E' la prima vettura di grande serie a essere messa in vendita in Europa con un motore a iniezione diretta di benzina. Come un moderno impianto diesel "diretto". I vantaggi sono gli stessi: alte prestazioni e bassi consumi. Questa "Carisma" costa 34.690.000 lire. Innanzitutto tecnica. Nei "benzina" tradizionali, il combustibile viene immesso nei collettori di aspirazione e, successivamente, inviata ai cilindri. Questo processo è inefficiente e impedisce alla combustione di completarsi in breve tempo e in modo ottimale. La soluzione per eliminare gran parte degli sprechi è proprio l'iniezione diretta di benzina, che funziona con miscele molto magre, circa 40 parti d'aria in peso per una parte di benzina. Consuma poco, volendo. Saliti sulla "Carisma GDI" quasi non ci si accorge di essere a bordo di un'auto tanto innovativa. Nell'abitacolo, infatti, c'è ben poco che possa far capire cosa si nasconde sotto il cofano. Quello che conta, comunque, sono i risultati: non è facile, però, ottenere quelli migliori, se non si conoscono le "istruzioni per l'uso". I consumi di questa "Carisma", infatti, dipendono molto dallo stile di guida del pilota: più che su altre auto, la differente pressione sull'acceleratore influenza le medie di percorrenza. Questo perché il motore viene alimentato con una miscela molto povera di benzina solo a bassi o medi regimi: salendo di giri (anche di poco), la miscela si arricchisce e torna automaticamente a livello di quelle tradizionali. Comunque all'avanguardia. Mette davanti a un bel dubbio, la "Carisma GDI": consumare poco (quasi a livello dei più moderni diesel), o sfruttare i 125 cavalli a disposizione del suo brillante "1800". In ogni caso, una volta che si è imparato a gestirla, la vettura riesce a dare soddisfazioni pur rimanendo molto economica. E ha il pregio di avere aperto la strada alla probabile futura generalizzazione del sistema a iniezione diretta di benzina.