal finestrino di un veicolo, del resto, mette a rischio persone e animali, causando distruzione ambientale, interruzioni stradali e minacce per gli edifici. Dal canto suo, la Protezione civile ricorda come, tra i comportamenti pericolosi, ci siano anche l’abbandono di rifiuti, che possono trasformarsi in combustibile, il parcheggio sull’erba secca (le parti inferiori dei veicoli sono spesso molto calde) e l’accensione di fuochi fuori dalle aree attrezzate.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

I dati dell’Anas - In estate meno incendi lungo le strade

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it