Peugeot 2008 vs Skoda Yeti A confronto le "millesei" turbodiesel

Peugeot 2008 vs Skoda Yeti
A confronto le "millesei" turbodiesel
Chiudi
 

Guarda il video su QuattroruoteTV

Hanno successo perché sono vetture intelligenti, pratiche, giovanili e, cosa non meno importante, fanno tendenza. La Peugeot 2008, venduta in Italia al ritmo di quasi 2.000 esemplari al mese, è ormai un successo consolidato. La Skoda Yeti, reduce dal restyling di mezza età, cerca invece un riscatto che, complice un prezzo d’acquisto non proprio contenuto, fatica ad arrivare. Sono Suv nel senso più moderno del termine: offrono spazio e una grande versatilità d’uso, su strada si muovono agili e sicure, ma fuori dall’asfalto è meglio utilizzarle con molta cautela. Uno sterrato e una strada di campagna possono andare, ma non è certo il caso di avventurarsi oltre. La 2008 non esiste neppure a trazione integrale; la Yeti si, ma in questo caso il prezzo lievita ulteriormente, verso limiti allarmanti.

Come sono fatte. La Peugeot 2008 è piaciuta subito per la sua linea moderna e aggraziata, che ha incontrato il favore degli automobilisti. Le dimensioni (4,16 metri di lunghezza) sono quelle giuste per non essere impacciati nel traffico e disporre a bordo di tutto lo spazio che serve. La Yeti, da parte sua, è soltanto un filo più lunga (4,22 metri). Il recente restyling l’ha ingentilita, ma al tempo stesso le ha tolto un po’ di personalità. Ci riferiamo ai grandi fendinebbia circolari, che ora sono rettangolari e annegati in basso nello scudo paraurti: un peccato, perché davano tanta grinta alla Yeti e la rendevano immediatamente riconoscibile dalle altre. I posti sono cinque, ma in tutt’e due i casi si viaggia realmente bene soltanto in quattro. Dietro, infatti, un eventuale quinto passeggero è infastidito dal tunnel centrale e, sulla Yeti, anche dalla “gobba” sul pavimento necessaria per far passare l’albero di trasmissione nelle versioni a quattro ruote motrici. Per contro, essendo più alta della francese di ben 11 centimetri, offre un maggior volume d’aria e fa guadagnare qualcosa anche in termini di visibilità. Il carattere “familiare” della vettura ceca emerge anche dall’organizzazione dell’abitacolo: niente divano unico, i sedili posteriori sono singoli e quelli laterali  possono scorrere in senso longitudinale di ben 15 centimetri. Anche la 2008, comunque non difetta di praticità. Se si eccettua la maggior altezza, le dimensioni interne sono simili a quelle della Yeti e anche se il bagagliaio non è così grande e modulare come quello della rivale, resta comunque in grado di contenere 349 litri, più che sufficienti per le esigenze di quattro persone.

Come vanno. A far muovere bene e con un piglio quasi sportivo la Peugeot 2008 ci pensano, oltre alla massa ridotta di 1.360 kg in condizioni di prova (contro i 1.503 della Yeti), anche la coppia di 270 Nm e la potenza (115 CV) del suo 1.6 turbodiesel. Se l'unione di questi fattori va a vantaggio delle prestazioni e della vivacità di marcia, la riduzione della massa facilita il lavoro di telaio e pneumatici. La Yeti, invece, è un po’ più impacciata nei movimenti, anche se non la si può certo definire addormentata. Il suo quattro cilindri è meno potente (105 CV), ma più pronto e regolare quando si tratta di riprendere dai regimi più bassi. In tema di sicurezza, inoltre, può contare su un Esp molto ben tarato. Bene in entrambi i casi, con qualche punto a favore della compatta francese, anche il confort nelle lunghe percorrenze. A questo proposito, che scegliate l’una o l’altra perderete ben poco tempo nelle stazioni di rifornimento. In più di un’occasione, con la 2008 abbiamo superato la barriera (non soltanto psicologica) dei 20 km/l: 21 tondi, per l'esattezza, nel ciclo urbano e quasi 22,1 in quello extraurbano. Aggiungendo il consumo autostradale (16,4 km/l) si arriva a una media di 19,6 km/l, che significa percorrere circa 1.000 chilometri con i 50 litri del serbatoio. La Yeti si è comportata quasi altrettanto bene nella marcia a bassa velocità (18 km/l in città), ma è risultata un po’ più assetata in autostrada, essenzialmente per colpa della superficie frontale più ampia e del cambio a sole cinque marce. In compenso, grazie al serbatoio da 60 litri, l’autonomia risulta ancora più estesa.

