La prova della 2.2 Skyactiv-D Mazda3

La prova della 2.2 Skyactiv-D
Mazda3
Chiudi
 

La Mazda3 è cresciuta, e non di poco, ed è pronta a lanciare la sfida alle più agguerrite avversarie, lasciandosi completamente alle spalle il suo passato da outsider. Migliorano stile, contenuti e dimensioni (è lunga 4,47 metri, contro i 4,27 della Golf), anche se l'extralunghezza non regala una spaziosità fuori misura nell'abitacolo: i quattro posti principali sono ampi e il passeggero centrale non si ritrova a fare troppo la parte dell'incomodo, ma alla Casa giapponese hanno preferito "spendere" i centimetri per migliorare la sicurezza.

Le sue potenzialità. In generale la sensazione a bordo è di un ambiente gradevole e accogliente a cominciare dal posto di guida, ben impostato, con i comandi posizionati con cura e con un impianto multimediale davvero ben fatto. Non bastasse, il display da 7 pollici è un touchscreen. Per quanto riguarda i consumi, il 2.200 montato sotto al cofano è impegnativo solo dal punto di vista psicologico: la Mazda3 ha chiuso i nostri cicli di prova facendo registrate un discreto 14,9 km/litro, quanto basta per non rischiare di trasformarsi nei migliori amici del benzinaio. Per il resto, il quattro cilindri convince con un'apprezzabile rotondità di funzionamento e con una gran bella muscolosità ai regimi bassi e medi. Dà sempre la piacevolissima sensazione di avere le spalle larghe, anche quando ti fai trovare con una marcia più del dovuto.

Come va. Ad aver voglia di tenere giù il piede si arriva anche a 5.500 giri, ma in realtà è una possibilità che non si sfrutta quasi mai: il 2.200 è un motore a corsa lunga, quindi non troppo incline a girare "alto". In ogni caso, tutto quel peso all'anteriore rende la 3 un pochino meno agile di quanto ci si potrebbe aspettare. In fondo va bene così, perché questa Mazda ricambia con un equilibrio generale che la rende sempre molto gradevole in tutte le situazioni, compresi i lunghi viaggi. L'unico neo in questo caso è la non impeccabile insonorizzazione, dovuta più che altro al rotolamento dei pneumatici e a un'aerodinamica non particolarmente curata. Il 2.200 turbodiesel, invece, è ancora una volta innocente, perché sonnecchia tranquillo sui 2.000 giri.

In sintesi. A due lustri di distanza dalla prima apparizione, la Mazda3 si ripresenta al pubblico per la terza volta. Ed è in ottima forma: ha uno stile accattivante, dotazioni interessanti e un equilibrio che è forse la sua carta migliore. In tempi downsizing imperante il suo 2.200 è un motore "oversize", ma i numeri della nostra pista dimostrano che non è affatto il caso d'allarmarsi. Anche se, oramai, soprattutto in Europa, avere un 1.6 in gamma sta diventando praticamente imprescindibile.

Pregi e difetti

MAZDA Mazda3 Mazda3 2.2 Skyactiv-D Exceed

Pregi

Equilibrio generale È la sua virtù principale, che ne fa un'auto versatile ed eclettica. Insomma, fateci quel che volete: la 3 non è mai fuori posto.
Dotazioni D'accordo, questa è la versione più accessoriata, ma c'è davvero tutto quel che serve per renderla completa.

Difetti

Visibilità posteriore Ci si deve affidare soprattutto ai sensori, perché il lunotto piccolo e alto non aiuta granché.
Rumorosità Alle velocità autostradali, pneumatici e aerodinamica si fanno sentire. Nel vero senso della parola.



leggi tutto

Dati & prestazioni

Velocità
Massima
208.697 km/h
Accelerazione
0-100 KM/H
8.2 s
400M DA FERMO
16.0 s
1KM DA FERMO
29.5 s
RIPRESA A MIN/MAX CARICO
70-120 KM/H
14.7 / 16.7
1 KM DA 70 KM/H
30.1
FRENATA
100 KM/H A MINIMO CARICO
0.0 m
CONSUMI MEDI
STATALE
16.5 km/l
AUTOSTRADA
13.5 km/l
CITTÀ
14.9 km/l

Pagelle

Abitabilità
Accelerazione
Accessori
Bagagliaio
Cambio
Climatizzazione
Confort
Consumo
Dotazioni sicurezza
Finitura
Freni
Garanzia
Motore
Plancia e comandi
Posto guida
Prezzo
Ripresa
Sterzo
Strumentazione
Su strada
Visibilità

Listino & costi

COMMENTI

  • Dissento completamente dopo 15.000 km di uso: Il motore gira in alto che è un piacere e la macchina non ha più peso di una Golf 2.0 TDI sull'anteriore, semmai ha un assetto molto confortevole. Mi piacerebbe vedere tali giudizi dei tester sulle "reginette di casa" Golf.
  • Tutti a dire che è meravigliosa... bellissima... ma non se ne vede nessuna in giro.
  • Chi possiede questo modello, mi sa dire, per cortesia, se il consumo delle pastiglie è normale? Chiedo questo perché mio nipote con questo modello non riesce a percorrere più di 7.000 km, rovinando pure un paio di volte i dischi. Questo sia quando l'ha usata con il cambio automatico, che si sa che tende ad usurare un pò di più le pastiglie, ma non in modo così assurdo, sia quando ha percorso 7.000 km con il solo cambio meccanico. Per il resto l'auto è veramente ottima,
  • Questa potrebbe diventare davvero il punto di riferimento sel seg. C... se solo noi italiani non avessimo complessi riguardo alle cubature del motore che non rispecchiano le mode del momento!!! Gran auto!!!
  • Grandissima auto!
  • meravigliosa
  • SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ALPINE
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona