Si riaccende la sfida fra BMW e Lexus. Dopo il confronto del mese scorso fra le quasi ammiraglie "540i" e "GS 430", questa volta tocca alle sport-utility. All'esclusiva, e richiestissima "X5" (equipaggiata, in questo caso, con un sei cilindri "3000" a benzina da 170 kW/231 CV a 5900 giri/min), la Casa giapponese contrappone la "RX 300" (spinta da un V6 della medesima cilindrata, ma con 148 kW/201 CV a 5600 giri/min), modello di grande successo negli Stati Uniti.
Entrambe sono ideali per chi cerca una vettura moderna, davvero versatile, capace di muoversi nell'off-road leggero e in grado di sostituirsi, senza rinunce, alla grande familiare sportiva e, contemporaneamente, all'ammiraglia di rappresentanza. Chi sceglie una fra queste auto dovrà rinunciare alle emozioni dei percorsi estremi, ma, in cambio, potrà contare su una guidabilità automobilistica e un confort superiore.
Alla fine dei test hanno entrambe meritato pagelle molto simili per eccellenza, ma hanno confermato personalità e impostazioni ben diverse, esplicite già nel design delle vetture: più aggressivo quello della "X5", più discreto quello della "RX 300".