Viabilità

Mobilità urbana
Anche Torino diventa una città "a 30 all’ora"

Mobilità urbana
Anche Torino diventa una città "a 30 all’ora"
Chiudi

Sembra quasi un’epidemia. Dopo Bologna, che ai primi di novembre ha approvato l’introduzione del limite di velocità a 30 km/h su quasi tutte le strade (a eccezione di quelle a scorrimento veloce, dove si potranno raggiungere i 50), adesso tocca a Torino: sotto la Mole, il consiglio comunale ha infatti deciso di abbasare il limite da 50 a 30 km/h in tutte le strade della città "senza diritto di precedenza".

"Serve moderazione". Anche il capoluogo piemontese, insomma, aspira a diventare "una città a 30 all’ora", perché, recita l’atto approvato in consiglio, "c’è la necessità di aumentare la consapevolezza dei cittadini del rispetto delle regole e della moderazione nella guida dei veicoli". Al momento, a Torino vigono limiti di 30 km/h nei controviali, di 50 sulle altre strade e di 70 in quelle a scorrimento; con la nuova decisione, verranno create zone 30 praticamente ovunque, abbassando a 50 il tetto per le arterie di scorrimento.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Mobilità urbana - Anche Torino diventa una città "a 30 all’ora"

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it