Citroën C4 Cactus La prova della Puretech 130 Shine

Marco Pascali Marco Pascali
Citroën C4 Cactus
La prova della Puretech 130 Shine
Chiudi
 
CITROEN C4 Cactus
Prezzo
€ 21.900
Motore
L3, turbobenzina, 1.999 cm3
Potenza
96 kW/131 CV
Alternative:
KIA
HYUNDAI
SEAT

La nuova C4 Cactus sembra galleggiare sulle buche. Quando avrete smesso d'infilarvi in ogni "cratere" che troverete solo per il gusto - e la soddisfazione - di capire che avete per le mani un'auto capace di affrontare le strade più malconce, vi potrete godere tutta la sua soft-andatura al profumo di storia. Il famoso effetto tappeto volante, infatti, è tornato e chi, se non una Citroën, avrebbe potuto riportarlo in auge?

Cosa cambia (e cosa no). Ancora da sottolineare il suo modo di affrontare i trasferimenti, in modo fluido e “coppioso”, grazie alla prontezza del suo turbobenzina. Ciò che resta a prima vista immutato rispetto al passato è l'interno. Il suo approccio minimal chic, sottolineato da alcune finiture derivate dal mondo della moda (maniglie di pelle a cinghietta e copertura del vano portaoggetti a mo' di bauletto), abbinate ai comandi concentrati nel touch screen, resiste all'aggiornamento. Non ci sono tasti fisici per controllare la climatizzazione (se non per spegnerla o sbrinare parabrezza e lunotto): tutto avviene al video-tocco. Lo stesso accade per la gestione della radio e dei media (le uniche possibilità di regolazione fisica riguardano il volume). Tutto il resto è gestito dall'impianto d'infotainment, completamente rivisto secondo le ultime logiche del gruppo PSA: dalla configurazione dell'auto al navigatore, alle regolazioni di sistema e all'accesso alle app firmate Citroën.

2018-Citroen-C4-Cactus-prova-3

Colori a Go-Go. Non manca la retrocamera, optional. Le finiture sono migliorate, le possibilità di personalizzazione pure: cinque gli interni tra cui, da abbinare a nove tinte per la carrozzeria e quattro Pack color. Notizie per i "cactuisti" della prima ora: adesso c'è l'illuminazione per i passeggeri dietro; restano, invece, i finestrini a compasso. Insomma: la trovata della C4 Cactus prima maniera (2014) di riuscire a combinare buoni volumi interni e un aspetto frizzante a un prezzo accessibile si è evoluta.

Prova su strada ripresa da Quattroruote di maggio 2018, n° 753

Pregi e difetti

CITROEN C4 Cactus C4 Cactus PureTech 130 S&S Shine

Pregi

Confort. Quanto è importante l'effetto tappeto volante per l'auto destinata agli spostamenti di una famiglia? Molto a pensarci bene.

Motore. La sua elasticità permette di ricorrere poco al cambio, buona notizia per l'uso in città. Consumo ok.

Difetti

Adas. Quelli di base è possibile averli solo scegliendo l'allestimento top. E il radar attivo non è disponibile neppure a pagamento.

Vetri fissi. La Casa francese persevera con la scelta dei finestrini posteriori non discendenti.



leggi tutto

Dati & prestazioni

Velocità
Massima
194,0 km/h (IN V)
Accelerazione
0-60 KM/H
3,9 s
0-100 KM/H
9,3 s
0-120 KM/H
12,8 s
0-130 KM/H
15,0 s
0-150 KM/H
22,0 s
400M DA FERMO
16,4 s
Velocità d'uscita (km/h)
132,8
1KM DA FERMO
30,6 s
Velocità d'uscita (km/h)
168,8
RIPRESA A MIN/MAX CARICO
70-90 KM/H
7,2/8,1 (IN VI)
70-120 KM/H
16,7/19,5 (IN VI)
70-130 KM/H
20,4/20,1 (IN VI)
FRENATA
100 KM/H A MINIMO CARICO
40,5 m
100 KM/H SU ASFALTO ASCIUTTO + PAVÈ
47,3 m
100 KM/H SU ASFALTO BAGNATO + GHIACCIO
115,8 m
CONSUMI IN VI
90 KM/H
20,0 VI
100 KM/H
17,6 VI
130 KM/H
12,5 VI
CONSUMI MEDI
STATALE
17,6 km/l
882 km
AUTOSTRADA
13,2 km/l
660 km
CITTÀ
15,5 km/l
774 km
MEDIA RILEVATA
15,2 km/l
762 km
MEDIA OMOLOGATA
20,8 km/l
1.040 km

Dati dichiarati

Prezzo
21.900 €
Motore
1.199 cm³ L3 turbobenzina
Potenza Max
96 kW (131 CV)
Consumi Omologato
20,8 km/l
Consumi Rilevati
15,2 km/l
Emissioni CO2 Omologato
110 g/km
Emissioni CO2 Rilevati
156 g/km

Pagelle

Abitabilità
Accelerazione
Accessori
Assistenza alla guida
Bagagliaio
Cambio
Climatizzazione
Confort
Consumo
Dotazioni sicurezza
Finitura
Freni
Motore
Plancia e comandi
Posto guida
Ripresa
Sterzo
Strumentazione
Visibilità
Infotainment
Comportamento dinamico

Listino & costi

GIANNI BORG

Senz'altro una delle auto esteticamente più brute sul mercato oggi.

COMMENTI

  • Senz'altro una delle auto esteticamente più brute sul mercato oggi.
  • Detto che riproporre un articolo già trito e ritrito mi sembra quanto meno strano, devo dire che vista dal vivo a me la nuova c4 piace molto. In particolare il muso con i fari sottili mi sembra molto riuscito, meno il posteriore con i fari che le danno un aspetto un po imbronciato. La dove invece mi sembra carente è l'interno, la plancia non esiste praticamente, i panelli porta danno l'idea di una vettura di segmento inferiore, i finestrini posteriori che si aprono a compasso sono da denuncia. Io personalmente promuovo l'esterno e boccio gli interni, come si è capito con interni diversi la comprerei.
     Leggi risposte
  • A parte il decantato effetto tappeto volante, che provoca nausea nella tante persone che ne soffrono (ma quasto è un problema personale) si ripropone un'auto con scelte furbette che cercano di mascherare sia nell'esterno che negli interni una sostanza davvero povera. Improponibile come prima auto di famiglia.
     Leggi risposte
  • Com’è il detto : il peggior cibo e il peggior vino si ripropongono sempre il giorno dopo, qua invece ripropongo un vecchio articolo di aprile anche se in copertina la data e 2 settembre. Sarà anche perché l’auto tende molto a riproporsi o a far riproporre!
     Leggi risposte
  • Per me un uomo che compra un'auto del genere non è una persona seria. Una donna il cui marito compra una Cactus dovrebbe fare serie riflessioni sulla sua serietà.
     Leggi risposte
  • Sabato di lavoro per il nostro amico Psa friendly, speriamo che almeno sia ben retribuito e anche con straordinari visto le ore serali. Per la macchina di parole ne son state dette fin troppe concordo con X-bond il titolo di C-flop. Certo che però certi comportamenti fanno molto riflettere.
     Leggi risposte
  • Non avevo mai notato che su quest'auto i finestrini posteriori sono "incollati" non scendono. Ha 4 porte però i finestrini sono fissi. L'unica ipotesi è proprio "risparmio" ma è proprio evidente.. Si tratta di un'auto che può arrivare oltre i 20k ed adesso ha tante ma proprio tante concorrenti. Probabilmente il prezzo , con sconto, sarà l'"optional" di citroen ne più e ne meno di come lo è per la tipo o per la Dacia.. I finestrini posteriori sono a compasso sulla Toyota Aygo, sulla c1 , Volkswagen UP e similari ma sono auto da 10k su cui è capibile il risparmio(anche sulla mia 112 erano a compasso ma aveva 2 porte) ..Già sulla panda sono "liberi" Bohhhh. Gli airbump non mi dispiacevano ed avevano almeno un perchè.....
     Leggi risposte
  • Sto flop di macchina, penso caso più unico che raro di una francese B-C che non ha fatto numeri significativi anche in pratica, aveva alcune soluzioni economiche da ultra low-cost, 3 boccehette aria invece che 4 e finestrino posteriori che non scendono, col restyling nessuna modifica ovviamente essendo elementi che implicano modifiche troppo onerose per un'auto che tra 3-4 anni non si sa se ci sarà ancora. Capitolo airbump mah, secondo me qui erano inguardabili quelli laterali perchè troppo estesi in altezza e soprattutto posizionati, per un assurda scelta stlistica, troppo in alto, infatti su c3 non stanno poi male....ma l'unica auto su cui avrebbero senso e sulla c3 aircross li la fiancata è troppo liscia da idea che "manca qualcosa". Questo frontale in pratica identico ora lo usano su 5 auto, questa c-flop, 2 c3, c5 cross e anche sul commerciale....alla faccia che solo i tedeschi non hanno fantasia e fanno copia incolla:-)
     Leggi risposte
  • "Quando avrete smesso d'infilarvi in ogni "cratere" che troverete solo per il gusto - e la soddisfazione - di capire che avete per le mani un'auto capace di affrontare le strade più malconce.." Le gomme spaccate, bollate, crepate, squarciate le rimborsate voi?
     Leggi risposte
  • Rispetto alla primogenita è meno originale ma certamente più gradevole all'occhio, forse al posteriore avrei tolto soltanto quel "plasticone" nero lasciando i gruppi ottici invariati. Sugli airbump s'è già detto, vanno annoverati tra le tante soluzioni "bislacche" ideate da PSA e poi bocciate dal mercato, non credo saranno gli ultimi a subire analoga sorte.
     Leggi risposte
  • SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona