Certo, le si può chiamare "diesel", ma senza nessun pregiudizio: queste due auto, infatti, sono attualmente il massimo in fatto di tecnologia motoristica. Anche confrontate con modelli benzina equivalenti, non sfigurano: consumi bassi, prestazioni ottime, rumorosità e vibrazioni ridotte. L'Alfa Romeo "156 2.4 JTD" costa 46,9 milioni di lire, la Mercedes "C 220 CDI", 60,6. TECNICA DI CLASSE. Prima c'erano i diesel: consumavano poco, certo, ma erano lenti, fumosi, pesanti. Poi, circa due anni fa, è arrivata l'iniezione diretta di gasolio che, rendendo inutile la precamera, ha migliorato nettamente prestazioni e consumi. Adesso è la volta del "common rail", l'innovazione più recente, che permette di mantenere alta e costante la pressione d'alimentazione, anche ai regimi più bassi. Grazie a queste soluzioni, i propulsori a gasolio non solo sono potenti e silenziosi come le loro corrispondenti versioni "benzina", ma consumano molto poco e dispongono di valori di curve di coppia davvero sorprendenti a fronte di valori di potenza assoluta non certo elevatissimi (100 kW per l'Alfa, 92 per la Mercedes). CHE COPPIA. Pronti ed elastici, in ripresa e accelerazione, i due propulsori in esame offrono strane sensazioni. Infatti, grazie alla loro notevole coppia, disponibile lungo un'ampia curva d'erogazione a partire da regimi molto bassi, sono entrambi molto più simili ai grossi propulsori a benzina, piuttosto che ai diesel che li hanno preceduti. Grazie alle innovazioni tecnologiche, poi, il confort di marcia, argomento delicato per le auto di questa categoria, è quasi simile a quello dei modelli a benzina. Buone le prestazioni velocistiche, con l'italiana che prevale sulla tedesca: 204,4 km/h contro 198. IN SINTESI. Guardando i due prezzi, la "156 2.4 JTD" e la "C 220 CDI" non sembrano paragonabili fra loro. In realtà, da un punto di vista tecnico, le due auto sono molto vicine, quasi equivalenti, con un vantaggio per la più recente Alfa Romeo. Proprio l'anzianità del progetto, infatti, è la nota dolente di questa Mercedes: visto il suo prezzo, si potrebbe pretendere qualcosa di più. In ogni caso, sono entrambe vetture che danno la sensazione di guidare il futuro dell'auto.