In sintesi. La scelta è più o meno in questi termini: la 2008 è nuova, per certi versi rivoluzionaria e non fa nulla per nasconderlo, mentre la Yeti è in tutto e per tutto tradizionale. Su tutt’e due si viaggia bene, le prestazioni sono adeguate, la guida piacevole e sicura e, soprattutto, i consumi risultano sorprendentemente contenuti. Differenze? La 2008 è più accogliente, la Yeti sicuramente più spaziosa e abitabile. In tema di prezzo, infine, non c’è storia: la Peugeot vince su tutta la linea. E, dunque, non è un caso che stia cogliendo un gran successo di vendite.

Pregi e difetti

PEUGEOT 2008 2008 1.6 e-HDi 115 CV S&S Allure

Pregi

Consumo. Quasi da record: 21,9 km/l in città sono davvero tanti.

Comportamento stradale. Tenuta elevata, stabilità eccellente e uno sterzo ben calibrato. Si guida con piacere.

Difetti

Visibilità. I montanti anteriori inclinati creano qualche difficoltà.



SKODA Yeti Yeti 1.6 TDI CR 105 CV Eleg. GreenLine

Pregi

Versatilità. Eccellente, grazie ai sedili posteriori scorrevoli.

Consumo. Anche lei si accontenta davvero di poco.

Difetti

Rumorosità. Un po' elevata a velocità autostradale, soprattutto nei posti anteriori.

Prezzo. È cara, e anche gli accessori non si può certo dire che siano a buon mercato.



leggi tutto

Dati & prestazioni

 
PEUGEOT 2008 1.6 e-HDi 115 CV S
  • PEUGEOT 2008 1.6 e-HDi 115 CV S
SKODA Yeti 1.6 TDI CR 105 CV Eleg. GreenLine
  • SKODA Yeti 1.6 TDI CR 105 CV Eleg. GreenLine
Velocità
Massima
192,277 km/h (IN V)
179,457 km/h (IN V)
Accelerazione
0-100 KM/H
9,7 s
11,4 s
400M DA FERMO
17,0 s
17,9 s
1KM DA FERMO
31,5 s
33,3 s
RIPRESA A MIN/MAX CARICO
70-120 KM/H
18,1 / 21,5 (IN VI)
19,4 / 22,2 (IN V)
1 KM DA 70 KM/H
32,1 (IN VI)
32,7 (IN V)
FRENATA
100 KM/H A MINIMO CARICO
41,9 m
43,2 m
CONSUMI MEDI
STATALE
22,1 km/l
22,2 km/l
AUTOSTRADA
16,4 km/l
15,4 km/l
CITTÀ
21,0 km/l
18,0 km/l

Pagelle

 
PEUGEOT 2008 1.6 e-HDi 115 CV S
  • PEUGEOT 2008 1.6 e-HDi 115 CV S
  • SKODA Yeti 1.6 TDI CR 105 CV Eleg. GreenLine
SKODA Yeti 1.6 TDI CR 105 CV Eleg. GreenLine
  • PEUGEOT 2008 1.6 e-HDi 115 CV S
  • SKODA Yeti 1.6 TDI CR 105 CV Eleg. GreenLine
Abitabilità
Accelerazione
Accessori
Audio e navigazione
Bagagliaio
Cambio
Climatizzazione
Confort
Consumo
Dotazioni sicurezza
Finitura
Freni
Garanzia
Motore
Plancia e comandi
Posto guida
Prezzo
Ripresa
Sterzo
Strumentazione
Su strada
Visibilità

Listino & costi

Confronta queste auto

c@sper ted

Buongiorno, sono possessore della yeti e anche secondo me è un confronto poco significativo perché le auto appartengono a segmenti differenti. La Peugeot essendo più nuova ha qualche hatù in più, inoltre essendo di una categoria inferiore è più leggera e questo si riflette su prestazioni e consumi più brillanti a parità di motore. La Yeti per contro ha una abilità ed una versatilità maggiore, anche grazie al sistema di sedili posteriori singoli e smontabili. Nonostante la massa notevole, la yeti ha consumi ottimi, peccato per il cambio a 5 rapporti invece che a 6, con il quale i consumi e la piacevolezza di guida sarebbero potuti essere ancora migliori. saluti

COMMENTI

  • Buongiorno, sono possessore della yeti e anche secondo me è un confronto poco significativo perché le auto appartengono a segmenti differenti. La Peugeot essendo più nuova ha qualche hatù in più, inoltre essendo di una categoria inferiore è più leggera e questo si riflette su prestazioni e consumi più brillanti a parità di motore. La Yeti per contro ha una abilità ed una versatilità maggiore, anche grazie al sistema di sedili posteriori singoli e smontabili. Nonostante la massa notevole, la yeti ha consumi ottimi, peccato per il cambio a 5 rapporti invece che a 6, con il quale i consumi e la piacevolezza di guida sarebbero potuti essere ancora migliori. saluti
  • Dopo aver percorso in quarant'anni 4.000.000 di km, sono più che convinto che "ogni testa un piccolo mondo, non'è bello ciò che è bello, ma ciò che piace". In parole semplici, ognuno sceglie in base alle proprie conoscenze, esigenze e gusti.
  • che poveraccio carlo emiliani. la spocchia di chi pronuncia la solita tiritera del vorrei ma non posso è veramente insopportabile. Senza contare il fatto che è un'idiozia colossale. Quindi se uno si compra una toyota gt86 (visto che se ne parla in questi giorni) è uno che voprrebbe (una porsche magari) ma non può. O uno che compra una 500x vorrebbe (una macan) ma non puo....ma nasconditi
  • Sinceramente mi chiedo tutti questi lettori che criticano tanto la 2008 (o la yeti) che auto hanno. Io l'ho acquistata proprio 1,6 115cv F.O. e vi garantisco che è un buon prodotto. La linea la trovo originale (a differenza della skoda), si guida bene, consuma il giusto e con il differenziale non ho alcun problema sulla neve. Skoda costa troppo per essere una Skoda! e in quel segmento costano tutte meno, quindi anche se fosse fatta d'oro sarebbe fuori mercato.
  • Su 23 commenti rilasciati fino ad ora, a parte uno il cui autore è stato acquirente della Peugeot, ben 22 sono con varie argomentazioni negativi. Un motivo e magari molti motivi ci saranno pure per bocciare queste due macchinette targate VORREI MA NON POSSO e per di più brutte, brutte e brutte senza appello alcuno.
  • la 2008 semplicemente fa schifo, roba da sudest asiatico (esteticamente). Io mi metterei un passamontagna pur di non farmi riconoscere alla guida di uno sgorbio del genere, con la chicca del plasticone simil alluminio lucidato col sidol sopra il finestrino...La yeti del 2010 è peggiorata col restyling, prima aveva una anima adventure e una linea decisa, ora cerca di imitare questi suvvini truzzi da città, ma sembra una ragazza di campagna con la minigonna...Quanto ai numeri di pic dicono tutto e dicono un bel niente. Intanto le frazioni di secondo o i centesimi di cx o i decilitri di benzina o i millimetri all'altezza del pube nessuno è in grado di valutarli e apprezzarli nell'uso reale. Mentre chiunque è in grado di accorgersi della comodità di molte soluzioni dell'abitacolo della yeti (tra tutte la flessibilità del divano posteriore, che fu un cavallo di battaglia della opel) nonchè della qualità e della robustezza delle finiture. Quanto al 1.6 tdi VW è un motore da trattore e con 5 marce fa anche un po' ridere, ma ci sono altri ottimi motori in gamma e non che il 1.6 psa sia molto meglio. Se costa davvero 4.000 euro in meno evidentemente vale meno oppure alla peugeot sono degli emeriti deficenti.
     Leggi risposte
  • ... della Yeti, la cosa più bella era lo spot... della Peugeot, neanche quello...
  • Sono due auto del segmento del vorrei ma non posso e che di questa appartenenza ne scontano tutti i limiti. Per la Yeti si tratta della stessa auto che conosciamo e che di innamorati ne ha incontrati sempre pochi, mentre della Peugeot si ha l'impressione di avere a che fare con due auto diverse una nella parte anteriore e una in quella posteriore.
  • Ma la fanno ancora la Yeti?? Con l'età che hanno pensavo che Roomster e Yeti fossero uscite di produzione ... Anche perché a gennaio arriva la nuova Fabia per cui usciranno anche i modelli nuovi di queste due auto, ammesso che li rifaranno visto lo scarso successo.
  • Per diporto sceglerei la Pegeout, per lavoro la Skoda 4x4
  • scusate ma su quale lago e da quale città e stata scattata la foto(dalla foto 27 alla 32) con quel bellissimo albero spoglio
     Leggi risposte
  • Personalmente ho regalato a mia moglie quasi un anno fa la peugeot con cambio automatico, rifinita di tutto punto e va benissimo, consuma pochissimo , non e' vero che si imbarca e' super rifinita, chi scrive prima di me deve essere dipendente della Skoda..a me non interessa nulla ne' di una marca ne' dell'altra, ma la differenza di prezzo e' imbarazzante..!!
     Leggi risposte
  • Ma il 1.6TDI (made in VW) non era il peggior motore della categoria (prestazioni sottotono e scarsa affidabilità in primis...)? Qui invece lo si descrive quasi migliore del più potente Peugeot. Io disgraziatamente ce l'ho sulla mia Golf e non lo consiglierei nemmeno al mio peggior nemico (vedi FAP e annosa questione iniettori).
     Leggi risposte
  • Scusate ma dire che la 2008 sia brutta e come dire che la Laetizia Castà sia brutta.., !! :) Obiettivamente parlando sono due auto molto valide però la 2008 ha un ottimo motore abbinato al cambio a 6 marce , il peso inferiore ,il telaio e piccolo volante la rendono agile e piacevolissima nella guida. La Skoda risulta più impacciata lo dice anche QR..., quindi risulta anche meno piacevole nella guida di tutti i giorni .., mi sembra ovvio .. :)
     Leggi risposte
  • In effetti le Peugeot con il volante piccolo in basso e la strumentazione in alto mi lasciano un solo pensiero: la disperazione. Per colmare il vuoto di idee che possano ricalcare la freschezza della vecchia 206 (auto attuale ancora adesso) hanno creato il mostro dell'interno diversificato che oltre ad essere discutibile non è neppure funzionale. Propongo una ulteriore mossa disperata per attirare l'attenzione: le ruote quadrate, sarebbe un'anteprima da sbaragliare tutta la concorrenza. Non sarebbero funzionali ma vuoi mettere il look? Per la Yeti concordo che togliendo i fanaloni tondi l'hanno uccisa (pardon, omologata alla massa).
  • brutta la 2008 (2000 esemplari? che noi italiani siamo diventati francesi) normalizzata la yeti
  • ho avuto come auto aziendale la 2008 per 4 giorni. non so che allestimento fosse, ma esteticamente l'esterno era imbarazzante e l'interno abbastanza povero. strumentazione "in alto" e volante molto piccolo che la taglia giusto a metà, pur regolando sedile e volante in altezza non si riesce a vederla mai completamente bene. sistema multimediale molto poco intuitivo, difficile la navigazione tra le varie pagine. dal punto di vista dinamico abbastanza imbarazzante, col vento pigliava delle imbardate abbastanza forti. motore nulla di che, ma consuma abbastanza poco (40 litri per quasi 700 km). non la comprerei mai, non la terrei nemmeno se me la regalassero.
     Leggi risposte
  • Dico solo che la 2008 è imbarazzante, come è imbarazzante che L italiota medio la compri per sfoggiare il "suv"
     Leggi risposte
  • Esteticamente è la sagra del trash, specie la 2008 che è quasi fantozziana nelle forme. Yeti restyling banale, hanno banalizzato una linea che prima coi 2 fendinebbia grossi era quasi grintosa, mettendo quei rettangoloni tristi comuni a tutte le Vw/Skoda. X il resto confronto sbagliato, una è una B-Suv mentre l'altra una C-Suv, con prezzi e clientela totalmente diversa. Insomma mele con pere. Tra le 2 andrei sulla Yeti, x il semplice fatto che può avere il 4x4, il cambio automatico e ha un interno (design) degno di essere chiamato tale, e non quel "mappazzone" con volante Chicco e tablet appoggiato li
     Leggi risposte
  • SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona